Serie B - Pallacanestro Crema alle prese con Piadena

20.10.2019 07:46 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - Pallacanestro Crema alle prese con Piadena

Secondo derby cremonese della stagione, il primo tra le mura amiche dopo il match in trasferta contro la Juvi Cremona. Al PalaCremonesi arriva Piadena, avversaria di tanti scontri nella categoria inferiore e neopromossa in serie B.

La società del presidente Piazza, vertice di un "triumvirato" con il DS Tonghini ed il GM Toninelli che da anni mantiene nei campionati nazionali una piazza di tremila abitanti, ha ritenuto di premiare con la conferma buona parte del gruppo che ha conquistato la promozione in serie B.

Oltre a coach Tritto è rimasta l'ossatura della formazione dello scorso anno, formata dal play Leone, ex Iseo e probabilmente il più valido interprete del ruolo lo scorso anno in C, bravo in regia e con una discreta mano, il tiratore Tinsley, già affrontato con la maglia di Lugo, giocatore dalla meccanica di tiro estremamente rapida e quindi difficile da marcare, l'altra guardia Corno, anch'egli ottimo realizzatore ed estremamente freddo quando il pallone scotta (anche nazionale tre contro tre), l'ala forte Lorenzetti, già vincitore del campionato in maglia Orzinuovi, che ha nella fisicità e nell'abilità difensiva le proprie armi migliori ed il centro ex NBB Brescia Olivieri, ottimo rimbalzista.

A rinforzare il roster a disposizione di Tritto sono arrivati Vignali, giocatore versatile che può giocare sia da 4 che da 5, mancino con un buon tiro da 3 punti, che a dispetto della giovane età vanta già molte esperienze in varie categorie dal settore giovanile alla A2, Da Ros, play che all’occorrenza può giocare anche guardia, dotato di buona visione di gioco e grande velocità che sa farsi valere anche in termini realizzativi, sia dall’area che dalla lunga distanza, l'ala Giovara, giocatore molto fisico che all’occorrenza può giocare anche da ‘quattro’ tattico e l'ala/centro Dal Maso, giovane ma già con esperienza nella categoria.

E' l'ex dell'incontro, il viceallenatore cremasco Andrea Pedroni (cinque anni a Piadena) a presentarci il match: "Loro sono una squadra molto ben allenata, con caratteristiche precise e con una forte identità e vengono da un anno esaltante culminato con la promozione in serie B. Credo non dovremo farli correre, vincere le battaglie individuali di 1contro1, cercare di essere superiori a rimbalzo, decidere noi quale ritmo tenere e far valere il nostro fattore campo come successo con Olginate. Loro hanno 8/9 giocatori con punti nelle mani e sarà fondamentale togliere ad ognuno di loro sicurezza, riuscendo a limitarli nei loro punti forti. Inoltre, frase banale, nei derby non ci sono mai squadre favorite, in particolare modo in una settimana come questa con 3 partite in soli 8 giorni."

Apprensione in casa cremasca per le condizioni di Gaetano, uscito anzitempo a Bernareggio per un risentimento muscolare, mentre a Piadena è in dubbio De Ros. Molto dipenderà anche da come le due formazioni sono uscite dal turno infrasettimanale, che potrebbe aver lasciato scorie nei muscoli degli atleti. In questo senso sicuramente favorita Piadena che ha incamerato i primi due punti della stagione contro Mestre rispetto a Crema, uscita sconfitta da Bernareggio al termine di una battaglia molto fisica.