Lega A - Nel PalaDesio Cantù affronta Brescia per il Trofeo Lombardia

12.09.2019 15:16 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Lega A - Nel PalaDesio Cantù affronta Brescia per il Trofeo Lombardia

Il Trofeo Lombardia significa tante cose, una su tutte: tradizione. Non a caso, quella che andrà in scena il prossimo weekend al “PalaDesio” sarà l’edizione numero undici. Un torneo estivo che, in Brianza e non solo, con il passare degli anni è diventato appuntamento imperdibile per gli appassionati di pallacanestro. E il periodo in cui viene disputato, quasi sempre verso la metà di settembre, consente alle squadre partecipanti di testare la propria condizione fisica a pochi giorni dall’inizio del campionato, che quest’anno avrà inizio prima del previsto (per Cantù esordio il 25 settembre sul campo di Brindisi). Il Trofeo Lombardia, dunque, sarà sicuramente un bel banco di prova per la formazione allenata da coach Cesare Pancotto, contro avversarie di livello come Leonessa Brescia, Vanoli Basket Cremona e la grande novità rappresentata dal Cedevita Olimpija Ljubljana, formazione slovena iscritta alla prossima EuroCup.
 
Organizzato dalla società U.S. Aurora Desio, il torneo - noto anche come Rimadesio Cup per motivi di sponsorizzazione - prevede una formula classica con due semifinali, entrambe questo sabato, e due finali per assegnare 1°/2° posto e 3°/4° posto in programma domenica 15 settembre. Ad aprire la kermesse desiana sarà proprio l’Acqua S.Bernardo Cantù, in campo sabato sera alle ore 19:00 con la Germani Basket Brescia, vincitrice lo scorso weekend a Parma della quarta edizione del Memorial Matteo Bertolazzi, torneo a cui hanno preso parte anche i biancoblù allenati da coach Cesare Pancotto, giunti terzi dopo la “finalina” vinta sulla Openjobmetis Varese.  
 
A seguire, sempre sabato, alle ore 21:00 scenderanno in campo Cedevita Olimpija Ljubljana e Vanoli Basket Cremona. Le vincenti delle due semifinali si sfideranno per il trofeo domenica alle 19:30, dopo la finale per il 3°/4° posto delle ore 17:30, tra le due squadre sconfitte della precedente giornata.  
 
QUI BRESCIA In semifinale, dunque, i canturini se la dovranno vedere con la Leonessa Brescia, guidata in panchina da coach Vincenzo Esposito. L’allenatore casertano è reduce da una stagione in chiaroscuro in quel di Sassari, iniziata lo scorso anno con tanta enfasi ma terminata anzitempo dopo un bilancio in campionato piuttosto altalenante. Il tecnico, che da giocatore assaggiò la NBA con la maglia dei Toronto Raptors, è però arrivato a Brescia con stimoli importanti e tanta voglia di rivalsa. La Germani si presenta al Trofeo Lombardia con un bilancio di quattro vittorie e due battute di arresto, arrivate per mano di Basket Torino e Fortitudo Bologna.    

 
Quest’ultima maturata forse per la troppa stanchezza, con la formazione di coach Esposito che, alla terza partita in soli quattro giorni, ha pagato un po’ di affaticamento fisico, uscendo sconfitta 85 a 76 dal “PalaFerrari” di Castel S. Pietro Terme. Per la due giorni di Desio, i bresciani non potranno ancora contare sugli azzurri Luca Vitali e Awudu Abass (capitano di Cantù dal 2014 al 2016).
 
QUI CANTÙ La S.Bernardo si accinge ad affrontare il tradizionale impegno di Desio dopo aver disputato cinque partite di preseason, vincendone tre con Virtus Bologna (al debutto), Treviglio e Varese, perdendo solo con la corazzata Olimpia Milano a Castelletto sopra Ticino e, a Parma, la “rivincita” con la Virtus nella semifinale del Memorial Bertolazzi. Proprio alla manifestazione parmense, i biancoblù hanno reintegrato in gruppo Corban Collins, ai box per le sfide con Treviglio e Milano ma - nonostante una forma fisica non ottimale - già decisivo al rientro in campo nel derby con Varese, autore del canestro della vittoria a due secondi dal termine che ha assegnato a Cantù il terzo posto al torneo.  
 
Quanto a Clark, in dubbio per la sfida con Brescia, il playmaker statunitense ha ripreso a lavorare in palestra con il resto della squadra. Il 30 agosto scorso, l’ex Brindisi ha accusato una elongazione al gemello laterale della gamba destra che, tuttavia, non preoccupa l’ambiente canturino. L’intenzione e la priorità dello staff biancoblù sono comunque quelle di non forzare il rientro del giocatore per il weekend, focalizzandosi solamente sul totale recupero dell’atleta per la prima giornata di campionato. Tanta curiosità, invece, attorno all’ultimo arrivato Cameron Young che, nel weekend, farà il suo debutto in maglia Acqua S.Bernardo.
 
