Bollettino Covid-19, 22 ottobre: coprifuoco in giro per l'Europa

22.10.2020 22:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Bollettino Covid-19, 22 ottobre: coprifuoco in giro per l'Europa

Coronavirus Italia. Nel bilancio del 22 ottobre ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare anche oggi 136 persone. L'incremento dei nuovi casi di coronavirus è di 16.079 (ieri 15.199).La regione che presenta il più alto numero di contagi è la Lombardia con 4125; 1550 in Piemonte, 1541 Campania e 1251 nel Lazio. La meno colpita è il Molise:+28. In crescita il rapporto positivi-tamponi: ora è al 9,4%

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 36.968 con un incremento di 136 (127 ieri). Pazienti in terapia intensiva: 992 (ieri 926). I guariti raggiungono quota 259.456. Gli attualmente positivi sono 168.610 sempre in risalita. La prudenza è sempre d'obbligo.

Uno studio dell’Università di Edinburgo, pubblicato sulla rivista Lancet Infectious Diseases, ha preso in considerazione le misure anti covid varate in più di cento Paesi e stabilito una graduatoria: chiudere le scuole è più efficace di dire ai cittadini di restare a casa. La risposta migliore per combattere il Coronavirus è il lockdown totale, per quanto debba essere valutato anche il fattore economico e quello della libertà individuale, assieme allo stato psicologico della singola persona.

Medici di famiglia, Conferenza Stato-Regioni e sindacati convocati lunedì per un accordo sui test rapidi in carico ai medici di medicina generale. La nuova normativa - stando a quanto si è appreso - prevede l'adesione volontaria dei camici bianchi e una possibile aggiunta contrattuale all'accordo collettivo di lavoro dei medici di base. 

Le prime dosi di vaccino anticovid arriveranno entro dicembre, lo ha assicurato Piero di Lorenzo, presidente del centro di ricerca Irbm di Pomezia che collabora con l'Università di Oxford per la realizzazione del vaccino anti Covid 19 per AstraZeneca. Secondo Di Lorenzo “se non insorgono problematiche improvvise è ragionevole pensare che la fase clinica di sperimentazione possa concludersi entro fine novembre o i primi di dicembre”. “Conclusa la fase 3 la palla passa all'Ema (l'Agenzia europea del farmaco) per l'eventuale validazione”, che in tempi normali richiede fino a 12 mesi ma in questo caso sarà notevolmente velocizzata. “Questi non sono tempi normali”, spiega Di Lorenzo in un'intervista concessa al sito Financial Lounge ricordando come la procedura di validazione sia già incominciata.

Coronavirus Mondo. Invece  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 18:30 del 22 ottobre gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 8,3 milioni, l'India supera 7,7 milioni e il Brasile 5,2; .

Totale contagi mondo 41.396.754. Totale morti mondo: 1.133.699.

Germania. Crescono i nuovi contagi da Covid-19 in Germania, dove è stata raggiunta la soglia degli 11.287 casi, secondo l’istituto Robert Koch che ha definito la situazione, a livello globale, "molto grave". Il record fino ad ora era quello di 7.830 contagi segnato lo scorso sabato. Intanto, il governo tedesco ha inserito una gran parte dell'Italia fra le zone a rischio Coronavirus. L'elenco completo delle zone italiane ritenute a rischio dalla Germania comprende: l'Alto Adige, la Val d'Aosta, l'Umbria, la Lombardia, il Piemonte, la Toscana, il Veneto, il Lazio, l'Abruzzo, il Friuli Venezia Giulia, l'Emilia Romagna e la Sardegna. Stando alle regole in vigore, chi rientrerà da questi luoghi dalle ferie autunnali, dovrà fare una quarantena di 14 giorni o sottoporsi a un test per il Covid all'arrivo in Germania.

L'Irlanda è il primo Paese europeo a ripristinare il lockdown ma le scuole restano aperte.

L’Australia ha registrato il suo primo caso di reinfezione. A spiegarlo il premier dello Stato di Victoria Daniel Andrews. Il paziente sarebbe risultato positivo per la prima volta a luglio, sarebbe guarito e poi sarebbe di nuovo tornato positivo a ottobre. Non è ancora chiaro se si tratti esattamente di reinfezione o se il virus non fosse mai andato via dall’organismo del paziente sotto osservazione.

