LBA - Olimpia, Messina "Reggio Emilia è atletica, versatile, epricolosa"

26.09.2020 20:15 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Olimpia, Messina "Reggio Emilia è atletica, versatile, epricolosa"

Per la settima volta negli ultimi otto anni l’Olimpia comincia la regular season del campionato italiano in trasferta, questa volta a Bologna, ma la squadra di casa è Reggio Emilia che giocherà all’Unipol Arena le sue gare casalinghe stagionali. Si giocherà alle 17.10 con diretta sia su Eurosport Player che su Eurosport 2. Dalla stagione 1987/88, l’Olimpia è 25-9 al debutto e cavalca una striscia di quattro vittorie consecutive. Arriva all’esordio dopo una prestagione da 12 vittorie su 12 incluse le otto necessarie per vincere la Supercoppa, conquistata proprio a Bologna domenica scorsa, ma su un altro campo e ovviamente contro un altro avversario. La partita sancisce il ritorno nel campionato italiano di Gigi Datome, che lo lasciò nel 2013 dopo la finale scudetto giocata dalla Virtus Roma contro Siena. Da allora ci sono state due stagioni nella NBA e cinque in Turchia. L’Olimpia sarà senza Vlado Micov, fermato da una distorsione al gomito sinistro, e Malcolm Delaney.

COACH ETTORE MESSINA – “Iniziamo il campionato sul campo di una squadra cha ha fatto bene in Supercoppa, sfiorando l’accesso alle Final Four – dice Coach Ettore Messina -. Sappiamo che sarà una partita difficile, perché Reggio Emilia è una squadra atletica, versatile e ben allenata. Noi arriviamo a questa gara senza Malcolm Delaney, che sta recuperando dall’infortunio al ginocchio rimediato nella finale di Supercoppa, e ovviamente senza Vlado Micov che purtroppo sarà fuori per un po’ di tempo. Siamo consapevoli di dover giocare una difesa efficace nel contenimento delle loro penetrazioni per pensare di vincere la partita”.

Reggio Emilia-Milano Serie A Round 1: note, curiosità, statistiche

L’AVVERSARIO – Leonardo Candi è l’unico giocatore della Reggiana confermato dopo la stagione scorsa. Bolognese, scuola Fortitudo, occupa due ruoli playmaker e guardia. Nel settore esterni figurano anche Brandon Taylor, Janis Blums, Tomas Kyzlink e Josh Bostic, oltre a Federico Bonacini. Taylor è un playmaker proveniente da Le Mans, che ha giocato in A2 a Bergamo; Blums è una guardia di grande esperienza sia nella nazionale lettone che in club come Bilbao, Vilnius, Panathinaikos e in Italia anche Napoli e Avellino; Bostic vanta un anno a Sassari da 13.8 punti di media; Kyzlink è un nazionale polacco che in Supercoppa ha segnato il canestro della vittoria sulla Fortitudo: lo scorso anno segnava 12.7 punti per gara a Roma. L’ala forte è Justin Johnson, 13.4 punti e 6.9 rimbalzi a partita a Pistoia l’anno passato. Nel settore lunghi figurano anche Filippo Baldi Rossi, prelevato dalla Virtus Bologna, dove l’anno scorso ebbe il 45.5% da tre. Con lui, Frank Elegar, newyorkese passato anche dall’Olimpia, un intimidatore, che arriva da Malaga. In Supercoppa, sotto se la sono cavata bene i due prospetti Mouhamet Diouf e Ibrahim Cham, quest’ultimo di 17 anni, centro puro e molto atletico.

I PRECEDENTI VS. REGGIO EMILIA – Sono 60 i precedenti tra le due squadre, con 43 vittorie dell’Olimpia e 17 di Reggio Emilia. A Milano il record è 25-4 per Milano, a Reggio Emilia è 16-11 sempre in favore dell’Olimpia. Reggio Emilia ha vinto in campo neutro la Supercoppa 2015 a Torino 80-68, mentre l’Olimpia ha vinto la semifinale di Coppa Italia 2017 a Rimini 87-84 con 22 punti di Rakim Sanders (in tutto 4 gare in campo neutro con bilancio di 2-2). Nella finale scudetto del 2016, l’Olimpia oltre a vincere 4-2 ha violato Reggio Emilia conquistando il suo titolo in gara 6 (Rakim Sanders fu nominato MVP della finale). L’Olimpia ha vinto l’unico precedente della scorsa stagione, a Milano, 89-78 con 14 punti di Vlado Micov e Luis Scola.

