Bluenergy Novara corsara a Biella

22.01.2012 17:38 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: Ufficio stampa Novara basketball
Morganti
Morganti

E con questa siamo a quattro. Un 2012 che sta dando grandi soddisfazioni alla Bluenergy che vince a Biella 90-84 e complice la sconfitta di Pavia si porta al secondo posto in classifica. La gara contro i lanieri è stata caratterizzata senza dubbio da un atteggiamento molto positivo della squadra: pronti via la Bluenergy si è portata subito avanti chiudendo il primo quarto avanti di 11 punti segnandone 25. Come avevano chiuso la prima frazione i novaresi vanno avanti nella secondo rifilando altri 10 punti alla cestistica Biella e vanno negli spogliatoi sul 34-55. La Bluenergy  fino a questo punto mette in campo una partita perfetta, con un approccio molto concreto e positivo, delle ottime scelte offensive e difensive che le hanno permesso di “uccidere” la gara, non a caso i punti di vantaggio sono 20. Al rientro dal riposo lungo Biella prova a reagire e a riaprire la partita: arrivano ad avere anche 13 punti di svantaggio nel 3° quarto, subito la Bluenergy ci mette una pezza e si riporta a +19. Nell’ultima frazione invece cambia un po’ la musica: i padroni di casa fanno 28 punti, ma Novara in realtà non si è mai fatta impensierire più di tanto con Biella che tocca le 6 lunghezze di svantaggio solo nell’ultima azione. Ma tirando le somme i primi due quarti, probabilmente i più belli di tutto l’anno, hanno permesso di chiudere una gara che poteva senza dubbio finire anche con uno scarto maggiore, ma che era importante portare a casa in vista delle prossime gare che non saranno sicuramente facili.

“E’ stata una gara che abbiamo approcciato benissimo – commenta coach Morganti – che potevamo chiudere avanti di venti punti dimostrando di essere una squadra capace di “ammazzare” la partita subito e invece abbiamo permesso il loro rientro complicandoci un po’ la vita e dando l’impressione di essere una squadra traballante. Sono molto contento della prima metà della partita perché sono stati due quarti bellissimi, mi hanno permesso di ruotare bene la squadra e di dimostrare di cosa siamo capaci. Stiamo migliorando pian piano ma dobbiamo ancora imparare a chiudere le partite quando ne abbiamo l’occasione”. Certo è, come dimostra la sconfitta di Pavia, che ogni gara è a sé e ogni gara è da giocare fino in fondo: “Non puoi assolutamente pensare di passare una settimana senza praticamente scendere in campo – commenta Morganti – tutte le squadre, dalla prima all’ultima, devono giocarsi ogni gara con l’approccio giusto. Adesso la classifica è molto corta dal 2° al 5° posto e il nostro calendario certo non ci fa dormire sonni tranquilli con tutti gli scontri importanti nelle prossime settimane”. 

Quindi sarà una fase cruciale del campionato questa, visto e considerato che è ufficiale che saranno promosse entrambe le finaliste play-off.