LBA - Fortitudo Bologna, Martino "Andiamo con entusiasmo a casa di un avversario di livello assoluto"

13.12.2019 19:05 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Fortitudo Bologna, Martino "Andiamo con entusiasmo a casa di un avversario di livello assoluto"

Anticipo di mezzogiorno della domenica per la Pompea Bologna (Palaserradimigni ore 12:00, diretta Eurosport player), con le parole di Antimo Martino alla vigilia della trasferta a Sassari.

“Giocheremo ad un orario inusuale ma che fa parte della recente pallacanesto italiana. Sarà una partita non semplice, contro una delle squadre più solide di questo campionato e che sta facendo molto bene anche in Coppa. Lo dimostra la qualità del gioco, le statistiche, la migliore difesa del campionato e le migliori percentuali di realizzazione in area. Il gruppo degli italiani sta facendo una grandissima stagione, e le recenti partite disputate ne dimostrano il livello assoluto. Noi ci arriviamo con grande entusiasmo, con il supporto di vittorie importanti che ci permettono di andare là con leggerezza: cercheremo di metterli in difficoltà sapendo che anche noi abbiamo le caratteristiche per fare bene”

Non avete più tanto da dimostrare e siete sereni. “Aver vinto tre partite consecutive danno serenità e classifica figlia dei punti conquistati. Sassari è un campo difficile, negli ultimi anni è sempre stata una compagine di livello, ambiziosa, quindi è un test non semplice ma affascinante, e per vincere là ci sarà bisogno di una prova importante, perché non ne basterà una normale”

Emozioni personali, magari davanti al tuo predecessore sulla panchina Fortitudo? “Mi farà piacere, ci siamo visti a Las Vegas e si è complimentato per la promozione. Sta facendo molto bene, sta cercando di allenare secondo i suoi principi e ci sta riuscendo bene. La squadra gioca un buon basket, si vede che c’è entusiasmo, quindi lo incontrerò con piacere e simpatia.”

Che differenza vedi tra la sua e la tua pallacanestro? “Non saprei, non so come imposti il lavoro. Mi sembra comunque che giochi un basket funzionale alle caratteristiche dei suoi giocatori, esaltandone le qualità senza imporre in maniera assoluta il proprio credo e il proprio sistema, e questa è una cosa buona. Poi non conosco le sue precedenti esperienze, ma per ora vedo una squadra ben organizzata, che difende bene e che ha molto entusiasmo. Magari Comuzzo sulle differenze tra me e lui ne sa di più, avendo lavorato con entrambi… Chiaro che Pozzecco sta facendo un processo di maturazione, da ex giocatore ad una diversa mentalità, da allenatore, restando fedele a quello che è il suo personaggio”

Dopo Venezia e Milano questo è un esame di maturità, e in trasferta. “E’ questo che intendo quando parlo di gara importante da fare, se vogliamo essere ambiziosi: sarebbe uno step forte, contro una delle squadre migliori del campionato. Non sarà semplice, sarebbe una grandissima cosa fare una prestazione importante a Sassari, di certo non andiamo là in gita”

Non avete mai steccato nelle prove importanti. Come arrivate a questa partita? “Dopo una settimana in cui le buone prove hanno portato ad un ottimo clima, qualcosa che permette di lavorare con il sorriso sulla bocca e fare quello che serve. Conta che la squadra di recente sia cresciuta, e questo è un dato oggettivo. Vero che il risultato ha importanza, ma vorrei una bella prestazione: se ci riuscissimo, a Sassari contro questa Sassari, da allenatore ne sarei molto felice”

Le condizioni di Dellosto? “Sta lavorando con il fisioterapista, ma deve ancora lavorare per recuperare”

C’è qualcosa che non ti è piaciuto su cui stai focalizzando l’attenzione? “Io sono molto critico, di solito. Dopo Trento non c’era niente da dire, per come eravamo stati bravi sia in attacco che in difesa, andando vicino alla perfezione. In allenamento poi ci sono sempre cose su cui lavorare, è qualcosa che fa parte della quotidianità, ma una prova come quella non è che risolva tutti i problemi. Le settimane di allenamento fanno sempre storia a sé”