LIVE EL - L'Olimpia Milano insegue il Real Madrid senza successo

LIVE EL - L'Olimpia Milano insegue il Real Madrid senza successo

Per la sedicesima giornata della regular season di EuroLeague Basketball fari puntati sul Forum di Assago dove l'Olimpia Milano ospita il Real Madrid nella notte in cui festeggia il suo storico giocatore Sandro Gamba. Spagnoli senza Pablo Laso e i giocatori Alocen, Abalde, Thompkins ed Heurtel. Per l'Armani fuori gioco, come da un pò di tempo a questa parte, i soli Dinos Mitoglou e Riccardo Moraschini. Nessuna novità dallo shootaround della tarda mattinata, i dodici in campo saranno comunicati poco prima della palla a due prevista per le ore 20:30.

Olimpia-Real Madrid | Shootaround

Shootaround! Biglietti ➡ https://bit.ly/31LBCwb Diretta alle 20.30 su Sky Sport 1 e ELEVEN SPORTS #insieme #EuroLeague #AXMRMB #EveryGameMatters #SandroGambaNight #ForzaOlimpia

Pubblicato da Olimpia Milano su Giovedì 16 dicembre 2021

1° quarto - Williams-Goss apre le ostilità con una tripla. Causeur ne aggiunge due 0-5, e l'Olimpia comincia a carburare. Shields e Melli da tre per il pareggio con 7'31". Causeur e Troy Daniels imitano dall'arco con successo, come a seguire Poirier. Melli accorcia con 1/2 in lunetta 9-11 con 6'23". Liberi anche per Delaney, 1/2. Un paio di ottime difese per Milano, poi Hines corregge il tiro di Delaney ed arriva anche il vantaggio: 12-11. Tavares sbaglia da sotto ma si fa perdonare con una grande stoppata su Melli. Tecnico sanzionato a Laso, Rodriguez segna il libero e poi da sotto realizza il 15-11. Llull alza per Tavares e torna a segnare anche il Real Madrid. Due liberi per Melli, Tavares fa invece 1/2 dall'altra parte. Ingresso anche per Anthony Randolph, tornato l'ultima giornata di EuroLeague dopo un anno dall'infortunio. Bentil conquista due liberi: 2/2, 19-14. Grande canestro di Randolph dal post, poi recupero e Yabusele schiaccia in campo aperto: 4-0 Real che torna a -1. E termina sul 19-18 il primo quarto.

2° quarto - Primi due punti per Gigi Datome, l'Olimpia torna a +3. Perso Yabusele che da tre pareggia i conti. Rodriguez trova sotto Bentil e schiacciatona dell'ex Pana. Ma ancora Yabusele segna dalla lunga distanza, 23-24. Il francese ne mette altri due da fermo dalla media: 8 punti di fila per lui e timeout coach Messina sul 23-26. Shields lavora bene con il perno e da sotto segna appoggiandosi al tabellone. Yabusele fa 1/2 a cronometro fermo, poi Fernandez esce dal blocco e segna da tre con l'aiuto del ferro: 25-30. Milano fatica a trovare la via del canestro, Tavares recupera un rimbalzo offensivo e garantisce un altro possesso al Real dal quale arriva una bomba di Llull allo scadere dei 24": Real Madrid a +8. Timeout Olimpia con 2:00 al termine del quarto. Al rientro, Tavares è ancora un problema per l'Armani al rimbalzo offensivo, e trova anche due liberi. Il timeout con 58 secondi lo prende il Real, ma senza successo: palla persa ai 24 secondi, bonus esaurito da Taylor e Nunez, ma ultima palla per Shields che fissa il 27-35 all'intervallo.

3° quarto - Milano inizia forte, cinque punti in fila di Shields, con anche un recupero e contropiede, fa 32-35 e timeout Real dopo 34 secondi. Madrid restituisce lo 0-5 con Hanga e Causeur (tripla). Delaney segna due volte con Hanga nel mezzo e William-Goss riporta il +8. Doppio tecnico per Tavares e panchina, due liberi per Shields. Poirier stoppa Hines, che dall'altra parte del campo scippa la palla all'avversario francese. Delaney accorcia con 4'35" +4 Real. Tripla di Causeur e tripla di Ricci con 2'55". Melli stoppa Causeur ma l'Olimpia spreca diverse occasioni in transizione. Segnano Randolph e Rodriguez. Le lamentele dello spagnolo sono un tecnico che Llull non capitalizza, ma sull'azione un dimenticato Fernandez scrive tripla. Ci prova Datome, dall'arco, il ferro respinge e Hall ne ricava rimbalzo d'attacco e gioco da tre punti con 24 secondi. Llull quasi allo scadere viene lasciato solo, e la tripla è d'obbligo 48-55 al 30'.

