Lunedì 15 luglio: una giornata trionfale per la pallacanestro italiana

16.07.2019 10:01 di Umberto De Santis Twitter:    Vedi letture
Lunedì 15 luglio: una giornata trionfale per la pallacanestro italiana

Non si può perdere l'occasione per celebrare una giornata speciale come quella di ieri per la pallacanestro italiana. Sulla scia del successo della Under 18 femminile all'Europeo - predestinata ma non troppo dopo le vittorie precedenti - è arrivata la notizia che FIBA Europe ha concesso l'organizzazione di un girone degli Europei maschili 2021 all'Italia ed è sbarcato per la soddisfazione dei tifosi virtussini Milos Teodosic all'aeroporto di Bologna.

Curioso come la questione fra la società felsinea e la FIP sulla mancata partecipazione alla prossima Champions League e il "tradimento" consumato in favore dell'EuroCup, dopo la denuncia del presidente Gianni Petrucci che il fatto avrebbe messo a rischio la candidatura italiana, si siano intrecciate proprio ieri.

Da una parte mette fine all'insinuazione velata sui social media che la Federazione non avesse i soldi per organizzare l'evento (che potrebbe costare una cifra oscillante tra 1/2 milioni di euro); dall'altra non ci possiamo nascondere che senza la scelta dell'EuroCup il fuoriclasse serbo non sarebbe mai venuto a giocare nel campionato italiano: grazie Virtus.

Così il presidente di Legabasket Bianchi, senza colpo ferire, va a incassare il bonus di un campionato 2019-20 più interessante, con l'emersione di una contender di primo piano alla solita Olimpia Milano e all'outsider Reyer Venezia. Poi andrà a incassare i risultati di botteghino con il derby di Bologna giocato alla Fiera con raddoppio degli spettatori. E rimetterà in piedi anche i risultati della audience televisiva della stagione 2018-19. Il fatto che a metà luglio non siano stati oggetto di incensazione e diffusione dati ci fa capire indirettamente molto bene che il trend è negativo.

E alla fine, ciliegina sulla torta che viene da Palazzo Chigi, il sottosegretario Giancarlo Giorgetti ci racconta che allo sport italiano saranno concessi per il prossimo anno 60 milioni di euro in più. Che gestirà la società Sport e Salute con la quale il CONI di Giovanni Malagò dovrà sbrigarsi a fare una convenzione prima che Rocco Sabelli decida di utilizzarli per conto suo. Ma che non servono alla FIP per organizzare l'Europeo, lo diciamo prima che qualcuno ci ricami sopra.