A lezione di mental coaching con Angelo Bonacci e coach Giovanni Putignano a Ostuni

25.10.2013 17:36 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Giovanni Putignano
Giovanni Putignano

Angelo Bonacci e coach Giovanni Putignano relazioneranno presso l'Hotel Monte Sarago di Ostuni, nella serata di Lunedì 28 Ottobre (inizio ore 18) per il seminario intensivo sulla leadership e sul coaching, relativa al miglioramento dello sviluppo personale e del miglioramento professionale.

Certificato tra i migliori formatori italiani nel settore e Fondatore di Prometeo Coaching, azienda leader di mercato, Bonacci si occupa di coaching, comunicazione, crescita personale e leadership. "Da oltre dodici anni mi occupo di Formazione - spiega Bonacci - soprattutto perché da sempre mi sento spinto da una incredibile passione per lo sviluppo del potenziale umano. Negli ultimi anni ho passato gran parte della mia vita alla ricerca, alla promozione e alla diffusione di strategie utili al miglioramento dell’essere umano". Continua il formatore: "Ho scelto il Coaching perché adoro insegnarlo e praticarlo, è una metodologia processuale-relazionale centrata sulla persona e sul conseguimento di obiettivi" Bonacci nella sua carriera ha formato centinaia di imprenditori,manager e venditori ed a Ostuni parlerà della sua esperienza e conoscenza nel mondo del coaching professionale.

Ed avrà in coach Giovanni Putignano un partner d'eccezione. Chi segue la pallacanestro conosce la caratura dell'allenatore ostunese, che nella Città Bianca ha realizzato più miracoli di Sant'Oronzo, come il santo patrono ha costruito quella splendida cavalcata che ha portato l'Ostuni dalla C1 alla Legadue nel triennio 2008-2011. Un trionfo sportivo possibile con la tempra dell'allenatore, ma anche con l'esperienza da leader del capitano Mimmo Morena, e di atleti professionisti del calibro di Antonello Ruggiero, dei fratelli Mario e Silvio Gigena, di Francesco Basei, di Valerio Circosta. La sconfitta nella finale contro il Trapani non gli ha precluso il meritato ripescaggio in Legadue. Chiusa la parentesi ostunese, fino all'anno scorso, Putignano ha allenato la Liomatc Bari nell'attuale Lega Silver, dove ha conquistato la salvezza ai playout contro Latina. In attesa di ritrovare il contatto con la panchina, dopo le voci che lo davano vicinissimo a Veroli in Legadue Gold, Putignano ha smentito i rumors che lo davano sulla panchina di Martina Franca ("Nulla di concreto" puntualizza). Ora arriva la collaborazione con Prometeo, dove si occupa di mental coaching, insomma uno "psicologo dello sport" che si occupa di inviduazione, allenamento, e valorizzazione potenzialità umane. 
"Nella mia vita professionale - precisa Putignano - nel mondo dello Sport professionistico ho speso molto tempo nella ricerca delle potenzialità. Ho cercato di conoscermi per riconoscere le interferenze e per migliorare le mie performance. Oggi ho finalmente appreso un metodo stabile che aiuterà a raggiungere gli obiettivi ai miei atleti".

Ma cos'è il coaching nello specifico? Nasce negli Stati Uniti come metodo per l’incremento delle performance. E’ una metodologia processuale-relazionale, una patnership (tra il coach e l’atleta o la squadra) centrata sull’ individuazione di specifici obiettivi e dei relativi piani d’azione utili a conseguirli, sul sostegno motivazionale e di realizzazione progettuale (operato dal coach in alleanza con l’atleta) e sull’individuazione, l’allenamento e la valorizzazione delle potenzialità umane.

Francesco Zizzi