NBA - Free agency 2020: gli unrestricted free agent part 12

27.10.2020 15:10 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - Free agency 2020: gli unrestricted free agent part 12

La lunga pausa che il Coronavirus ha portato nella NBA ha fatto interrompere il campionato e, pur di avere una conclusione logica e completa, si è ripreso il 30 luglio 2020 fino alla vittoria dei Los Angeles Lakers sui Miami Heat. Adesso si scivola verso il mercato autunnale dei free agent che non mancherà di interesse. Ecco i protagonisti della dodicesima cinquina.

La undicesima parte è qui.

La decima parte è qui.

La nona parte è qui.

56 - Kyle O'Quinn, 30 anni, ultimo contratto 2.028.594 dollari a Philadelphia. Stats: 3,2 punti, 3,6 rimbalzi, 1,3 assist in 9,3 minuti nelle 27 partite stagionali in maglia Sixers. Comprimario nella carriera, comprimario anche in estate.

57 - Nerlens Noel, 26 anni, ultimo contratto 2.028.594 dollari a Oklahoma City. Stats: 7,7 punti, 4,9 rimbalzi, 1,0 assist in 18,4 minuti nelle 55 partite in maglia Thunder. Ha portato una discreta qualità nella panchina della franchigia, è ancora giovane potrebbe essere confermato, ma sconta l'incertezza su chi sarà il nuovo coach di OKC.

58 - Noah Vonleh, 26 anni, ultimo contratto 2.000.000 dollari a Denver. Stats: 3,8 punti, 3,7 rimbalzi in 11,0 minuti nelle 33 partite giocate in maglia Nuggets. Difficile vi rimanga.

59 - Ante Zizic, 23 anni, ultimo contratto 1.959.920 dollari a Cleveland. Stats: 4,4 punti, 3,0 rimbalzi in 10,0 minuti nelle 22 partite giocate in maglia Cavaliers. La franchigia non ha esercitato l'opzione per cui sarà free agent quando la NBA aprirà il mercato dedicato. Nel frattempo si è accasato al Maccabi Tel Aviv.

60 - Shabazz Napier, 29 anni, ultimo contratto 1.893.862 dollari a Washington. Stats: 10,3 punti, 2,9 rimbalzi,5,0 assist in 24,2 minuti nelle 51 gare in maglia Wizards. Ha trovato spazio per l'assenza di John Wall, che avrà come cambio Ish Smith nella prossima stagione. Una buona annata per Napier che troverà una collocazione anche perché questa free agency è carente di buoni playmaker.