A2 - Givova Scafati, la cronaca del raduno ufficiale

20.08.2019 00:01 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - Givova Scafati, la cronaca del raduno ufficiale

In una sala stampa del PalaMangano gremita di tifosi e giornalisti, il team e lo staff della Givova Scafati si sono scambiati il benvenuto e si sono presentati agli organi di stampa e ai supporters, dopo le visite mediche di rito e prima di iniziare il lavoro di preparazione al campionato di serie A2 2019/2020, agli ordini dello staff tecnico gialloblù. Presente tutta la rosa, compresi i giovani aggregati al gruppo, tranne lo statunitense Putney, il quale, come da intese con la società, è in procinto di prendere il volo per l’Italia e si aggregherà ai nuovi compagni nei prossimi giorni.  

In assenza del presidente Alessandro Rossano e di Giovanni Acanfora, patron del main sponsor, a fare gli onori di casa è stato l’azionista di maggioranza del club, Nello Longobardi: «Voglio innanzitutto dare a tutti il benvenuto, anche a nome dei miei amici Alessandro Rossano e Giovanni Acanfora. Pensiamo di aver allestito una buona squadra, composta da tante illustri conferme e diversi graditi ritorni, come quello di Crow, Lupusor, il preparatore Megaro e coach Griccioli. Mi aspetto un gruppo di atleti che corra sin da oggi per il più tempo possibile, magari fino a giugno. Il girone ovest quest’anno è livellato verso l’alto ed è forse più competitivo del girone est. La differenza la faranno, nell’ordine, l’allenatore, la coppia di americani e poi il gruppo di italiani: in tal senso, ritengo che abbiamo fatto un buon lavoro, allestendo un organico composto dagli uomini che volevamo sin dall’inizio. Al coach chiedo di vincere il più possibile, subendo un punto in meno e non realizzandone uno in più degli avversari, perché ritengo che le squadre abituate a difendere siano quelle che alla lunga ottengono i risultati più importanti, mentre quelle che non sono abituate a difendere fanno solo spettacolo. L’intero staff è in grande forma ed ha fatto un lavoro egregio finora. Non mi resta che fare a tutti un grosso in bocca al lupo». 

Alle parole del patron gialloblù fanno pendant quelle di coach Giulio Griccioli: «Ritorno con piacere a Scafati, per me è una bella scommessa, perché ritorno in un ambiente dove ho fatto molto bene, ho lasciato il segno e quindi voglio superare quanto di buono ho già fatto vedere da queste parti. Per riuscirci ho però bisogno dell’aiuto di tutti, in particolare della gente di Scafati, che mi ha già mostrato grande calore e affetto, e della massima collaborazione e fiducia da parte dello staff e della dirigenza, fondamentale per puntare a raggiungere il massimo risultato possibile».  Infine, anche lo staff dirigenziale ha voluto dare il benvenuto e l’in bocca al lupo all’intero team.

«Spero sia una stagione piena di soddisfazioni per tutti. Lo staff dirigenziale – ha esclamato il general manager Gino Guastaferro – è al lavoro e a disposizione della squadra, nel rispetto dei ruoli e delle reciproche competenze. Il rispetto è infatti la parola d’ordine che deve muovere ogni nostra azione: dobbiamo rispettarci tra di noi, rispettare i tifosi, gli avversari e gli arbitri. Potremo anche perdere, ovviamente il meno possibile, ma ciò che conterà maggiormente sarà l’atteggiamento che mostreremo in campo, dal quale dovremo uscire sempre a testa alta, dopo aver dato più del massimo».  «Spero che tutti mettano nel proprio lavoro la stessa passione e grinta che quotidianamente metto io nel mio. Siamo abituati a lavorare bene – ha aggiunto la responsabile marketing Maria Grazia Coppola – e ad ottenere grandi risultati, ma per riuscirci sappiamo bene che dovremo lavorare insieme in maniera unita e coesa, remando tutti dalla stessa parte e con la stessa intensità».