Bollettino Covid-19, 27 ottobre: Francia, lockdown anche per lo sport

27.10.2020 18:48 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Bollettino Covid-19, 27 ottobre: Francia, lockdown anche per lo sport

Coronavirus Italia. Nel bilancio del 27 ottobre ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare anche oggi 221 persone. L'incremento dei nuovi casi di coronavirus è di 21.994 (ieri 17.012). In Lombardia 5.035 persone infettate, 2.761 in Campania, 2.458 in Piemonte. Nel Lazio +1933. In Valle d'Aosta +57. Otto regioni hanno più di mille nuovi casi.

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 37.700 con un incremento di 221 (141 ieri). Pazienti in terapia intensiva: 1.411 (ieri 1.286). I guariti raggiungono quota 271.998. Gli attualmente positivi sono 255.090 sempre in risalita. La prudenza è sempre d'obbligo.

"Il trend dell'epidemia è in aumento, più marcato nelle ultime 2-3 settimane. Abbiamo un numero di decessi ancora relativamente limitato e così anche l'occupazione delle terapie intensive ancora al di sotto del livello di guardia, anche perché è aumentato il numero di posti. Tutto ciò indica comunque la necessità di implementare adeguati interventi", ha detto il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, durante un punto stampa al ministero.

L’allerta Coronavirus sorprende in prima persona il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri. Il ragioniere generale dello Stato, Biagio Mazzotta, è stato trovato positivo alla Covid-19 e ora Gualtieri si trova in autoisolamento nel suo ufficio al Ministero dell’Economia e della Finanza. In attesa dell’esito il ministro è comunque al lavoro: oggi è la giornata in cui verrà presentato il decreto ristori, nel quale sono contenute le misure di sostegno alle categorie più colpite dal nuovo Dpcm.

Coronavirus Mondo. Invece  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 19:30 del 24 ottobre gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 8,7 milioni, l'India supera 7,9 milioni e il Brasile 5,4 .

Totale contagi mondo 43,653,480. Totale morti mondo: 1,161,740.

Germania. Il numero di casi da Coronavirus giornalieri registrati in Germania potrebbero toccare presto i + 20 mila. A comunicarlo è stato il ministro dell’Economia Peter Altmaier, che oggi, 27 ottobre, ha dichiarato: «In Germania stiamo facendo i conti con una crescita esponenziale. Il numero dei nuovi casi potrebbe crescere del 70–75% rispetto alla settimana scorsa». Una stima ancora peggiore di quella formulata dalla cancelliera Angela Merkel a fine settembre, quando aveva preannunciato oltre 19 mila nuovi casi giornalieri entro Natale. Sabato è stato registrato il picco record di 14,7 mila nuovi positivi.

Russia. La Russia ha chiesto all'Organizzazione Mondiale della Sanità "la registrazione accelerata" del suo vaccino contro il Covid-19 chiamato Sputnik V. Il vaccino era stato annunciato ad agosto da Mosca come il primo al mondo contro il nuovo coronavirus nonostante non avesse completato tutti i test clinici necessari. Lo fa sapere il Fondo di investimenti diretti russo (Rdif), che finanzia il vaccino, ripreso dall'agenzia di stampa Interfax. Secondo il Fondo, che ha avanzato la richiesta, la registrazione rapida dovrebbe rendere il vaccino russo disponibile in tutto il mondo prima rispetto alle procedure ordinarie. 

La Svezia è l’unico Paese che non ha mai imposto il lockdown. Una scelta coraggiosa ma molto rischiosa che, adesso, ha fatto schizzare in alto il numero dei contagi giornalieri. Nell’ultima giornata, infatti, sono stati registrati +1.870 nuovi casi di Coronavirus, ovvero il numero più alto dall’inizio della pandemia. Secondo l’agenzia della salute svedese, tra l’altro, i casi di primavera sarebbero stati molti di più ma non sarebbero mai stati registrati proprio per la mancanza di test. Il record precedente di casi in Svezia era stato di +1.689 a fine giugno. Ora, invece, il limite è stato superato. Le vittime, in tutto, sono 5.918.

