LIVE Lega A - Cremona espugna Trento con una bella prova di squadra

17.11.2019 13:45 di Martino Parise Twitter:    Vedi letture
LIVE Lega A - Cremona espugna Trento con una bella prova di squadra

Primo match casalingo dell'ora di pranzo per la Dolomiti Energia Trento, che viene da un brutto stop contro il Buducnost in EuroCup. Dall'altra parte ci sarà la Vanoli Cremona, tredicesima in classifica con 3 vittorie e 4 sconfitte. Assenti per infortunio entrambi i playmaker di riferimento: Aaron Craft e Travis Diener.

Quintetti:

Forray, Blackmon, Gentile, Kelly, Knox vs Ruzzier, Mathews, Saunders, Akele, Sobin.

Dopo un paio di pasticci dei padroni di casa e due errori di Ruzzier dall'arco, l'alley-oop Gentile-Kelly in transizione apre le marcature. Trento si prende il +5 (11-6) con la bomba di Blackmon e i liberi di Gentile, Mathews e Sobin vanno a segno per gli ospiti, poi è il turno di Forray: assist dietro la testa per Knox e layup vincente dopo un'altra azione molto bella (17-11 a 4' dalla prima sirena). Il reverse di Kelly convince Sacchetti a chiamare minuto, vista la non eccezionale difesa sull'ultima azione. Happ fa il suo ingresso in campo dopo la sospensione e segna subito, Saunders e Mathews fanno riemergere le difficoltà in transizione difensiva dell'Aquila (0-6 di break) e coach Brienza opta immediatamente per un timeout sul 19-17. Sacchetti allunga la difesa sulla rimessa, Trento la batte nonostante qualche esitazione e Gentile, alla fine, chiude il parziale negativo con un fade-away. Ancora troppo facile catturare i rimbalzi per i bianconeri. E' però positivo il finale degli ospiti: Mathews alza l'intensità nella propria metà campo e racimola altri due punti facili in contropiede, Stojanovic sfrutta le lunghe leve per alzare la parabola e firmare il vantaggio (21-22) allo scadere dei primi dieci minuti.

Sanguinetti produce subito due triple, Mathews una gran schiacciata su ennesimo contropiede per il massimo vantaggio, Mian (gioco da tre) e Knox in semigancio (due volte) e dalla lunetta mantengono l'equilibrio (30-32 dopo 3'30"). Ci pensa Stojanovic (canestro e assist per De Vico) a scrivere di nuovo un +6 per i lombardi, Forray e Gentile (ma ancora 1/2 per lui) a non farli scappare via nel punteggio. Mathews si rende utile anche a rimbalzo offensivo e trova due punti appoggiati a tabellone (35-40), ma Gentile completa un and-one e una rubata con annesso layup in contropiede per pareggiare a quota 40 con 1'23" da giocare prima della pausa. L'ultimo giro di lancetta è firmato Akele e Kelly: il primo corregge l'impreciso Happ prima, e sigla altri due punti in seguito, il secondo migliora il suo referto con un 1/2 e con un arresto di potenza che fissa lo score sul 43-44 all'intervallo.

Dopo i primi 20 minuti, 14 punti per Gentile e 12 per Knox, autori di 38 dei 57 punti di valutazione di squadra. Solo 3 punti dalla panchina per Trento, che gioca con rotazione accorciatissime: appena 3', senza incidere, per King, poco più di 2' per Pascolo. Cremona ha solo Mathews in doppia cifra e ha già otto uomini con almeno 4 punti a tabellino.

Guizzo di Happ in apertura di terzo periodo: tap-in vincente e stoppata su Blackmon. Ruzzier si iscrive a referto con una difficilissima conclusione in allontanamento, Kelly non muove la retina da post basso e Akele si fa subito trovare tutto solo dall'altra parte per una facile inchiodata a due mani. Timeout Brienza sul 43-50. Botta e risposta Kelly-Happ da vicino, Gentile-Akele dalla distanza (48-55), Blackmon torna a segno assorbendo il contatto e chiudendo un gioco da tre, poi con un classico arresto e tiro, ma è ancora Happ ad aumentare lo score cremonese ricevendo e controllando il corpo nel movimento vicino canestro. Akele ristabilisce il +7 dalla stessa posizione di prima, ancora da tre, Knox e Kelly aprono l'ennesimo controbreak (57-60), chiuso dai liberi guadagnati da Saunders (1/2), poi Stojanovic esagera e regala un triplo giro in lunetta a Gentile (2/3, 59-61), con Kelly che nell'azione successiva fa lo stesso su Saunders, che però ne realizza solo uno. Gentile riceve da Kelly, si arresta e conclude velocemente per il -1 e i 21 punti personali, poi batte Stojanovic spalle a canestro e replica ai due tiri liberi realizzati dal serbo dall'altra parte. E' di nuovo l'ex Orlandina a tenere i suoi davanti con altri due dalla linea, prima del creativo reverse fallito da King. Dopo 30' è 63-66.

Stojanovic non ha perso il ritmo e apre il quarto periodo con altri 6 punti, mentre Mezzanotte (primi due) e Gentile tengono lì l'Aquila. Torna a lavorare anche Happ, abilissimo col piede perno e a firmare ancora una volta il fatidico +7 (67-74, timeout casalingo). Cremona chiude le maglie in difesa, ruotando perfettamente su Kelly e salendo poi a +9 grazie a un'interferenza a canestro che precede però la tripla frontale di Blackmon dopo il dodicesimo rimbalzo d'attacco trentino. Un'infrazione di passi fischiatagli fa poi arrabbiare Gentile, punito con un tecnico che Mathews non sfrutta dalla lunetta. Trento spreca due occasioni per riaccorciare e Saunders ne approfitta raccattando il lancio baseball di Akele: 70-78 a 4' dal termine. Knox arriva alla doppia-doppia con due rimbalzi d'attacco ma è impreciso dalla lunetta (1/4); si fa però perdonare stoppando Ruzzier e favorendo la schiacciata in campo aperto di Blackmon (73-78). Happ non si demoralizza nonostante i tanti errori da vicino e alla fine chiude una penetrazione per l'ennesimo +7. Kelly ha l'opportunità di fare -2 sull'ottimo ribaltamento di Gentile, ma non va a segno e Mathews, di là, sigla una fondamentale bomba. 75-83 a 1'16" dal 40'. Blackmon si fa cogliere dalla frenesia e si fa stoppare, Happ pareggia Stojanovic e Akele a quota 14 personali. Gli ultimi secondi di gioco fissano il punteggio sul 79-89.

MVP Cavit: Voijslav Stojanovic.

Tabellini

Aquila: Gentile 25, Knox 16+13, Blackmon 16, Kelly 13, Forray 4, Mian 3, Mezzanotte 2.

Vanoli: Mathews 16, Stojanovic, Akele e Happ 14, Saunders 13, Sanguinetti 6, De Vico, Sobin e Ruzzier 4.