LBA - Virtus Roma, Piero Bucchi "Ripartenza lenta, ma tutto si sistemerà"

09.04.2020 12:40 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Virtus Roma, Piero Bucchi "Ripartenza lenta, ma tutto si sistemerà"

Tira le somme della stagione anche il tecnico della Virtus Roma Piero Bucchi, con un ampia panoramica nell'intervista concessa a Andrea Perari per il Corriere di Romagna. Ecco un estratto.

Stop condiviso. Si purtroppo il campionato è chiuso ma credo sia stata la decisione più giusta. La condivido perchè pensare di allenarci in uno sport di  contatti come il nostro sia francamente improponibile. E' un momento difficile che va preso con grande serietà.

Virtus Roma 2019-20. Molto bene fino a Natale, anzi oltre le aspettative, considerando che eravamo una neopromossa. Finiamo la stagione salvi, quindi il nostro obiettivo l'abbiamo centrato. Da fine dicembre però abbiamo avuto diversi problemi perchè si è rotto qualcosa, soprattutto a causa degli infortuni e siamo  andati un po' in difficoltà.

E dopo. Intanto ci sarà una gran voglia di ripartire. Quindi grande entusiasmo. Mi sembra poi che il Governo si stia muovendo anche sullo sport per dare  qualche agevolazione, in maniera tale che possa essere più facile riprendere. Mi rendo conto che non sarà semplice però penso ci possa essere un  rimbalzo positivo.

Attività giovanile. E' chiaro che spesso i genitori devono pagare, ma spero che con un adeguamento dei costi si riuscirà a contenere i danni. Sono  convinto che ci sarà sempre la possibilità di fare attività in maniera normale, con un piccolo sacrificio sia delle famiglie che delle società. Come sempre  ci sarà un incontro a metà strada che garantirà la continuità dello sport giovanile, anche perchè se lo perdessimo, perderemmo la vita del Paese e non  possiamo permettercelo.

Ripresa. Qualche problematica ci sarà senz'altro, perlomeno molta paura iniziale. Per un po'di tempo ci sarà una ripartenza lenta e legata alla  sopravvivenza delle aziende. La lettura sarà più facile tra un paio di mesi, volendo fare una previsione, immagino all'inizio una contrazione per poi tra  un paio d'anni tornare a un basket, un volley o un rugby come lo abbiamo visto negli ultimi anni