LBA - Consorzio Club Fortitudo, Castelli: "Pronti a entrare direttamente nella proprietà"

22.03.2021 10:22 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Consorzio Club Fortitudo, Castelli: "Pronti a entrare direttamente nella proprietà"

Il grido di soccorso di Christian Pavani al capezzale (economico) della Fortitudo Bologna può essere raccolto? Dalle parole del presidente del Consorzio Club Fortitudo Emiliano Castelli, che preannuncia un imminente ingresso nella proprietà nell'intervista a Massimo Selleri su Il Resto del Carlino di oggi, sembra proprio di sì.

Sostegno. Il (nostro) compito è quello di garantire un sostegno economico al club raggruppando delle forze, aziende o possessori di partita Iva, che sulla base di un accordo triennale corrispondono 11mila euro a stagione. Questi fondi vengono gestiti per fornire una serie di benefit ai consorziati e per dare un contributo a Fortitudo Pallacanestro. E’ chiaro che più siamo e più possiamo fornire un aiuto corposo al club, che in questo momento è sostenuto soprattutto dalla Fondazione e in particolare da Gianluca Muratori. Siamo già una ventina e puntiamo a crescere per essere sempre più incisivi. Siamo nati con l’intento di acquisire un pacchetto di quote della società, ma la pandemia ha rallentato questo cammino.

Ingresso nella proprietà. Quanto prima. L’idea è quella di acquisire un 20 per cento e affiancare la Fondazione, fermo restando che il presidente Christian Pavani ha fatto delle dichiarazioni alla quali non possiamo non attenerci, legittimamente la proprietà chiede che vi sia una riforma che riduca i costi e aumenti gli investimenti per rendere il sistema sostenibile.

Coinvolgimento. Finora non siamo nemmeno stati tra i proprietari, per cui non sussisteva alcun presupposto per interferire con le scelte del club. Quando lo saremo saremo comunque un partner di minoranza senza doveri di governance; finora siamo una stati uno sponsor corposo. C’è sempre una sintonia di fondo perché siamo tutti fortitudini e condividiamo spirito ed obiettivi.

Sblocco degli stipendi. La vittoria con Reggio è stato un segnale. Sappiamo bene quali sono le regole e che una iniziativa del genere non può essere protratta per più di dieci giorni, altrimenti si perde il beneficio e rischi una penalizzazione. Immagino che la decisione non sia stata presa a cuor leggero e a breve ci sarà lo sblocco.