A2 Femminile - Entusiasmo, ma con i piedi per terra: il CUS Cagliari è pronto per una nuova battaglia

13.12.2019 08:14 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Entusiasmo, ma con i piedi per terra: il CUS Cagliari è pronto per una nuova battaglia

Il CUS Cagliari non vuole interrompere il suo “magic moment”, e sabato pomeriggio ospita a Sa Duchessa la Belli Viterbo con un duplice obiettivo: ottenere la quinta vittoria consecutiva e continuare a sognare l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia.

Le universitarie torneranno di fronte al pubblico amico dopo l’ennesima impresa stagionale, maturata nel derby di sabato scorso contro il San Salvatore Selargius. Una partita ostica e tesa, in cui la squadra di coach Xaxa ha mostrato carattere ma anche grande lucidità: “In questi giorni abbiamo rivisto la partita assieme al coach – afferma Rachele Niola – il San Salvatore non ha offerto la sua miglior prova offensiva, ma pure noi abbiamo tirato piuttosto male da fuori. Vincere, però, inevitabilmente ti aiuta a giocare con maggiore tranquillità e credo che questo aspetto abbia fatto la differenza nel finale. Poi, ovviamente, anche il nostro capitano Striulli ci ha messo del suo per aiutarci a ottenere il risultato. La nostra forza, del resto, è sempre stata il gruppo”. L’entusiasmo va bene, ma in casa CUS si tengono i piedi ben saldi per terra: “E’ bello allenarsi in un clima di euforia – spiega – ma la concentrazione non viene mai meno. Abbiamo ben chiari i nostri obiettivi, che non hanno però nulla a che fare con la classifica. Cerchiamo di essere un gruppo unito, di mantenere un equilibrio e di fare il massimo in ogni partita. Non ci sentiamo superiori né tantomeno inferiori a nessuna altra squadra in questo campionato. Anche sabato scorso, prima del derby, il coach ci ha chiesto semplicemente di entrare in campo tranquille e di fare del nostro meglio rispettando ciò che avevamo preparato in allenamento”.

Con soli 4 punti all’attivo, Viterbo, sulla carta, potrebbe apparire un avversario alla portata. Niola però mette in guardia: “Queste sono proprio le sfide che nascondono più insidie – evidenzia – Viterbo tra l’altro ha un roster di tutto rispetto, in cui spicca una straniera forte ed esperta come Veinberga. Non ci aspettiamo di certo una partita facile. Anzi, ci sarà da sudare per riuscire a vincere”.

In questa stagione la play/guardia cagliaritana non sta facendo mancare il suo consueto apporto di sostanza e intensità nonostante qualche problema fisico: “Prima c’è stato l’infortunio alla caviglia che mi ha costretto a star fuori per 3 settimane, poi ne ho avuto un altro alla mano che ancora mi crea fastidio. Non sono al massimo, ma cerco comunque di fare del mio meglio per aiutare la squadra”.

Tornata in rossoblù nell’estate del 2016, Niola ha vissuto tutta la “rinascita” cussina, ed è tutt’altro che sorpresa dell’exploit di questa stagione: “Mi aspettavo che la squadra fosse già così competitiva – ammette – la dirigenza ha lavorato molto bene negli ultimi anni e ha messo le basi per qualcosa di importante. I miglioramenti, peraltro, hanno riguardato tutto il Centro Sportivo Universitario, e non solo la squadra di basket. Avevo già vissuto questo ambiente quando avevo 16 anni, e devo dire che i progressi sono tangibili sia nell’organizzazione che nelle strutture”.

Squadre in campo sabato 14 dicembre alle 16 al PalaCUS di via Is Mirrionis a Cagliari. Gli arbitri designati sono Lucia Giovanna Barbagallo di Milano e Sara Canali di Gandino (BG). La gara verrà ripresa dalle telecamere di Directa Sport e sarà trasmessa, a partire da lunedì, sul sito directasport.it.