Avellino, Microgame nuovo sponsor?

12.01.2012 01:05 di Massimo Roca   Vedi letture
Fonte: Il Mattino
Avellino, Microgame nuovo sponsor?

Solito Sos, solita soluzione? Questa volta le vicende societarie della Scandone acquistano un pathos diverso dal passato. Il fervore con cui prima il pubblico, attraverso la plateale ed inedita presa di posizione nei confronti di tre consiglieri regionali, e poi vecchi e nuovi dirigenti, politici ed istituzioni, si stanno muovendo in queste ore, dà il segnale di un prossimo punto di svolta o di non ritorno, a seconda degli esiti, ma in ogni caso di cambiamento. Il rischio che febbraio rappresenti la deadline della Scandone 1948 è più di un oscuro presagio, è una realtà acclarata dalle stesse intenzioni del presidente Sampietro di consegnare la società nelle mani del sindaco. Come sempre, in questi casi, si rincorrono una ridda di cifre. Il primo nodo è chiudere la stagione, onorando gli impegni, le scadenze burocratiche (multa Comtec, tasse gara, ricapitalizzazione), ma soprattutto gli emolumenti dei cestisti e le pendenze pregresse. Il secondo aspetto, non scindibile dal primo, sta nella necessità di superare la paludata condotta del vivere alla giornata, non solo imposta dalla acquisita qualità del marchio Scandone nel contesto del campionato di serie A, ma soprattutto da una necessità di programmazione indispensabile in un contesto sportivo di vertice. Il blocco alla sponsorizzazione dell’Air ha scoperto il classico vaso di Pandora. E come sottolineavamo qualche giorno fa: non tutti i mali vengono per nuocere. Eppur si muove: l’interesse verso la Scandone questa volta è davvero galileiano. Tre i fronti caldi, non alternativi, ma assolutamente complementari. Il primo politico che stimolerebbe l’ingresso di un marchio locale al fianco della Sidigas. Il secondo, sempre in tema di sponsorizzazioni, potrebbe scaturire dall’interessamento dello stesso dg dell’Air, Dino Preziosi, che si sta adoperando per reperire nuovi sodalizi nell’indotto dell’azienda di trasporti. Negli ultimi giorni ha acquisito concretezza una ulteriore possibilità. Secondo indiscrezioni il responsabile dell’ufficio marketing della Scandone, Giuseppe Pergola, ha allacciato contatti con Microgame, società beneventana di caratura internazionale che opera nel settore del web entertainment. L’azienda è già partner della Scandone con un marchio del proprio indotto e sta valutando la possibilità di ampliare la propria partnership con la società biancoverde. Negli ultimi giorni ci sono stati due incontri presso l’Hotel De la Ville con il management di tre marchi appartenenti alla fitta galassia dei giochi on line che fa capo all’azienda. Sono state già richieste le necessarie informazioni ai vertici Scandone per stilare un programma di collaborazione pluriennale. Una trattativa decollata grazie all’impegno del marketing biancoverde, attivo da mesi su più fronti: dal design della nuova canotta, con l’apprezzato accostamento delle diverse tonalità di verde, alla trattative per la valorizzazione del prodotto Scandone e della struttura del Pala Del Mauro. Proprio la sensibilità verso tali prerogative, nonché quella verso le sorti del basket avellinese, ha stimolato l’impegno di un manager irpino di tale azienda che sta spingendo per il buon esito dell’operazione. Continua intanto incessante l’attività degli Original Fans. L’invito a Vinicio Capossela è giunto a destinazione e si attende con fiducia una risposta. Sul fronte dell’assemblea pubblica di venerdì sera al Pala Del Mauro, sono arrivate le adesioni dei consiglieri regionali Foglia e D’Amelio, del vice presidente De Mita, del presidente della Provincia Sibilia e del sindaco Galasso. Non hanno ancora confermato la loro presenza i consiglieri Nappi e Ruggiero: “Gli OF colgono l’occasione per lanciare pubblicamente un invito al consigliere Zecchino non essendo riusciti a contattarlo direttamente”.