Universiade di Napoli 2019 - Italia supera la Cina, alla Semifinale 9°/12° posto

08.07.2019 14:22 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Universiade di Napoli 2019 - Italia supera la Cina, alla Semifinale 9°/12° posto

Avellino. Al PalaDelMauro di Avellino la Nazionale Universitaria batte la Cina 95-83 e accede così alle Semifinali 9°/12° posto del torneo di basket della trentesima edizione dell’Universiade.

Miglior marcatore Azzurro è stato Federico Mussini con 37 punti. Doppia cifra anche per Riccardo Visconti (19 punti) e Leonardo Marcon (12 punti e 9 rimbalzi).

"Non eravamo abituati a giocare di mattina – questo il commento di coach Andrea Paccariè – e la partenza è stata decisamente in salita. Poi l’abbiamo ripresa con l’atteggiamento giusto. Le poche rotazioni (Picarelli e Grande indisponibili, Visconti uscito per una botta alla coscia, ndr) e l’eccessiva aggressività dei cinesi ci hanno un po’ complicato la vita. Ma l’abbiamo chiusa con orgoglio. Questa squadra, dal punto di vista della resistenza, merita il podio”.

Così Federico Mussini: “La botta psicologica della sconfitta contro la Germania c’è stata. Ma sappiamo che dobbiamo rimanere concentrati e non sottovalutare nessun avversario. L’obiettivo è il nono posto, abbiamo la forza per centrarlo”.

Domani, 9 luglio, la Nazionale nata con il supporto dell’Università Luiss Guido Carli e dell’Aeronautica Militare affronterà la Croazia al PalaBarbuto (ore 20.00) nel penultimo impegno di Napoli 2019.

Alla palla a due l’Italia schiera Mussini, Mascolo, Longobardi, Cucci e Beretta. Inizio complicato degli Azzurri, che vedono la Cina andar via 15-4 dopo cinque minuti di gara. L’Italia si sveglia sul finire del primo quarto e mette la freccia sulla prima sirena con la tripla di Visconti.
La squadra di coach Paccariè prende fiducia, allunga 31-22 ancora con Visconti (alley-oop servito da Marcon), e tocca il massimo +12 con Beretta nel pitturato (43-31). La Cina risponde dall’arco con Zhu, ma gli Azzurri mantengono la distanza con la penetrazione di Mussini, che chiude 50-38 la prima metà gara.
L’Italia conduce anche nel terzo periodo. Sono sempre Visconti e Mussini i terminali preferiti dalla manovra Azzurra, mentre sotto le plance Beretta e Longobardi prendono le misure ai lunghi cinesi, ora meno efficaci rispetto ai primi due quarti. Sul finire del terzo periodo però, la Cina si riavvicina pericolosamente con Zhao e Zhu, e a dieci minuti dalla fine l’Italia ha un solo possesso di vantaggio: 69-66. I nostri rivali non vanno oltre, e anzi accusano nervosismo (tecnico a Wang), quando l’Italia ritorna con Marcon, in meno di 3 minuti, sul rassicurante +12 (78-66). Lieve brivido nell’ultimo minuto, quando Wan si presenta in lunetta sul 91-82, ma il suo 1/3 evita ulteriori patemi d’animo agli Azzurri, che chiudono 95-83.

Italia-Cina 95-83 (23-22, 27-16, 19-28, 26-17)
Italia: Mussini 37 (6/10, 6/12), Da Campo 2 (1/5, 1/2), Picarelli ne, Visconti 19 (5/6, 1/9), Longobardi 9 (3/6, 1/4), Marcon 12 (4/5, 0/2), Mascolo (0/1), Cucci 4 (1/7, 0/3), Gellera 6 (3/3), Beretta 6 (3/5), Demetrio ne . All. Paccariè
Cina: Yang 2 (0/1 da tre), Yuan 5 (1/2, 1/1), Ma, Zhang 18(4/8, 2/8), Zhu 20 (5/8, 3/9), Liu, Zhao 25 (8/10, 0/1), Wang 4 (2/4), Wan 5 (2/3), Guo 2 (1/1), He 2 (1/2, 0/3). All. Zhang
Tiri da due Ita 26/48, Cin 24/39; Tiri da tre Ita 8/32, Cin 6/23; Tiri liberi Ita 19/28, Cin 17/25. Rimbalzi Ita 42 (7 Marcon), Cin 43 (13 Zhao). Assist Ita 23 (9 Marcon), Cin 16 (4 Ma).
Note: Fallo tecnico a Wang al minuto 33.
Usciti 5 falli: Wang, Ma
Arbitri: Marques Paulo (Por), Meirson (Isr), Isachenko Vladyslav (Ucr)

Quarti 9°/16° posto – 8 luglio
Italia – Cina 95-83
Rep. Ceca – Russia 91-73
Croazia – Messico 71-68
Finlandia – Norvegia 62-39

Semifinali 9°/12° posto – 9 luglio
Ore 20.00 Croazia – Italia (PalaBarbuto, Napoli)
Ore 20.00 Rep. Ceca – Finlandia (PalaJacazzi, Aversa)