NBA - Warriors: Kevin Durant non sarà mai più lo stesso

16.06.2019 19:50 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - Warriors: Kevin Durant non sarà mai più lo stesso

KD ha 30 anni, tornerà in campo quando sarà più vicino a 32 che a 31, probabilmente a settembre 2020. Ha avuto in carriera diversi problemi con polpacci, fratture del piede, distorsione delle caviglie, distorsione del ginocchio sinistro. Ha perso la maggior parte della stagione 2014-15 a causa di un piede rotto e poi ha giocato 72, 62 e 68 partite nelle seguenti tre. Occorrerà un periodo di recupero di almeno 12 mesi: gli specialisti dicono che più è lungo, migliore sarà il recupero.

E poi c'è il problema dell'atrofia muscolare. Un anno intero senza poter allenare la gamba rende il recupero completo della forza quasi impossibile, anche se ogni giocatore è un caso diverso. Brandon Jennings, Elton Brand, Chauncey Billups o Kobe Bryant ne hanno sofferto e l'età è stata un fattore in alcuni di questi casi. Durant è molto più giovane di Billups o Bryant al momento dell'infortunio. E i lunghi tendono a fare meglio delle guardie quando recuperano dall'intervento chirurgico dell'Achille.

Jeff Stotts, esperto di recupero fisico degli atleti, ha detto a Bleacher Report: "Gli studi di casi simili mostrano sempre tutti un calo del rendimento. E questo tipo di infortunio penalizza soprattutto i cestisti per i loro salti continui e i movimenti esplosivi da cominciare e interrompere casualmente, per i quali il polpaccio e il tendine d'Achille sono essenziali e vitali. "

Il medico di un'altra squadra NBA è stato chiaro nella sua predizione: "Durant non sarà più un giocatore da 82 partite all'anno, potrà esserlo solo in piccole dosi, quindi meno minuti, menogare. Sarà difficile vedergli una prestazione continua nel tempo. Durant può ancora essere un grande giocatore, ma lo farà entro i 28 minuti a match, e non lo farà in modo consecutivo, e si riserverà ai playoff."