Associazioni e società sportive: i contributi slittano a maggio 2021

Chi è interessato e quali sono i contributi previdenziali sospesi dalla Legge di bilancio 2021 per enti, società e associazioni sportive. Nuova scadenza Maggio 2021
08.02.2021 12:51 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: INPS
Associazioni e società sportive: i contributi slittano a maggio 2021

La legge 30 dicembre 2020, n. 178 (ovvero la legge di bilancio 2021)  ha previsto la sospensione dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2021, per gli adempimenti e versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria INAIL  per  i seguenti soggetti:

le federazioni sportive nazionali,

 gli enti di promozione sportiva e 

le associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche 

interessati dalle previsioni del DPCM 24 OTTOBRE 2020  che ha sospeso quasi tutte le manifestazioni sportive  

L'Inps ha emanato le prime indicazioni con  la circolare 16 del 5 febbraio 2020,   annunciando un prossimo  messaggio per  le  istruzioni operative  riferite alle diverse Gestioni interessate.

L’Istituto annuncia in primo luogo che comunicherà al Ministero per le Politiche giovanili e lo Sport i dati identificativi dei soggetti che si avvalgono della sospensione de qua, per verificare sussistenza dei requisiti prescritti dalla legge riguardanti lo svolgimento di competizioni sportive  (dpcm 24 ottobre 2020).

Quali sono le tipologie di versamenti sospesi nel 2021 per enti società e associazioni sportive 

In particolare va specificato  che sono sospesi:

le comunicazioni che i  versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali, in scadenza dal 1° gennaio 2021 al 28 febbraio 2021, 

i versamenti delle rate in scadenza nel medesimo periodo relative alle rateazioni dei debiti in fase amministrativa concesse dall’Inps.

le  quote di TFR da versare al Fondo di Tesoreria

le quote a carico dei lavoratori (v. circolare INPS  n. 52/2020, paragrafo 3)

Non sono sospese invece: 

le  rate in scadenza, nel medesimo periodo  riferite alla rateizzazione dei contributi non versati per le previsioni dei Decreti legge emergenziali n. 18,n.34 e n. 104 2020 a causa COVID 19 

ATTENZIONE in caso di versamenti già effettuati   il rimborso non è possibile. 

Le modalità di versamento dei contributi sospesi settore sportivo

Gli adempimenti e i versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali (ivi compresi quelli relativi alla quota a carico dei lavoratori) sospesi   dovranno essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi e in unica soluzione entro il 30 maggio 2021.

La ripresa dei versamenti potrà avvenire anche mediante rateizzazione, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo, senza applicazione di sanzioni e interessi, con il versamento della prima rata entro il 30 maggio 2021.

Anche in questo caso non sono previste sanzioni né interessi.

Entro la stessa decorrenza dovranno essere versate in unica soluzione le rate sospese dei piani di ammortamento già emessi, la cui scadenza ricada nel periodo temporale interessato dalla sospensione.

Riguardo a quanto previsto dal  comma 37 dell’articolo 1 della legge – secondo la quale: “I versamenti relativi ai mesi di dicembre degli anni 2021 e 2022 devono essere effettuati entro il giorno 16 di detti mesi” –  l'istituto  chiarisce che  si fa riferimento contributi in pagamento rateale in scadenza nelle mensilità di dicembre (cfr. gli artt. 17 e 18 del D.lgs 9 luglio 1997, n. 241).