LBA - Dialogo molto serio sulla Virtus Roma

E' arrivato il momento d cercare dii mettere ordine nel silenzio che circonda la società romana
30.06.2020 00:29 di Eduardo Lubrano Twitter:    Vedi letture
LBA - Dialogo molto serio sulla Virtus Roma

De Santis: insomma ci siamo. Il 1 luglio Claudio Toti ha un incontro per cercare di cedere la società con un imprenditore no?

Lubrano: a me non risulta. E non mi risulta nessun incontro a breve tra la proprietà e qualcuno interessato. Chi ti ha detto questa cosa del 1 luglio?

DeSantis: una fonte importante che mi ha dato anche qualche altra specifica che però davvero non si può riferire. Ma se tu dici di no…Allora che succede? Qui serve chiarezza dopo le tante voci di queste settimane Miele, Campari, ecc.ecc.

Lubrano: mettiamo ordine. Le voci a cui ti riferisci erano queste: alcune persone hanno chiesto – per cercare di aiutare la Virtus Roma – ad alcune altre persone se fossero interessate ad entrare nella società. La risposta è stata “no”, secco, quindi tecnicamente nessuna trattativa.

DeSantis: va bene per il passato. Ma adesso com’è la situazione?

Lubrano:  Io so che ci sono due o tre contatti con persone o gruppi che potrebbero essere interessati ma nulla di più. Tra i quali quel gruppo che c’era prima del blocco per il Covid19 e che ora…

DeSantis: e che ora? Dai spiegati meglio….

Lubrano: senti io so solo che prima del blocco questa azienda sembrava molto interessata poi questo interesse si è raffreddato durante e dopo il lockdown ma questo lo sanno tutti e ne hanno scritto tutti


DeSantis: non hai risposto però, ed ora?

Lubrano: ed ora, ed ora….ora le cose sono cambiate perché fare pallacanestro in Italia, e a Roma ancora di più, è difficile è molto dispendioso. Dopo il Covid poi ci vuole coraggio... di qui il tentennamento.


DeSantis: non sarà che Toti chiede troppo come al solito?

Lubrano: uffa con questa storia che chiede troppo…ma hai idea di quanto costa gestire la Virtus, ma potrebbe essere una qualunque altra società?

DeSantis: no…o meglio un’idea ce l’avrei, so che l’anno scorso per la stagione sono serviti circa 4 mln di euro

Lubrano: si più o meno. Ma adesso chi vuole prendere la Virtus deve mettere sul tavolo soldi subito, molti soldi. Soldi cash, liquidità immediata ma ti rendi conto che questo è un problema di tantissime aziende italiane?


DeSantis: certo che sì. Ma siamo al punto di partenza e ti chiedo una risposta: la Virtus si iscrive o no alla prossima serie A?

Lubrano: non lo so. Ad oggi viste le difficoltà di cui ti ho parlato non saprei cosa dirti. Ti dico per certo che la proprietà sta facendo di tutto per vendere la maggior parte delle sue quote mantenendone una quota di minoranza pur di favorire l’ingresso di nuovi soci. Ma visto che da una parte c’è molto silenzio, dalla Virtus, e poi però c’è chi garantisce come dici tu che il 1 luglio c’è un incontro, mi pare che per adesso vince l’incertezza.

DeSantis: va bene ho capito. Allora ti chiedo: se da qui al 31 luglio non si dovesse trovare un acquirente delle quote di maggioranza, Claudio Toti iscriverà la squadra al campionato e rifarà la squadra?

Lubrano: la mia impressione? No.