LA REGGIO EMILIA CONNECTION – Andrea Cinciarini ha giocato tre anni a Reggio Emilia durante i quali la squadra ha vinto l’Eurochallenge 2014 (Cinciarini fu MVP delle Final Four di Bologna) e raggiunto la finale scudetto del 2015 persa in gara 7 contro Sassari. Cinciarini ha segnato 12.5 punti di media nel 2012/13, top in carriera, come lo sono i 6.4 assist della stagione 2014/15. L’altro ex, di Reggio Emilia, è Frank Elegar, centro che arrivò a Milano nel corso della stagione 2014/15 per giocare 17 partite con 5.4 punti e 3.2 rimbalzi di media.

GLI ARBITRI – Carmelo Paternicò, Guido Giovannetti, Dario Morelli.

IL RITORNO DI GIGI – La prossima stoppata di Gigi Datome sarà la numero 100 in Serie A. Datome ha anche 289 palle rubate in carriera, a meno 11 dalla soglia delle 300.

CINCIARINI IL FEDELISSIMO – Andrea Cinciarini entra nella sua sesta stagione in maglia Olimpia. Solo 29 giocatori ne hanno giocate più di lui. Al 30° posto eguaglia Fabrizio Ambrassa, Paolo Vittori, Alberto Reina, Andrea Michelori, Alessandro Gentile e Sergio Stefanini. Il record appartiene a Sandro Gamba che vanta 15 stagioni in maglia biancorossa. Cinciarini ha giocato in campionato 167 partite in maglia Olimpia, 31° di sempre a pari merito con Fiorenzo Galletti. Il 30° posto a quota 170 presenze appartiene a Romeo Romanutti. Cinciarini ha segnato 979 punti e distribuito 437 assist, terzo di sempre dopo Mike D’Antoni (1138) e Alessandro Gentile (470). Andrea Cinciarini è Capitano della squadra per il quinto anno consecutivo: è la striscia più lunga dal periodo 1983-1990 in cui i gradi appartenevano a Mike D’Antoni. Cinciarini è anche a 21 punti di distanza dai 1000 in maglia Olimpia.

LE CIFRE DEL PROFESSORE – Vlado Micov ha segnato 1916 punti nel campionato italiano con 178 presenze in campo. Entra in questa stagione a 84 punti di distanza dai 2000 in carriera. Ne ha segnati 969 in 88 partite in maglia Olimpia e quindi è anche a meno 31 dai 1000 in biancorosso. Infine, si trova anche a tre palle rubate dalle 200 in carriera e a sette assist di distanza dai 200 in maglia Olimpia. Vlado Micov è anche 15° nella storia dell’Olimpia per canestri da tre punti con 135. Massimo Bulleri lo precede con 138. Più avanti ci sono Alessandro Gentile con 143 e Kruno Simon con 152.

SPECIAL K – Kaleb Tarczewski è 20° di sempre per rimbalzi catturati in Serie A in maglia Olimpia con 575. Comincia la stagione a meno 25 dai 600 e a meno 13 dal 19° posto che appartiene a Russ Schoene. Tarczewski è a meno 32 dai 400 rimbalzi difensivi, mentre si trova al 18° posto nei rimbalzi offensivi con 207 a tre di distanza da Lars Hansen e Franco Boselli, a nove da Mike D’Antoni. Viceversa, è primo di sempre con 146 schiacciate in maglia Olimpia ed è a meno 25 dagli 800 punti segnati.

RICKY – Riccardo Moraschini ha 184 assist in carriera, comincia la stagione a meno 16 dai 200, oltre che da nove presenze in campo dalle 200 totali.

PAUL VERSO I 3000 – Paul Biligha è a tre presenze sul campo dalle 200 in carriera in Serie A. Si trova anche a 37 minuti di distanza dai 3000 in carriera.

IL RITORNO DI GIGI – La prossima stoppata di Gigi Datome sarà la numero 100 in Serie A. Datome ha anche 289 palle rubate in carriera, a meno 11 dalla soglia delle 300.