4° quarto - Yabusele ne mette due all'inizio dell'ultimo quarto, Pippo Ricci replica con la tripla. I totem del Real fanno paura in area, ma Rodriguez se la sbriga al meglio e segna 53-57 con 8'29". Llull fa un pò di casino in attacco ma si premia con la terza tripla personale di serata, poi recupera palla in difesa. Il ritmo delle Merengues è davvero alto, Bentil non ferma Yabusele, ma il solito Devon Hall mantiene il -7. Nulla da fare, è Causeur a segnare da oltre l'arco il +10. Milano attacca e Llull la punisce in contropiede 55-67 con 5'34", timeout Messina. Che si gioca, come nel secondo quarto, la carta del doppio play con Delaney e Rodriguez insieme. Shields ne mette due, Delaney si prende uno sfondamento da Poirier ma non si segna due volte in fila. Ancora una ripartenza del Real, e Fernandez vola a canestro. Tocca a Bentil riscrivere -10 con 3'59". Fernandez però con palleggio, arresto e tiro +12. Rodriguez si vendica dell'ex compagno con una tripla e con 2'55" c'è il timeout dei Blancos. Anche Causeur punta il Chacho e segna, sono ancora +12 con 2' alla sirena finale. 2/3 di Delaney in lunetta, poi c'è una persa di Yabusele ma l'Olimpia non ha più possibilità di sbagliare. Coaching challenge chiesto da Mateo Diez, che sostituisce Laso in panchina. Confermata la persa di Yabusele con 94 secondi da giocare. Tripla di Shields su azione ben disegnata da Messina 67-73 con 1'25". Recupero di Melli su Llull, Shields attacca il ferro subisce fallo da Fernandez e va in lunetta. Anzi ci va Datome perché il polso di Shields sta male. Datome fa 2/2, -4. Messa in difficoltà la rimessa del Real, i giocatori olimpia chiedono verifica ma Llull va in lunetta per 1/2. Datome con la tripla fa -2 con 21 secondi. Causeur in lunetta con 15,8.1/2 e +3 Madrid, però il rimbalzo è di Tavares appena entrato in tutto il secondo tempo. Liberi per Hanga 0/2 ma l'arbitro fa ritirare di nuovo il secondo libero. Hanga sbaglia di nuovo, Tavares prende il rimbalzo ma è sua l'invasione e la palla torna a Milano con fallo fischiato a Yabusele. Mancano 5 secondi, Devon Hall in lunetta. Primo segnato, secondo sbagliato apposta come chiesto da Messina. Melli corre a bloccare Tavares, braccia alzate con palla che rimbalza verso Delaney che scocca il tiro della vittoria. Il pallone svirgola sul ferro, tocca il tabellone e va fuori. Sirena.

Il commento: il Real non riesce a distruggere negli ultimi 2' quanto di buono costruito nei 38' precedenti. Squadra talmente fisica da tenere in panchina il gigante Tavares per tutto il secondo tempo, salvo tirarlo fuori dalla naftalina per la giocata decisiva, talmente vecchia da mettere Llull e Fernandez in doppia cifra, talmente ricca di assenti illustri che non se ne è accorto nessuno. Olimpia invece sempre seconda in tutto e non facciamoci ingannare dal rush finale che stava per regalare un successo immeritato Con 72 punti in casa non si vince l'EuroLeague. Ormai come gioca l'Armani lo sanno tutti benissimo, Messina si dovrà inventare qualche diavoleria per tornare sugli 80 di media.

Olimpia Milano - Real Madrid 72-75. Boxscore: 18 Shields, 10 Rodriguez, 9 Delaney, 7 Datome, 6 Bentil, Hall, Ricci e Melli, 3 Daniels, 2p+9r Hines per l'Olimpia; 17 Causeur, 15 Yabusele, 12 Llull, 10 Fernandez per il Real.