L’AVVERSARIA, NEL DETTAGLIO Senza Vitali, che con Abass rientrerà in gruppo la prossima settimana dopo aver preso parte alla spedizione cinese per la FIBA World Cup, Brescia potrebbe partire in quintetto contro Cantù con la presenza di Bronson Koening in cabina di regia. 25 anni ancora da compiere, del Wisconsin, Koening è una combo guard che in Europa ha già giocato per i montenegrini del Mornar Bar, con cui ha partecipato alla passata edizione dell’EuroCup, collezionando 8 presenze a oltre 12 punti di media, prima di concludere la stagione tra Messico e Porto Rico. Il cambio è Tommaso Laquintana, classe 1995 al secondo anno in maglia Leonessa, chiamato ad assumersi maggiori responsabilità dopo aver già fatto in più occasioni il vice Vitali nel corso dell’annata 2018-’19. La guardia titolare è il 30enne DeAndre Lansdowne, un tiratore possente reduce da un ottimo biennio a Braunshweig, in Germania. Dalla panchina coach Esposito potrà contare sulle motivazioni di Marco Ceron, guardia di origini venete che ha saltato gran parte della passata stagione a causa di una sfortunatissima frattura al cranio, ora però impaziente di giocarsi le sue carte. Senza Abass, il “tre” titolare sarà quasi con ogni probabilità capitan David Moss, 36 anni compiuti proprio in settimana, alla sua quinta stagione con i colori bresciani. A completare il roster una folta batteria di lunghi, con le ali grandi Brian Sacchetti e Ken Horton, e con i centri Tyler Cain, Andrea Zerini e Tommaso Guariglia.    

Sacchetti, escluso in extremis dai 12 convocati per il Mondiale cinese dal padre Meo, è alla terza stagione con la Germani; mentre Horton, 30 anni, proviene dai kazaki del BK Astana, con cui lo scorso anno ha conseguito ottimi risultati personali e di squadra, qualificandosi per i playoff di VTB League e chiudendo al quarto posto nella classifica dei migliori rimbalzisti del campionato (7.4 rimbalzi di media). Quanto ai centri, Cain è reduce da un biennio importante, dove nella Varese di coach Attilio Caja ha saputo esprimersi sempre su alti livelli, risultando per due anni consecutivi uno dei migliori centri della LBA. È poi il turno di Zerini, ennesima pedina confermata dalla Leonessa, alla sua seconda stagione in quel di Brescia. 31 anni il prossimo mese di ottobre, il lungo toscano può occupare indistintamente sia il ruolo di centro che quello di ala grande, grazie a una mobilità non comune e a un tiro da tre affidabile. Guariglia, classe ’97 scuola Virtus Siena, viene invece da un’esperienza formativa vissuta alla Fortitudo Agrigento, dal 2017 al 2019, dopo gli anni di Reggio Calabria e Stella Azzurra Roma. Tra i dodici dovrebbero poi figurare al Trofeo Lombardia anche i giovani Luca Dalcò (play) e Alessandro Nanoni (guardia), oltre all’aggregato Nazzareno Italiano, 28enne ala vista a lungo tra le fila della Fortitudo Bologna, passata nel 2018 a Scafati prima e Casale Monferrato poi, con cui ha terminato la stagione precedente di Serie A2.
 
LA NOVITÀ SLOVENA Per la prima volta nella storia del Trofeo Lombardia, a partecipare ci sarà anche una formazione slovena, il Cedevita Olimpija Ljubljana, appunto. Tuttavia, quella del club verdearancio – nato di recente da un’atipica fusione tra i croati del KK Cedevita Zagabria e gli sloveni dell’Union Olimpija – non è la prima partecipazione per una squadra straniera. Nel 2012, infatti, alla kermesse brianzola partecipò il CSKA Mosca di coach Ettore Messina. I giocatori di spicco del team sloveno sono: Ryan Boatright, esterno statunitense di passaporto armeno, visto in Italia con la maglia dell’Orlandina sul finire della stagione 2015-’16; Codi Miller-McIntyre, regista americano di grande talento, visto lo scorso anno in maglia Zenit S. Pietroburgo dopo aver mancato di un soffio l’approdo in NBA; e Jaka Blazic, esperto tiratore sloveno lo scorso anno al Barça, vincitore di una medaglia d’oro a EuroBasket 2017 con la Nazionale slovena delle superstar Luka Doncic e Goran Dragic. Mancherà all’appello, invece, il nazionale serbo Marko Simonovic, ancora in Cina con la selezione allenata da coach Aleksandar Djordjevic. Veterano classe ’86, ala, anch’egli proviene dallo Zenit.
 
INFO E MEDIA Tutte le partite amichevoli della manifestazione saranno trasmesse in esclusiva e in diretta streaming sulla pagina Facebook “BasketUniverso”. I biglietti per il torneo partono da soli € 5,00 , con la possibilità di sottoscrivere un abbonamento valido per entrambe le giornate e, tramite una prenotazione a info@revandnew.com, di usufruire anche di alcune agevolazioni. Le casse dell’impianto apriranno un’ora e mezza prima delle prime partite in programma. Dunque, sabato alle ore 17:30 e domenica alle 16:00. Domenica mattina al “PalaBancoDesio”, dalle 09:00 alle ore 12:00, quattro allenatori – tra cui Cesare Pancotto – terranno dei clinic in collaborazione con l’agenzia SPORT lab. Per ulteriori informazioni vistare il sito trofeolombardia.com.