Olbia: metti insieme Sacchetti, Frates, Crespi e Ataman

21.09.2013 13:17 di Umberto De Santis   Vedi letture
linton johnson
linton johnson

Romeo Sacchetti, nelle vesti di padrone di casa del torneo Geovillage 2013 che prende il via oggi pomeriggio a Olbia e vede schierate l'un contro l'altra armate alle ore 18 Galatasaray-Montepaschi e alle ore 20:30 Dinamo Sassari-Cimberio Varese, prende la parola nella conferenza stampa di stamattina: "E' importante per noi confrontarci con le squadre migliori; è un passaggio necessario per diventare migliori, siamo contenti di essere qui. Questo torneo è uno spettacolo che non si trova da tutte le parti e che a tutti fa piacere vincere".

Fabrizio Frates apre una finestra sulla stagione italiana che sta per partire: "Sarà un campionato abbastanza simile per l’equilibrio rispetto a quello passato, una stagione incredibile con i playoff sempre alla settima gara. La situazione si può riproporre quest’anno, tutte le squadre sono competitive nonostante una estate non facile dal punto di vista economico. Per Varese l’anno scorso è stato straordinario, magico; noi dobbiamo avere la capacità di non dimenticare quello che è stato fatto,  in città si è acceso un entusiasmo incredibile. D’altra parte nella squadra ci sono stati rinnovamenti importanti, persi play e pivot dovremo ricostruire una nuova identità tecnica che non sarà quello dell’anno scorso. Diversi, con caratteristiche di gioco diverse, speriamo si arrivi agli stessi risultati.

Crespi e Ataman aprono la discussione al livello dell'Euroleague, in cui le due formazioni sono state inserite nello stesso girone di Regular Season: "Un anno fa c’era una squadra favorita con l’obbligo di vincere ed era Milano - chiosa Marco Crespi. "Quest’anno ci sono più squadre che hanno qualità tecnica per competere per le prime piazze. Per quanto ci riguarda giochiamo con lo scudetto sulle maglie, questo è un onore e un onere, siamo una squadra completamente ricostruita e con differenti risorse. Il nostro primo obiettivo è verificarci nella possibilità di competere per vincere".

Ergin Ataman, ex coach della Montepaschi europea della Coppa Saporta, ancora amatissimo a Siena: "Siamo nello stesso girone con la Mens Sana, un girone molto equilibrato eccetto l’Olympiacos, campione d'Europa. Un girone molto pericoloso: al contrario di altri dove ci sono già le favorite per la promozione in Top 16, nel nostro ci sono cinque squadre per tre posti. Noi come Galatasaray abbiamo un buon roster però dopo aver mancato l’Euroleague lo scorso anno, è per la società una nuova esperienza. La Montepaschi gli anni passati era sempre una delle formazioni favorite per fare le Final Four, però quest’anno hanno cambiato moltissimo, anche per loro sarà una stagione molto dura come per tutte le altre squadre del girone".

Marco Crespi: "Concordo con quanto ha detto coach Ataman, sarà un girone dove sarà difficile individuare le favorite per il passaggio alle Top 16, a cui noi dobbiamo aggiungere l’esperienza nuova di proiezione a Firenze, affascinante ma senza un fattore campo consolidato e credo che da ogni singola partita, come dalla prima proprio contro il Galatasaray  sarà una sfida a cercare di superarsi".

Domenica 22 settembre 2012 alle ore 18 è in programma la finale 3°-4° posto, mentre la palla a due per la finalissima si alzerà alle ore 20:30.