WNBA - Giorno 14, Sun in vetta; si sblocca New York ma non Dallas

10.06.2019 14:14 di Martino Parise Twitter:    Vedi letture
WNBA - Giorno 14, Sun in vetta; si sblocca New York ma non Dallas

Ben 5 gli incontri disputati nella serata di ieri, a partire da Mystics-Wings: dopo 15' di difficoltà, le capitoline si sono sbarazzate di Dallas, che rimane ancora a quota zero successi, per 86-62. Protagoniste Aerial Powers (18 punti) e Tianna Hawkins (21, career-high) entrambe in uscita dalla panchina, ma vanno in doppia cifra anche le solite Delle Donne, Toliver e Cloud; solo Johnson (15) e McGee-Stafford (10) raggiungono la doppia cifra per delle Wings che devono anche fare i conti con l'infortunio alla caviglia della rookie Arike Ogunbowale.

 

 

 

Molto più combattuti gli incontri giocati a New York e Atlanta: nella Grande Mela, le padrone di casa trovano finalmente la prima gioia stagionale, con un 88-78, al termine di una sfida in cui le Las Vegas Aces hanno sempre inseguito da vicino ma senza mai trovare il colpo del sorpasso. E' ovviamente Tina Charles (21) la top scorer per le Liberty, ma pesano anche i 17 con 6 assist di Hartley, i 15 di Nurse e le 5 stoppate di Zahui. Dall'altra parte, ancora non funziona al meglio l'asse Wilson-Cambage, con la Rookie of the Year 2018 che incappa in una serata da soli 5 punti, mentre l'australiana e McBride realizzano rispettivamente 17 e 25 punti.

 

 

 

Aveva invece trovato il pareggio, Atlanta, dopo aver inseguito per tre quarti e mezzo le Connecticut Sun, ma la solita dominante Jonquel Jones (17+13 rimbalzi e 5 stoppate) e l'ottimo finale di Jasmine Thomas (seppur entrambe autrici di parecchi errori al tiro) premiano le arancioni per 59-65, che rimangono così in vetta alla classifica con 5 vittorie in 6 partite. Doppia-doppia anche per Alyssa Thomas (12+12).

 

 

 

Comodo successo per le Phoenix Mercury in casa delle Indiana Fever, nonostante l'ultimo periodo rischi di riaprire un incontro dove le ospiti hanno avuto anche 27 punti di vantaggio. Principali attrici del 87-94 finale sono Griner (26) e Bonner (25) assieme alle guardie Leilani Mitchell (17), appena aggiunta al roster, e January (16). Una delle due Mitchell di Indiana, Kelsey, con 26 punti è invece la top scorer della squadra uscita sconfitta. Alle Fever non basta nemmeno il 10/16 da dietro l'arco.

 

Arriva il bis per Chicago, che supera di nuovo le Seattle Storm, questa volta per 78-71 (il 1° giugno fu 83-79). Nemmeno i 20 punti a testa di Loyd e Howard riescono a fermare delle Sky guidate dalla doppia-doppia di Cheyenne Parker (18+11), dal 7/8 al tiro di Dolson e dagli 11 punti e 7 assist di Vandersloot. Ancora in ombra Quigley: appena 4 punti con 1/5 per la guardia di passaporto ungherese.