Argentina. In Argentina le attività commerciali provano a riaffacciarsi alla normalità. Dopo otto mesi di chiusura, il governo ha deciso per la riapertura parziale di ristoranti e bar a Buenos Aires, sulla base di dati incoraggianti sul numero di contagi da Coronavirus. I locali che disponevano di uno spazio esterno avevano già ricevuto giorni fa un primo permesso a riprendere l’attività. Ora la possibilità è stata estesa a tutti gli esercizi che avranno la possibilità di utilizzare il 25% del loro spazio disponibile. In fase di riapertura anche asili nido e palestre, in cui si invita a rispettare con particolare attenzione le regole di distanziamento e di ventilazione.

Gran Bretagna. Da una ricerca condotta nel Regno Unito su 365mila persone è emerso che in soli tre mesi la percentuale di soggetti con anticorpi contro il nuovo coronavirus sarebbe diminuita del 26,5%: sarà dubbio riuscire a ottenere l'immunità di gregge.

Francia. La nuova ondata di Coronavirus è «brutale», come ha detto il capo del Consiglio scientifico Jean-Francois Delfraissy, e ci si aspettano misure importanti nel giro dei prossimi giorni. Il ministro dell’Interno francese Gérald Darmanin ha parlato di «decisioni difficili» in arrivo per contrastare l’avanzata della Covid-19 nel Paese. Ieri, l’incremento dei casi giornalieri ha toccato quota +26.768. Probabilmente la prospettiva è quella di un nuovo lockdown generale nel fine settimana, anche de Darmanin, che ha parlato prima dell’apertura del Consiglio Difesa dedicato all’emergenza sanitaria, ha dichiarato di non sapere ancora quali misure verranno prese. Lo sport potrebbe fermarsi fino al 31 dicembre (qui).

Belgio. La seconda ondata di contagi da Covid-19 in Belgio sta travolgendo letteralmente il Paese, che ad oggi cerca di combattere il virus con forze sempre più stremate. Coprifuoco alle 22, strade semi deserte, ristoranti e bar chiusi ormai da una settimana. Un semi lockdown che il governo ha deciso e che ad oggi potrebbe risultare non sufficiente. Con 11,5 milioni complessivi di abitanti, nell’ultima settimana la curva epidemica ha viaggiato ad un ritmo di circa 12.500 casi ogni 24 ore. Numeri che stanno mettendo in serie difficoltà gli ospedali di tutto il Paese, basti pensare che a Bruxelles serviranno solo altre due settimane per raggiungere il collasso delle terapie intensive. .

Spagna. Coprifuoco dalle 24 alle 6 del mattino nella regione che comprende Madrid, la capitale della Spagna. Il governo regionale, la Comunidad de Madrid, ha dato notizia dell’arrivo di nuove limitazioni per combattere la propagazione dell’emergenza sanitaria che saranno in vigore da domani, sabato 24 ottobre. Tra esse prima di tutto il divieto di riunione fra persone che non siano conviventi, in privato e in pubblico, dalla mezzanotte alle sei del mattino. Il primo ministro della Spagna, Pedro Sánchez, ha affermato che il numero reale di casi nel Paese è tre volte il milione di infezioni ufficialmente registrate questa settimana e ha avvertito che «mesi molto difficili» si prospettano. Secondo gli ultimi dati del ministero della Salute spagnolo, il numero medio di casi per 100.000 persone in tutto il paese è di 348. Nella regione più colpita, la Navarra, tale cifra sale a 1.058. Una situazione a dir poco preoccupante che però non ha spinto il primo ministro alla misura più discussa e richiesta dai governi regionali nelle ultime settimane, e cioè quella di un lockdown totale.

Grecia. La Grecia ha registrato in 24 ore più di mille casi di Covid: è la prima volta dall'inizio della pandemia. Le infezioni accertate sono 1.259. Registrati anche altri 12 decessi.