EuroLeague - L'Olimpia Milano non si fa sorprendere dal Buducnost Voli

03.01.2019 22:34 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
EuroLeague - L'Olimpia Milano non si fa sorprendere dal Buducnost Voli

La classifica parla chiaro: questa era una partita da vincere con le buone o con le cattive, importante per tenere la media casalinga e rintuzzare il ritorno di avversarie che cercano affamate i playoff di EuroLeague. Le assenze pesano, ma forse concentrano di più chi rimane e ha più minuti a disposizione. E così Bertans (5/6 da tre in 22') e Kuzminskas (4/5 da tre in 30') brillano nella pioggia di triple 16/30 che squarcia il canestro degli ospiti e impedisce loro di rifarsi sotto. E così arriva per Pianigiani una vittoria molto più convincente di quanto si potesse immaginare poche ore fa, mentre si cercava di recuperare Jeff Brooks alla causa Armani... 

Il Buducnost Voli targato Repesa non può avere l'impronta dell'allenatore croato appena arrivato, ovviamente, ma rispetto al girone di andata può rivelarsi imprevedibile con il nuovo asse play-pivot Cole-Bitadze. Proprio il giovanotto georgiano dimostra di essere un predestinato che andrà ben presto in NBA con una prestazione maiuscola.

Il prudente Simone Pianigiani manda il marine Tarczewski a immolarsi sulla palla a due - ovvero riparte dalle sue certezze - nonostante il dito rotto. La risposta è un perentorio 15-2 con 5 di James e 5 di Bertans, con il Kuz da tre che comincia la sua serata di gloria. Il ricordo dell'assenza di Nedovic è già svanito, così come le paure anche se Cole e Bitadze cominciano a martellare la retina milanese. Kuzminskas segna 11 punti in 3', l'Olimpia vola a +18 ma basta un minuto di distrazione e Jackson e Clarke fanno 36-22 al 10'.

Della Valle apre il secondo quarto con una tripla, e se va il tiro da tre Gudaitis si può piazzare bene in area. Cole si sveglia con sei punti in fila, Bell ci mette una tripla ma il distacco rimane sempre intorno ai dieci punti. Anche cinciarini piazza una bomba, lo spettacolo non manca con il Kuz che stoppa Cole ma si fa beccare da Bitadze, che sarà giovane - e ci mette qualche ingenuità - ma è giovane di grande presenza in campo. All'ultimo giro di lancette Bell, da rimbalzo offensivo, porta i suoi a -9 ma Mike James va negli spogliatoi solo dopo aver ristabilito le distanze 56-45. Omic assiste in panchina e a referto, senza entrare in campo.

L'Olimpia deve continuare a difendere con una buona applicazione, visto che l'attacco funziona non è il caso di riaprire i giochi favorendo il ritorno del Buducnost. Bertans e Micov ripartono con due triple devastanti. Il problema dei montenegrini è nell'assenza di alternative al tiro alla coppia Cole-Bitadze; al 25' Nikolic trova 4 punti ma Gordic è in serata particolarmente negativa 73-58. Micov continua a fare il professore, con la rubata su Bell e il contropiede con libero aggiuntivo 76-60; il solo Clark tiene viva la fiammella del Buducnost con cinque punti, ma al 30' è 82-66.

Ovviamente il tempo stringe e il Buducnost alza il livello della sua intensità agonistica. Cole risponde a Cinciarini, ma Bitadze ha già quattro falli a carico e con lui in panchina Gudaitis non ha problemi. Tra Popovic e Cole arriva anche il contributo di Jerrells che piazza due triple 92-79 al 34'. Arriva anche Popovic che con Clark riporta il Buducnost a -10 con 4'12" alla sirena. Tocca a Mike James mettere la firma sulla gara, e il gioco da tre punti è fatto. Popovic è ancora in agguato e accorcia; Clark si fa stoppare da Gudaitis e dalla ripartenza milanese Micov serve l'assist a Bertans, che da tre punti non perdona 102-88 con 2'30": il 15/29 dall'arco dell'AX Exchange è una certezza. Timeout. Bitadze intanto è tornato a fare fattore differenza, James fallisce due occasioni (anche subendo fallo) ma Sehovic e Bell dall'arco padellano, e Micov sfrutta bene l'ennesima corsa dei lombardi in contropiede. Si va ai titoli di coda con James e la bomba di Micov del +20. Sehovic segna da tre troppo tardi, Micov in lunetta e Popovic mettono fine alla contesa.

AX Exchange Milano - Buducnost Podgorica 111-94. Boxscore: 20 Micov, 19 Kuzminskas, 17 Bertans e James, 14p+12r Gudaitis, 8 Jerrells, 5 Cinciarini, 4 Tarczewski e Burns, 3 Della Valle per l'Olimpia (8-8); 23p+8r Bitadze, 17 Cole, 16 Clark, 12 Popovic, 6 Clarke per il Buducnost (3-13).