A1 Femminile - Allianz Geas, sabato (ore 18) al PalaNat derby con Broni

03.04.2021 07:15 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A1 Femminile - Allianz Geas, sabato (ore 18) al PalaNat derby con Broni

A due gare dal termine della regular season, per l’Allianz Geas è più che mai importante provare a ottenere il massimo dagli scontri rimasti per guadagnare punti e, possibilmente, scalare posizioni in classifica. Sabato 3 aprile Sesto ospiterà al PalaNat alle ore 18 Broni, undicesima a quota 14 punti, per il quarto e ultimo derby stagionale tra formazioni lombarde. Le ragazze di coach Zanotti sono attualmente seste con 30 punti – al pari della quinta Empoli, che sarà la sfidante delle rossonere nell’ultima giornata di campionato – e arrivano da un’importante vittoria di carattere ottenuta sul parquet della quarta Virtus Bologna per 74-58 nel posticipo dell’undicesima giornata del girone di ritorno. Alla Segafredo Arena le geassine, senza Panzera (praticamente zero quest’anno le occasioni in cui l’Allianz è sceso in campo con la formazione al completo e senza problemi fisici), hanno mostrato una pallacanestro energica, altruista quando possibile e vantaggioso ed efficace in attacco, oltre che una difesa solida, attenta e reattiva; contro Broni Sesto proverà dunque a rimettere sul campo quanto visto con le emiliane, partendo anche dai punti fermi della fase conclusiva e realizzativa: la talentuosa ala Jazmon Gwathmey, appena rientrata da uno stop di un mese con una serata da Mvp con 23 punti, 6 rimbalzi e 2 assist (14.5 punti e 5.3 rimbalzi di media), la fisica lunga Bashaara Graves, dotata di un grande senso del posizionamento a rimbalzo e di un gran fiuto per il canestro da varie zone del campo (15.3 punti e 8.3 rimbalzi) e la play Costanza Verona, brava a condurre i giochi del Geas e capace di spezzare le partite con colpi estemporanei dalla distanza o con penetrazioni nel traffico (12.5 punti, 3.8 rimbalzi, 3.5 assist). All’Allianz servirà il loro apporto e quello di tutte le altre, per provare a conquistare la quinta posizione o, più difficilmente, la quarta (Sesto ha la differenza canestri dalla propria contro Bologna, che ha anche già disputato la partita dell’ultima giornata di campionato con Venezia e chiuderà la regular season sabato in trasferta a Lucca).

Nell’ultimo turno Broni ha ottenuto un successo casalingo contro Sassari, battuta per 68-65 (20+8+5 di Madera, 22+10 di Davis Reimer, 13+4+3 di Orazzo). Nella partita di andata giocata nel pavese le ragazze di coach Zanotti avevano avuto la meglio con facilità su quelle di coach Fontana per 69-36 (14 di Verona, 12+8 sia di Gwathmey che di Oroszova, 11 di Panzera). Ma in quella gara le bronesi non avevano potuto contare sulla pivot Usa classe ’93 ex Iren Fixi Torino (nella stagione 2018-19) Taya Davis Reimer, che, aggregata alla squadra da gennaio, sta tenendo la media di 13.4 punti e 7.1 rimbalzi. Dopo aver disputato 24 incontri, l’Allianz Geas sta facendo registrare 72.2 punti (51% da due, 33% da tre, 76% dalla lunetta), 35.1 rimbalzi e 13.8 assist; Broni 63 punti, ultima in A1 alla voce punti segnati, (41% da due, 29% dall’arco, 75% a gioco fermo), 31 rimbalzi e 14.5 assist.

Le sestesi sabato si troveranno di fronte un compatto gruppo di giocatrici italiane: dovranno prestare  particolare attenzione difensiva alla forte e promettente lunga nata nel 2000 Sara Madera, che sta producendo 13.6 punti e 7.6 rimbalzi ogni partita, all’esterna del 1994 Marida Orazzo, che sta macinando 13.3 punti, 3.3 rimbalzi e 2.3 assist, alla play nata nel ’98 Anna Togliani (9.3 punti, 2.1 rimbalzi e 2 assist), all’esperta ala ex Costa classe 1991 Giulia Rulli (7.4 punti e 3.5 rimbalzi) e all’ala del ’98 Francesca Parmesani (6.4 punti e 3.6 rimbalzi).

COACH ZANOTTI – “Nell’incontro di sabato serviranno attenzione e massima concentrazione. Nelle prossime due uscite avremo due partite difficili da vincere per poter arrivare al quinto posto. Sabato dovremo provare a pensare a Broni senza guardare alle posizioni in classifica, ma pensando di fare la nostra gara. Dopo l’incontro di Bologna sarebbe un peccato buttare via il buon lavoro iniziato. Ho fiducia nelle mie giocatrici: questa settimana stiamo lavorando bene, solo con un po’ di stanchezza”.

Ecco il commento di Gian Marco Petitto, assistente di coach Cinzia Zanotti sulla panchina sestese: “Broni è una squadra che fa delle giocatrici italiane i propri punti di forza, da quelle più esperte come Soli e Orazzo a quelle più giovani e promettenti come Madera e Togliani. Il loro è un buon nucleo di giocatrici al quale si è aggiunta da non molto tempo la straniera Reimer che dà quantità alla squadra di coach Fontana. È una squadra che gioca molto in campo aperto, che prende molti tiri da tre, che prova a sviluppare tante situazioni di pick and roll durante le quali viene coinvolto il maggior numero di giocatrici principali possibile. In generale, è un gruppo che vive di entusiasmo. Noi dovremo essere in grado di far valere la nostra fisicità, come abbiamo fatto a Bologna, e poi, trovandoci contro una squadra molto tattica, sarà necessario leggere al meglio i cambi difensivi e cercare di sfruttare i mismatch a noi favorevoli. È una partita per noi fondamentale: sappiamo di dover vincere per continuare la nostra rincorsa al quinto posto e uno degli elementi importantissimi sarà il desiderio di portare a casa 2 punti: questa dovrà essere l’arma in più che ci permetterà di provare a fare il risultato. Oltre alla rilevanza contingente della partita, questo è un derby, quindi non una partita come le altre: ci ricordiamo la partita di andata, durante la quale fummo davvero molto cinici lasciando a Broni poche occasioni; sappiamo ora che questa non sarà la stessa gara, ma allo stesso tempo dobbiamo essere concentrati sull’obbiettivo finale”.