ABA League: il passo falso del Partizan in Montenegro lancia il Buducnost in solitaria

La sintesi della ottava giornata di lega dei balcani
26.11.2019 08:00 di Marco Garbin   Vedi letture
N. Gordic (Partizan NIS)
N. Gordic (Partizan NIS)

Grande attesa questa settimana per il big match che ha visto i vice campioni in carica del Buducnost fronteggiare il Partizan più bello e vincente degli ultimi anni. Le due squadre, che vivono un momento decisamente positivo, hanno dato vita ad un match combattuto e appassionante che le ha viste appaiate fino agli ultimi 30", durante i quali i bianconeri improvvisano un harakiri: sotto di 2 dopo la marcatura di Nikola Ivanović William Mosley in attacco commette ingenuamente fallo gettando di fatto alle ortiche ogni velleità di recupero.
Si mangiano le mani anche a Ljubljana con il Cedevita Olimpija che perde la vetta cedendo al Zadar alla sua prima vittoria stagionale, e che vittoria: avanti per tutto il match e dominanti in tutto e per tutto i croati tengono gli sloveni sotto i 70 e ne mettono a segno 101! Una defaillance per il Cedevita o qualcosa di più serio?
Seconda sconfitta consecutiva per il FMP, battuto e scavalcato dal Koper del sempre più leader Marko Jagodić Kuridža. A nulla serve la lunga ricorsa serba, quasi compiuta ma sciupata nel finale.
Nel posticipo netta vittoria della Stella Rossa contro il Mornar e ancora Lorenzo Brown fra i protagonisti (video).

Risultati:
Koper - FMP 86:81; Krka - Igokea 76:75; Mega - Cibona 72:76; Buducnost - Partizan 65:60; Zadar - Cedevita Olimpija 101:63; Stella Rossa - Mornar 105:82.

Classifica:
Buducnost 15; Cedevita Olimpija e Koper 14; Stella Rossa, FMP e Partizan 13; Mornar e Krka 12; Cibona 11; Zadar, Igokea e Mega 9.