LIVE A2 - è una Tezenis subito in Love, spazzata via Caserta

06.10.2019 19:39 di Lorenzo Belli   Vedi letture
Hasbrouck
Hasbrouck

La Tezenis inizia la stagione da grande favorita con il piglio giusto, una quindicina di minuti per prendere le misure a Caserta per poi offrire ai propri tifosi un monologo perfettamente orchestrato da Love (21 punti, 6 assist ed altrettanti rimbalzi) con Udom (13 e 7 rimbalzi) determinante nel break decisivo; in doppia cifra pure Candussi, il capitano Poletti e Severini. Per i bianconeri ospiti una minima resistenza con Turel (13) unico meritevole di nota, Giuri (16) il top scorer davanti all'impalpabile Allen (15)

LA CRONACA LIVE: L'ambiziosa e rinnovata Tezenis Verona di coach Dalmonte inizia la sua corsa verso il sogno promozione sui legni amici dell'AGSM Forum incrociando una nobile decaduta come la Juve Caserta, i campani smaniosi di tornare protagonisti dopo anni difficili possono vantare tra le proprie fila due elementi di prim'ordine per la categoria come Giuri e Cusin; per il pubblico casalingo dopo il cameo della SuperCoppa è l'occasione giusta per poter apprezzare i numeri dei nuovi arrivi estivi: Hasbrouck, Rosselli e Love in particolar modo  

Palla a due alzata dai signori Terranova, Ferretti e Giovannetti, gli ospiti privi di Carlson - a referto per onor di firma- partono con Giuri, Allen, Turel, Valentini e Cusin. I primi 5 gialloblu Love, Hasbrouck, Severini, Udom e Candussi
 

Apre la contesa Cusin quindi la Tezenis con Love ed Hasbrouck prova subito ad imprimere il proprio marchio (11-4), pronta la reazione bianconera con Turel particolarmente ispirato con due conclusioni dai 6,75 che ribaltano l'inerzia (13-16). Love dall'angolo e poi con un assist di pregevole fattura prova a surrogare l'assenza di Hasbrouck uscito per un infortunio alla coscia, Caserta con Cusin e Hassan trova i canestri per il 19-20 con cui va' in archivio il parziale iniziale 

Rosselli con un gioco da 3 punti cerca di inserirsi nella contesa, le difese reggono da ambo le parti grazie ad un arbitraggio abbastanza tollerante e al giro di boa della frazione si è in perfetta parità a quota 29. La Tezenis cerca con maggior insistenza Candussi e ha un Love ispirato che permette di imbastire un tentativo di allungo (39-33), nel mentre una bella notizia per Dalmonte: Hasbrouck può tornare in campo e viene accolto da una ovazione. Un buon Allen non basta ai campani che comunque contengono i danni e si torna negli spogliatoi con il risultato di 44-36. Love a quota 15 punti è il top scorer a metà gara, Allen a 12 tra gli ospiti

Al rientro sul parquet è Giuri a trovare il canestro, due giocate da tre punti di Udom consentono alla Scaligera di scollinare la doppia cifra di vantaggio, la Juve Caserta è in prolungata rottura con Giuri ben controllato dalla retroguardia locale e Gentile attende forse troppo a chiamare minuto: sul +20 (60-40) la Tezenis pare padrona assoluta del match con Love ed Udom protagonisti assoluti. Sussulto d'orgoglio ospite dopo aver toccato il -24 con Giuri e Bianchi che però non cambia la sostanza quando si arriva al 30' di gioco: 69-52 per una Verona in controllo

I ritmi del quarto parziale sono in sostanza quelli di uno scrimmage di inizio stagione: la Tezenis gestisce la situazione mentre Giuri e Turel provano a sistemare il tabellino personale, Rosselli diverte il pubblico con un paio di magie mentre il cronometro scorre rapido (83-59 -2'45"). Si attende solo la sirena finale, quando arriva il tabellone recita 85-64 per una Verona nettamente superiore