BCL - Sassari vs Bamberg: le parole di coach Pozzecco e Kruslin

08.04.2021 22:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
BCL - Sassari vs Bamberg: le parole di coach Pozzecco e Kruslin

Il commento post partita di coach Gianmarco Pozzecco e Filip Kruslin al termine della sfida di Basketball Champions League

Filip Kruslin: “Siamo contenti di aver chiuso questa stagione di coppa con una vittoria e della partita disputata, Bamberg si è presentata con tantissime assenze, noi siamo entrati in campo con l’obiettivo di chiudere nel migliore dei modi e ora ci focalizziamo sul campionato”.

La disamina di coach Gianmarco Pozzecco: “Come ha detto Filip non era una partita facile perché il risultato nnon aveva valore, e in più abbiamo giocato 48 ore fa e tra due giorni ci aspetta un’altra partita importante. Sono contento perché i ragazzi hanno fatto quello che gli avevo chiesto ma sono dispiaciuto perché non abbiamo potuto competere per le nostre possibilità, per i problemi che abbiamo avuto negli ultimi due mesi tra infortuni e covid. La cosa che mi fa piacere è che non c’è stata una sola partita in cui non abbiamo lottato fino alla fine, i ragazzi hanno dato il 100% ed è per questo che mi dispiace non aver potuto competere”.

Il cammino europeo è stato sicuramente complicato dalle problematiche degli ultimi mesi: “Abbiamo avuto un lungo periodo in cui abbiamo giocato a memoria, riuscivamo a fare tutto quello che provavamo in allenamento. Quando abbiamo costruito la squadra abbiamo fatto una scelta ponderata con Federico Pasquini e la società di avere le rotazioni corte, con un budget ridotto. In questo momento credo che il covid tracci una linea di demarcazione tra chi l’ha avuto e paga le conseguenze e chi non l’ha avuto. Si tratta di fare i cnti non solo con la degenza -penso a giocatori come Toni, Marco e Marco Antonio- ma anche alla difficoltà poi nel recuperare la condizione che richiede più del solito. Dopo aver giocato a memoria, e lo fai in maniera gratificante, è ancora più difficile accettare le difficoltà soprattutto se come i miei ragazzi sei totalmente connesso con quello che fai. Anche oggi ho detto nello spogliatoio che torneremo a fare le nostre cose, dobbiamo solo avere pazienza. Siamo contenti perché constatiamo che la gente ci è vicina nonostante tutto, e noi non lo dimenticheremo”.