Italia, per Pozzecco la Nazionale punto di riferimento per crescita movimento

23.10.2019 00:16 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Italia, per Pozzecco la Nazionale punto di riferimento per crescita movimento

Ieri mattina, prima della partenza per la Turchia, con la prima trasferta stagionale di Basketball Champions League, coach Gianmarco Pozzecco ha preso parte alla riunione programmatica del Settore Squadre Nazionali Maschili. Un incontro per ragionare e programmare il futuro con tutte le componenti che fanno parte delle squadre nazionali maschili: a Milano si sono incontrati il presidente Fip Giovanni Petrucci, il Segretario Generale Maurizio Bertea, il CT Meo Sacchetti, il Responsabile Sviluppo Settore Squadre Nazionali Maschili Salvatore Trainotti, il Coordinatore Tecnico del Settore Squadre Nazionali Giovanili Andrea Capobianco, il Team Director della Nazionale Senior Maschile Roberto Brunamonti e coach Pozzecco in qualità di capo allenatore della Nazionale Sperimentale.

“Sono contento ed entusiasta dell’incontro di ieri, guidare la Nazionale Sperimentale è un’opportunità che mi responsabilizza perché credo che la Nazionale azzurra sia un punto di riferimento fondamentale per il basket italiano e un veicolo decisivo per la crescita del nostro movimento cestistico. Da ex giocatore conosco bene l’emozione e la responsabilità che si prova a indossare la maglia azzurra, è un coinvolgimento completamente diverso da qualsiasi altro _commenta coach Gianmarco Pozzecco_. Adesso ci attendono due appuntamenti importanti: il primo è forse il più complicato ed è il Preolimpico, sappiamo che qualificarci sarà complesso, ci sono pochi posti per tante nazioni competitive, ma sono ottimista. Il secondo è l’Europeo in agenda nel 2021 che avremo l’opportunità di giocare in casa, insieme alla celebrazione del centenario della Federazione. Ieri si respirava un clima di grande entusiasmo, sono davvero felice di poter far parte di tutto questo: da allenatore credo fermamente negli italiani ai quali ho dato spazio sia lo scorso anno sia questa stagione perché credo siano una risorsa fondamentale e sia una scelta che ripaghi. Ringrazio il presidente Petrucci per questa opportunità, avrò modo di vagliare il reclutamento di tutti gli italiani interessanti non avendo limiti di età e questo mi permetterà di avere un quadro della situazione molto chiaro, cosa che sarà utile anche in ottica Dinamo”.

Nessuno spoiler dal tecnico biancoblu ma solo un’anticipazione: “Mi piacerebbe costruire uno staff con giocatori simbolo che sappiano cosa significhi indossare quella maglia, che possano portare entusiasmo ed energia a questo progetto. Giocatori che siano di esempio nel costruire quella che potrà essere la Nazionale del futuro”.

La riunione. Confronto, condivisione e progettazione sono state le parole chiave alla base della riunione, che ha avuto come focus l’organizzazione delle attività delle Squadre Nazionali Maschili nei prossimi anni. La Nazionale A sarà impegnata, dal 23 al 28 giugno 2020, nel torneo Pre Olimpico in vista dei Giochi di Tokyo e prima ancora nella prima finestra di qualificazione a EuroBasket 2021, in agenda 17-23 febbraio 2020, con gli Azzurri già qualificati come paese ospitante. Nell’estate del 2020 sarà in attività anche la Nazionale Sperimentale di coach Gianmarco Pozzecco. Nella riunione sono state poste le basi anche per la costruzione della squadra che nel 2021 dovrà affrontare il campionato europeo (uno dei gironi a Milano) nell’anno del centenario della Federazione Italiana Pallacanestro. Tappe di un percorso condiviso che mira a integrare le attività della Nazionale Senior con quelle delle Nazionali giovanili in maniera armonica e organica nella convinzione che squadre Nazionali competitive siano un traino fondamentale per tutto il movimento cestistico italiano.