NBA - 1984, Michael Jordan gioca oggi la sua prima partita NBA

26.10.2020 18:52 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - 1984, Michael Jordan gioca oggi la sua prima partita NBA

 IL 26 ottobre 1984 Michael Jordan sbarcò nella NBA. La stessa sera di un certo Charles Barkley. Terza scelta del Draft, il numero 23 dei Bulls ha già un buon record: campione NCAA con North Carolina e campione olimpico a Los Angeles. Forse è per questo che i Bullets, i suoi primi avversari, raddoppieranno la difesa su di lui per il suo esordio al Chicago Stadium.

Inutilmente: 16 punti, 5 su 16 sui tiri, ma con 6 rimbalzi e 7 assist, ma anche 4 stoppate e 2 palle intercettate! E soprattutto la vittoria (109-93).

Quella sera i dirigenti dei Bulls e il pubblico hanno avuto un momento di palpitazione. Fin dai primi minuti Michael Jordan aveva deciso di affrontare il ruvido Jeff Ruland, una sorta di fratellino di Bill Laimbeer. Volendolo posterizzare, cade malamente sulla schiena.

“È andato a sinistra per schiacciare sopra la testa del duro centro dei Bullets Jeff Ruland. Quest'ultimo ha alzato le spalle di fronte a questa intrusione e ha mandato Michael a terra " racconta Roland Lazenby nella biografia" Michael Jordan, The Life ".Lo stadio diviene improvvisamente silenzioso mentre Jordan giace a terra senza vita. Finalmente si alza. In seguito si lamenta di dolori a collo e testa. Sia lui che Ruland hanno successivamente affermato che il contatto non era volontario. 

Tuttavia, quello era il segnale per un nuovo schema: Jordan raggiunge le cime degli alberi per attaccare il cerchio e gli alberi gli fanno sapere cosa ne pensano. Dopo 7'27 di gioco nel primo quarto, ha segnato il suo primo canestro in NBA, un tiro da 3,50 metri sul lato destro. Da lì, il suo nervosismo lo ha reso irregolare nel tiro. Michael ci è riuscito solo 5 su 16. Ha segnato 16 punti, con 7 assist e 6 rimbalzi. 

Ha anche perso 5 palloni, oltre ai suoi 9 tiri falliti. Tuttavia, per i fan vale già il prezzo del biglietto. "È stato un buon inizio per la mia carriera" ha detto in seguito Jordan. "Il mio obiettivo principale era coinvolgere tutti stasera. Innanzitutto, assicurare di dare il massimo. Quindi servire i centri. Lì, tutto va a posto." Una cosa sicuramente sarebbe cambiata. In questa prima partita, la palla aveva passato molto tempo nelle mani dei suoi compagni di squadra.