A2- Torino si prepara all'orologio, Ciani:" Alzare il livello contro squadre che non abbiamo mai incontrato"

Inizia la fase ad orologio per la Reale Mutua Torino ospite dell'Umana San Giobbe Basket Chiusi per la prima giornata della seconda fase (palla a due domenica ore 18:00 - PalaPania). La presentazione di coach Franco Ciani.
09.02.2024 15:09 di Emiliano Latino   vedi letture
Franco Ciani
Franco Ciani
© foto di Basket Torino

“Dopo aver parlato tanto inizia la fase ad orologio: la cosa interessante delle prime giornate sarà avere un quadro delle forze in campo, senza perdere di vista l’obiettivo della vittoria e di conseguenza della classifica.
In questa stagione le difese incidono molto più degli attacchi e, per questo, mi aspetto grande aggressività da parte loro e sono sicuro che cercheranno di rompere i nostri schemi.
È difficile preparare una partita di questo tipo, contro una squadra che non abbiamo mai incontrato. Dovremo avere la capacità di adeguarci ad un ritmo difensivo come nei finali delle ultime partite. In attacco lucidità sarà la parola d’ordine".


Chiusi? "Una squadra che ha fatto vedere le cose migliori soprattutto in difesa: il loro americano (Tilghman_ndr) e i due loro lunghi sono molto propensi a difendere bene. È mancato qualcosa in attacco, ma si sa che certe cose possono cambiare in poco tempo e dovremmo “sporcare” tutto quello che proveranno a costruire.
Ogni possesso, ogni tiro e ogni passaggio sarà fondamentale come se dovessimo già pensare ai playoff. Sarà una cartina tornasole importante che sfrutteremo al meglio per verificare il nostro livello"


Kennedy? Abbiamo parlato con il ragazzo: lui sa bene che in questa prima partita incontreremo una squadra che ha fame di punti e che nulla andrà lasciato al caso. Incontreremo quasi tutte le squadre del Girone Rosso e questo ci permetterà un ampio ventaglio di visioni in ottica futura.
 

Se sono timoroso? No, molto curioso di vedere come la nostra pallacanestro si metterà a confronto contro formazioni nuove, ma siamo pronti a giocarcele tutte fino in fondo”.
 

Sulla coppia Vencato-Schina “All’inizio sembravano una strana coppia: hanno trovato un eccellente equilibrio pur essendo diversi in tante caratteristiche, ma molto simili in alcuni aspetti tecnici e tattici. Sono complementari uno con l’altro e l’idea di farli giocare insieme ci farà sfruttare una nuova chiave tattica che abbiamo già messo in mostra contro la Juvi Cremona”.