L'Olanda ha registrato un nuovo record di casi giornalieri di Covid-19: 9.271, secondo il bollettino dell'Istituto nazionale di Salute pubblica (Rivm), confermandosi uno degli epicentri della seconda ondata della pandemia in Europa. Da una settimana nel Paese e' in vigore un "lockdown parziale" che comprende la chiusura di bar e ristoranti.

Grecia. La Grecia ha dichiarato il 'coprifuoco' ad Atene e a Salonicco a partire da sabato per contenere la diffusione del contagio. Lo ha annunciato il premier greco Kyriakos Mitsotakis.

Francia. Il Covid travolge la Francia con il record assoluto di contagi che oltrepassano i 41 mila casi in 24 ore. La Francia ha superato il milione di casi oltrepassando la Spagna e divenendo il quinto Paese al mondo per numero di contagi e il primo in Europa. Il premier Jean Castex ha annunciato l'estensione del coprifuoco a 38 nuovi dipartimenti e alla Polinesia, dalle 21 alle 6 del mattino, per una durata di sei settimane, facendo salire a 54 il totale dei territori coinvolti. Le misure entreranno in vigore a partire da venerdì a mezzanotte e riguarderanno 46 milioni di persone. La polizia francese ha compiuto da sabato scorso "32.033 controlli ed comminato 4.777 multe per mancato rispetto del coprifuoco". 

Spagna. 1.005.295 infezioni secondo la Johns Hopkins University. Di fronte all'aumento dei malati, le autorità hanno imposto d'urgenza nuove restrizioni. Granada è la prima città spagnola dove è stato decretato il coprifuoco dalle 23 alle 6. Il ministro della Salute, Salvador Illa, ha annunciato che la Comunità di Madrid "sta lavorando a misure dure" che adotterà dopo la revoca dello stato di allarme, sabato, e che il governo regionale annuncerà venerdì.

Brasile. L'opposizione e alcuni governatori brasiliani solleciteranno la Corte suprema a obbligare all'acquisto del vaccino cinese anti Covid il governo del presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, accusato di "mettere a rischio la salute della popolazione". Il partito ambientalista Rede Sustentabilidade e il Partito socialismo e liberta' (Psol, di sinistra) nella loro mozione sostengono che il capo dello Stato "danneggia i fondamenti della Costituzione, come l'accesso alla salute e alla dignita' per i brasiliani", vietando il vaccino Coronavac prodotto a San Paolo, lo Stato governato dal rivale politico di Bolsonaro, Joao Doria. Ieri il presidente ha negato l'acquisto del vaccino cinese, sconfessando cosi' il suo ministro della Salute, Eduardo Pazuello, che il giorno prima aveva annunciato un accordo per l'acquisto di 46 milioni di dosi del farmaco.

La Bosnia-Erzegovina registra nelle ultime 24 ore un nuovo record di contagi da coronavirus, con 922 infetti su 3.045 testati. Il numero totale dei casi dall’inizio dell’epidemia è salito a 36.315. Da ieri si registrano 14 morti, che portano a 1.031 il numero complessivo delle vittime da inizio epidemia.

Russia. 15.971 nuovi casi e 290 morti in 24 ore. E oltre al numero di casi e di morti, in Europa continua a crescere il numero di positivi ogni 100 mila abitanti secondo la mappa aggiornata pubblicata dal Centro per il controllo delle malattie (Ecdc).

USA. A New York balzo dei nuovi casi di coronavirus: per la prima volta da maggio si registrano oltre 2.000 contagi, per l'esattezza 2.026, in 24 ore. Lo afferma il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo riferendo di 7 morti nella giornata di ieri a causa del virus.

Il Galles entrerà in lockdown da venerdì fino al 9 novembre nel tentativo di frenare l’epidemia da coronavirus. Lo ha annunciato il primo ministro gallese, Mark Drakefors, in una conferenza stampa, introducendo le misure più severe di tutto il Regno Unito. A partire dalle 18 ora locale di venerdì, sarà chiesto agli oltre 3 milioni di cittadini di rimanere a casa, mentre i negozi non essenziali saranno chiusi.