Serie C - Fotodinamico non sarà più il main sponsor dell'Accademia Basket

04.05.2020 17:40 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie C - Fotodinamico non sarà più il main sponsor dell'Accademia Basket

Dopo due anni e mezzo di proficua collaborazione si separano le strade dell'Accademia Basket e del main sponsor Fotodinamico. L'emergenza legata alla diffusione del Covid-19 ha portato l'azienda a rivedere le strategie in termini di sponsorizzazione, determinando, pertanto, il mancato rinnovo dell'accordo per la stagione 2020/2021.

Dopo aver sposato con entusiasmo il progetto Accademia nel novembre del 2017, l'azienda leader nel settore delle energie rinnovabili ha accompagnato la società sia nel suo secondo anno di Serie B che nel nuovo corso inaugurato nell'estate del 2018, improntato soprattutto sulla valorizzazione dei giovani talenti locali.

L'Accademia Basket è grata all'azienda Fotodinamico per l'apprezzabile sforzo profuso a sostegno delle attività del club e per la sensibilità mostrata verso il valore sociale della pratica sportiva.

“Non posso che esprimere un sentito ringraziamento all'imprenditore Luca Figarini – dice il presidente Riccardo Fiorelli – Fotodinamico ha apprezzato le nostre idee e le ha sostenute in maniera encomiabile, fornendoci inoltre un importante supporto all'indomani della retrocessione del 2018, quando la nostra società sportiva è andata incontro a un delicato riassetto. In un momento difficile come quello che stiamo vivendo è giusto che le realtà imprenditoriali danneggiate dall'emergenza facciano delle scelte a tutela del proprio personale. Auguriamo a Fotodinamico le migliori fortune nella speranza, magari, di ritrovarci fianco a fianco una volta terminata l'emergenza”.

“L'esperienza da main sponsor dell'Accademia Basket è stata positiva e gratificante – afferma invece Luca Figarini – continuo fermamente a credere nella bontà del progetto costruito dal presidente Fiorelli e dai suoi collaboratori, ma le prospettive economiche ci impongono di essere quanto mai prudenti. Lo dobbiamo innanzitutto agli oltre 40 dipendenti che siamo stati costretti a mettere in cassa integrazione. Ho apprezzato davvero tanto il lavoro svolto dalla società in questi due anni e mezzo, e mi piace pensare si tratti soltanto di un arrivederci. Qualora dovessimo trovarci in futuro a programmare dei nuovi piani di sponsorizzazione, la prima realtà sportiva cui mi rivolgerei sarebbe senz'altro l'Accademia Basket”.