LBA Final Eight - L'Olimpia Milano schiaccia Pesaro e conquista la Coppa Italia

14.02.2021 20:23 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA Final Eight - L'Olimpia Milano schiaccia Pesaro e conquista la Coppa Italia

Al Mediolanum Forum di Assago è tutto pronto per concludere la quattro giorni di Coppa Italia, una Final Eight targata Frecciarossa: alle ore 18:15 scenderanno in campo AX | Exchange Olimpia Milano e Carpegna Prosciutto Vuelle Pesaro, con in palio il titolo 2021. Milano l'ha conquistato sei volte, Pesaro due e insieme sommano 15 partecipazioni all'ultimo atto del torneo, 17 con oggi.

Il programma prevede che dalle 12:00 le due squadre abbiano il campo a disposizione per lo shootaround, che andiamo a documentarvi. Nonostante abbia due giocatori infortunati, Micov e Brooks, Ettore Messina dovrà sacrificarne altri due sull'altare del turnover. 

1Q - Parte forte Milano con un 5-0 con Punter e Leday ma anche con qualche sbavatura. Pesaro non si scompone e strappa con Cain e Drell uno 0-6 che la porta in vantaggio. La tripla di Delaney vale l' 8-6 alla fine del 3'. Hines e Leday proseguono il break milanese, ma a gran velocità Filipovity e Filloy riprendono le briglie all'Olimpia 12-10 al 6'. Non proprio la gara controllata che aveva chiesto Messina in sede di presentazione. Milano corre in contropiede, Leday e Punter allungano (5 perse della Vuelle), tripla di Filipovity 16-13, poi due per Hines entrando al 9'. Pesaro soffre i passaggi a vuoto da tre (1-7) Drell fa 19-15 con 30 secondi, Shields è 0/5 al tiro, ma Moraschini firma il massimo vantaggio al 10' 21-15.

2Q - Gigi Datome comincia il quarto con sette punti in fila 28-15, e la tripla fa chiamare timeout a Repesa dopo appena 84 secondi. Al rientro, la prima persa della Carpegna Prosciutto e il contropiede fermato col fallo sono due liberi per il solito Datome (9-0 personale). Shields e Punter finiscono di affondare Pesaro e Repesa sul parziale 15-0 si gioca anche il secondo timeout con 6'52". Al rientro Delaney ci mette la tripla poi con 6'04" Cain mette i primi due del quarto per i marchigiani 37-17. I primi due di Justin Robinson arrivano al 16', Cain in tap-in ne aggiunge altri due, ma arrivano a 10 le palle perse della Vuelle. Con 2'47" arriva una tripla di Datome dall'angolo, che si prende il titolo di MVP anzitempo, seguita da quella di Shields. Con 1'38" la terza in fila di Punter doppia la Vuelle 46-21. Piove sul bagnato, e Filloy fa 0/2 ai liberi, mentre Delaney fa 2/2. All'intervallo 48-21. Datome a Eurosport "Abbiamo fatto benissimo in 20', così nel secondo tempo".

3Q - Terzo quarto senza, ovviamente storia perché il recupero per una squadra più corta nelle rotazioni, stanca per aver giocato tre gare consecutive con meno di 24 ore tra una e l'altra e con un supplementare nelle gambe contro Sassari, poco può contro una Olimpia invidiabile per il livello di concentrazione che mantiene. Shields e il gioco da tre punti di Leday aprono il secondo tempo, Cain arriva pian piano alla doppia cifra di punti, ma la cifra al tiro da tre della Vuelle è da tragedia (1/14 al 30'). Al 25' Carlos Delfino segna i primi suoi due punti del match (58-27). Biligha e Moraschini si fanno spazio, la tripla di Gigi Datome sul finire del tempo vale il 74-36.

4Q - Milano ha messo i remi in barca, si tratta di arrivare alla fine di questi ultimi 10'. Per Henri Drell una buona occasione per andare in doppia cifra, cominciando con due liberi al 32'. 78-47 al 34' con la bomba di Delfino, quelle di Filloy e Moretti declinando verso il 37' 83-53, Filipovity e Cinciarini andando al 39'. Per Pesaro la soddisfazione di vincere il parziale (13-23). Risultato finale 87-59, trionfo totale per l'AX | Exchange Milano.

Il commento: veni, vidi, vici.

Olimpia Milano - Carpegna Prosciutto Pesaro 87-59. Boxscore: 15 Datome, 13 Punter e Leday, 10 Delaney, 9 Shields, 7 Moraschini e Biligha, 5 Hines e Moretti, 2 Cinciarini, 1p+8as Rodriguez per Milano; 15p+12r Cain, 12 Filipovity e Drell, 5 Filloy e Delfino, 4 J. Robinson e Tambone, 2 Zanotti per Pesaro.