A2 - È grande Torino, archivia la Coppa Italia e schianta Casale 59-81

Sontuosa prestazione degli uomini di Cavina che metabolizzano la sconfitta contro Scafati e tornano in testa alla classifica del girone verde.
08.04.2021 07:54 di Emiliano Latino   Vedi letture
Fonte: Pianetabasket
La locandina del film
La locandina del film

Beh se ci fossero stati dubbi sull'interpretazione delle parole di coach Cavina in merito all'approccio da avere in una partita com'è il derby contro Casale, la squadra ha risposto dubito presente con una partenza a razzo. 1-16 dopo neanche 4' e punto a capo. Bombe a ripetizione e grande convinzione nei propri mezzi, come deve fare una prima della classe.  È un avvio shock anche se Redivo e Fabio Valentini cercano di non abbandonare la nave e rimetterla in rotta. Nonostante l'assenza di Diop e con Clark a mezzo servizio per un colpo al volto nel primo quarto, i gialloblù dimostrano di aver assorbito rapidamente la delusione della Coppa Italia, non lasciando scampo alle velleità casalasche.
Coach Valentini sembra capirci ben poco e gli argini issati da Camara sotto le plance, hanno effetto placebo. Redivo è un fenomeno e questo lo si sapeva, ma questa sera le sue magie somigliano a galleggianti per naufraghi alla deriva.
Cavina parlava alla vigilia di particolari che fanno la differenza: il time out richiesto a 15" dalla sirena dell'intervallo lungo, certifica l'attenzione nella costruzione anche di un singolo possesso. Chapeau. Il secondo atto vede Casale che vuol rimanere attaccata al timone della barca e alla fine del terzo quarto sotto di 16, ma la sensazione del freno a mano tirato in casa sabauda, va oltre il ragionevole dubbio e ci sta che vengano dosate più razionalmente le energie. 
Sottolineiamo la buona reazione della JB che tra il 3° e 4° periodo, alimenta le speranze dei suoi tifosi in merito ad un recupero, che risulta comunque quasi impossibile. Coach Valentini dovrà ripartire da questi momenti per preparare i prossimi impegni di campionato e possiamo immaginare che questa sconfitta verrà archiviata questa sera stessa. La Reale Mutua Torino è una corazzata che probabilmente deve prendere piena coscienza delle proprie qualità, ma giocarci contro, soprattutto in serate come questa, è un esercizio puramente ideologico che si scontra con la realtà dei fatti.