Serie B - A Palestrina ecco l’under Marco Mennella

12.07.2019 10:55 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - A Palestrina ecco l’under Marco Mennella

Una delle caselle degli under da regolamento sarà occupata dalla guardia Marco Mennella, nuova acquisizione di mercato della Pallacanestro Palestrina.
Giovane campano classe 1999 di 194 cm, cresce nel florido vivaio del Vivibasket Napoli così come il prossimo compagno Mastroianni. Nel 2017 corona il cammino nel settore giovanile con le Finali Nazionali Under 18. A soli 16 anni esordisce in C Silver con la maglia del Megaride Basket, dove verrà confermato anche nella stagione seguente. Le sue prestazioni non passano inosservate ed arriva la chiamata in Serie B da parte della Virtus Arechi Salerno, dove ha un ruolo tutt’altro che marginale accumulando circa 15 minuti di utilizzo a gara. Si mette in risalto, purtroppo per i colori arancio verdi, nel confronto diretto all’ultima giornata contro Palestrina realizzando 7 decisivi punti nel finale di gara. Passa a Cecina dove svolge un torneo di alto profilo, nonostante la giovane età è un tassello fondamentale del quintetto con 30 minuti di utilizzo impreziositi da 12 punti di media. In attacco può colpire indifferentemente in avvicinamento al canestro e coi piedi fuori dall’arco, mostrando fisicità, carattere e determinazione, alla corte di coach Ponticiello potrà sicuramente affinare anche le sue caratteristiche difensive. Per il ragazzo una grossa occasione per crescere ulteriormente sportivamente proseguendo in quel percorso iniziato da anni con una maturità non comune per un ventenne.
I primi commenti dopo la decisione di vestire la maglia arancio verde.
Sei un under ma con già stagioni importanti,ti senti migliorato e quali aspetti vuoi migliorare?
“Si! in questi miei due anni di serie B il primo a Salerno dove ho avuto la fortuna di avere in squadra giocatori di un certo livello dai quali ho appreso tanto durante ogni singolo allenamento ritagliandomi anche un discreto spazio essendo pure il mio primo anno in questa categoria, poi il trasferimento a Cecina la stagione scorsa dove ho giocato tanto e sono migliorato sotto diversi aspetti facendo soprattutto allenamenti extra come ogni “giovane” in primis dovrebbe fare.
C’è ancora tanta strada da fare bisogna sempre migliorarsi giorno dopo giorno dando sempre il 100% e curando sempre i minimi particolari!!”

In che modo Palestrina ti ha convinto? hai avuto modo di parlare con il coach per farti un’idea della squadra che si vuole proporre?
“Ho parlato con il coach mi ha spiegato come lui avrebbe impostato la squadra e quali sarebbero state le sue idee di gioco, mi sembra un’ottima impostazione e condivido pienamente. Conosco già qualcuno della squadra che si sta formando e sono convinto che saremo un bel gruppo in grado di fare molto bene”

A Palestrina ti ricorderanno per quell’ultimo quarto due anni fa in cui hai contribuito a “toglierle” il primo posto finale, sei pronto a farti perdonare? e scherzi a parte che ambiente si augura un giovane come te che ha bisogno di crescere?
“Speravo che qualcuno si fosse dimenticato… mi farò perdonare dai tifosi con delle prestazioni magari come quella di due anni fa se non migliori.. a parte questo siparietto simpatico penso che un giovane come me abbia bisogno in primis di fiducia ma soprattutto di vedere ogni domenica il palazzetto stracolmo di gente ad incitare la squadra; penso che questa sia una delle cose principali e più belle della pallacanestro, stare in un campo gremito di gente che tifa per questi colori, e noi faremo di tutto per ricambiare ciò con i risultati in campo.”