Serie B - Faenza riparte dal PalaCattani contro Olimpo Alba

28.11.2020 09:05 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - Faenza riparte dal PalaCattani contro Olimpo Alba

Inizia dal PalaCattani il campionato della Rekico. Domenica alle 18 i faentini riceveranno la San Bernardo Alba nel turno inaugurale del girone A1. Un esordio ricco di insidie per la formazione di coach Serra visto che i piemontesi hanno già mostrato tutte le loro qualità nella preseason, soprattutto nella Supercoppa del Centenario dove hanno raggiunto la Final Eight.

Dal match con Alba avremo al nostro fianco e sulla divisa di gioco il marchio di Kopron, primo produttore in Italia per capannoni, portoni e baie di carico, sponsor che da questa stagione ha scelto di sposare il progetto dei Raggisolaris.

La partita sarà trasmessa in diretta gratuita sul canale You Tube della Lega Nazionale Pallacanestro.

L’AVVERSARIO Tanti giovani di valore alla conquista della serie B. Può essere questo lo slogan della San Bernardo Alba, prima formazione che la Rekico incrocerà nel campionato 2020/21. I piemontesi hanno rivoluzionato il roster della scorsa stagione cedendo molti elementi d’esperienza come Terenzi (passato a Cesena) per puntare su ragazzi al debutto nel terzo campionato nazionale, ma che si sono già messi in luce nei tornei seniores. A guidare il gruppo c’è il confermatissimo coach Luca Jacomuzzi, ormai una istituzione ad Alba dato che ha guidato la squadra dalla C Regionale alla B, torneo che vedrà i piemontesi parteciparvi per la quarta volta consecutiva. I risultati di questo nuovo progetto sono già arrivati, dato che Alba ha vinto il proprio girone di Supercoppa del Centenario battendo anche Omegna e qualificandosi alla Final Eight dove ha perso contro Bernareggio nei quarti, formazione vincitrice della competizione.

Top scorer della preseason è stata la guardia Francesco Reggiani con 23.5 punti di media, guardia\ala classe 2002 arrivato dalla Novipiù Campus Piemonte società di C Gold piemontese che lo aveva in doppio tesseramento con Torino, partecipante all’A2. Altro realizzatore è Emanuele Tarditi, centro classe 1993, uno dei quattro senior confermati insieme all’ala Luca Antonietti, al playmaker Andrea Danna e alla guardia Luca Coltro. Il quinto e ultimo senior è Marcello Eirale, play che ritorna ad Alba dopo molte stagioni in serie D.

Gli altri atleti del roster sono dunque under, ovvero nati dal 1998 in poi. Da Fabriano (serie B) è arrivato il centro Luigi Cianci (classe 2000), da Ravenna (serie A2) la guardia\ala Simone Farina (2001) e dalla Ginnastica Torino (C Gold Piemontese) la guardia\ala Alberto Toppino (classe 2000). Completano l’organico i ragazzi promossi dal vivaio, alcuni di loro già nel giro della prima squadra: Danilo Tagliano, ala del 2002, Ferragaku Argent, guardia\ala del 2002, Filippo Novello, play del 2002, e Federico Bravi, guardia\ala del 2002. Alba non potrà purtroppo contare su Nicolò Castellino, play\guardia del 2002 di grande talento pure come Reggiani arrivato dal doppio tesseramento tra Novipiù Campus Piemonte e Torino, infortunatosi nei mesi scorsi e ancora fermo ai box.

Il GIUDIZIO Alba è una delle formazioni più interessanti del girone A1 e grazie anche alla giovane età non molla mai fino all’ultimo come ha fatto vedere contro Bernareggio. La velocità di gioco e la qualità dei singoli potrebbe farla diventare una delle rivelazioni della stagione.

IL PREPARTITA “Finalmente si gioca: non avevamo più voglia di allenarci! – scherza l’ala Simon Anumba -. È dal 31 agosto che lavoriamo e ora siamo pronti per giocare la prima partita di campionato. Sono molto soddisfatto della nostra preseason e sono ottimista per questa stagione. Ci siamo ritrovati a fine estate che eravamo un gruppo con tanti nuovi giocatori e grazie al lavoro, siamo cresciuti settimana dopo settimana diventando sempre più una squadra unita e affiatata. Ci aspetta un campionato atipico, perché per la prima volta ci saranno otto gironi da otto, ma sono convinto che possiamo fare bene e toglierci delle soddisfazioni.

Alba è tosta come dimostra anche la qualificazione alla Final Eight di Supercoppa del Centenario. Bisognerà affrontarla con la giusta determinazione e non sottovalutarla, facendoci sentire fisicamente sin dai primi minuti e mantenendo poi il nostro ritmo e l’intensità per tutta la partita. Abbiamo mostrato in tutte le partite di avere carattere e di non mollare mai fino all’ultimo e queste qualità bisognerà mantenerle per tutti i quaranta minuti”.

PROSSIMO TURNO La Rekico ritornerà in campo domenica 6 dicembre in casa dell’Andrea Costa Imola, match in programma alle 18. Il prossimo match al PalaCattani sarà invece domenica 13 dicembre alle 18 contro i Tigers Cesena.