Finestre Fiba ed Eurolega: un’analisi su i minutaggi di squadra e singoli

29.02.2024 00:16 di Davide Trebbi Twitter:    vedi letture
Finestre Fiba ed Eurolega: un’analisi su i minutaggi di squadra e singoli
© foto di FIBA

Conclusa la recente finestra nazionale FIBA, i riflettori si spostano nuovamente sulla prestigiosa Eurolega, dove i club si preparano a riprendere il cammino verso il proprio destino.

Mentre i giocatori ritornano dai loro impegni con le squadre nazionali, emerge un'analisi interessante su quali squadre abbiano visto più a lungo i propri atleti in campo durante queste competizioni.

Al vertice della classifica, con un impressionante totale di 388 minuti, si posiziona il Real Madrid.

Una solida rappresentazione nei confronti delle nazionali da parte di giocatori chiave come Campazzo, Musa, Hezonja, e altri ha conferito al club spagnolo una posizione di leadership.

Seguono da vicino Fenerbahce e Virtus, con 362 e 329 minuti rispettivamente.

La classifica completa rivela il dettaglio dei minuti giocati da ciascuna squadra, con i rispettivi giocatori che hanno contribuito durante le finestre FIBA.

Il Real Madrid mantiene la sua supremazia, seguito da Fenerbahce e Virtus, con prestazioni di rilievo da parte di singoli atleti.

È interessante notare come Iffe Lundberg della Virtus Bologna (Danimarca), Chris Jones del Valencia (Armenia), abbiano dimostrato una straordinaria resistenza, rimanendo costantemente in campo senza mai scendere in panchina nelle due partite disputate.

In particolare, giocatori come Alex Poythress del Olimpia Milano con la Costa d'Avorio e Joe Thomasson del Maccabi con la Georgia, con rispettivamente 75 e 70 minuti su 80, hanno dimostrato un impegno straordinario per le loro nazionali.

Toko Shengelia della Virtus Bologna ha raggiunto i 69 minuti su 80, evidenziando nuovamente il suo ruolo cruciale per la Georgia nonostante le due sconfitte.

È da sottolineare che due giocatori della Virtus Bologna, Lundberg e Shengelia, sono tra i cinque giocatori di Eurolega che hanno calcato maggiormente il campo durante le finestre nazionali, sottolineando e confermando l'importanza del loro contributo sia a livello di club che di nazionale.

Con l'Eurolega che torna in azione il 29 febbraio, i giocatori avranno poco tempo per riposare prima di tornare in campo e affrontare le sfide che li attendono.

La finestra nazionale ha certamente offerto spettacolo e ha evidenziato il talento e l'impegno dei giocatori, promettendo una seconda metà di stagione ancora più avvincente.