A1 F - La Use Scotti Empoli si prepara a ricevere la capolista Venezia

15.03.2019 16:44 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 117 volte
A1 F - La Use Scotti Empoli si prepara a ricevere la capolista Venezia

Arriva la capolista. Per la penultima giornata del campionato di serie A1, il Pala Sammontana si accende domenica alle 18 per ricevere la prima della classe, la Reyer Venezia. Una gara proibitiva per l'Use Scotti Rosa, ma una sfida affascinante e bella da giocare, contro giocatrici che, fino a qualche anno fa, si potevano vedere solo in tv: "Presentare una simile partita – attacca coach Alessio Cioni – è facile visto che si tratta della prima della classe e non ci sono giocatrici da scoprire nel senso che si va al top italiano ed europeo, una squadra costruita per vincere lo scudetto e non a caso al comando della classifica. Affrontiamo questa sfida con la massima umiltà, all'andata facemmo due tempi ottimi andando al riposo con pochissimo svantaggio. Poi loro vennero fuori alla distanza ed anche stavolta, per stare in partita, dovremmo fare una partita dai ritmi altissimi per 40 minuti come abbiamo fatto a Vigarano. Se vorremo quantomeno giocarcela saremo obbligate a ripetere lo stesso tipo di partita".
Nata nel 1872, a livello femminile la Reyer è una delle società più importanti della massima categoria. Ha iniziato la sua attività nel 1934 portando a casa il primo e unico scudetto nel 1946. Dopo la rifondazione nel 1998 ha partecipato per undici stagioni consecutive alla Serie A1, vincendo una Coppa Italia, una Supercoppa, una Adriatic League ed una miriade di titoli italiani giovanili. Attualmente è in testa alla classifica con 16 vittorie su 18 partite ed è allenata da coach Andrea Liberalotto che, fra settore giovanile e prima squadra, è una vera e propria 'istituzione' essendo alla Reyer ormai dal 2005. Per l'Use Rosa la testa, oltre che alla gara, sarà anche ai risultati dagli altri campi visto che i playoff sono davvero ad un passo. Sarà una grande giornata di sport per Empoli e l'Use Rosa, l'ennesima.