Lega A Supercoppa - Sacchetti, dal Mondiale a Cremona "Ripartiamo da zero, obiettivo salvezza"

20.09.2019 08:36 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: La Provincia di Cremona
Lega A Supercoppa - Sacchetti, dal Mondiale a Cremona "Ripartiamo da zero, obiettivo salvezza"

Dopo i mesi estivi dedicati alla Nazionale azzurra, coach Meo Sacchetti si è rituffato nel clima di preseason della serie A e della lunga stagione 2019-20 (che per lui potrebbe non finire entro il 12 giugno ma continuare - e glielo auguriamo perché vorrebbe dire Olimpiadi - fino ad agosto inoltrato) e per la sua Vanoli Cremona fa il punto della situazione alla vigilia dell'esordio ufficiale della stagione con la partita di Supercoppa italiana sabato a Bari

Vanoli Cremona. Abbiamo qualche problema e cercheremo di risolverlo in questi ultimi allenamenti per cercare di fare meglio di quanto fatto ultimamente. Abbiamo avuto piccoli contrattempi, tra cui Williams è stato uno di questi. Ora abbiamo inserito un giocatore che pensiamo possa darci maggiore consistenza sotto canestro.

Infermeria. Stojanovic e Palmi hanno avuto piccoli problemi alla caviglia e al flessore ma dalle visite non sembra ci sia nulla di particolare. Ruzzier ha preso una botta e valuteremo in allenamento. Diener sta bene anche se ha bisogno di più tempo per entrare in condizione. Anche se l’ho trovato meglio rispetto all’anno scorso. Lui è uno di quei giocatori che sente un po’ di più partite come queste.

Supercoppa italiana. La vittoria della Coppa Italia ci ha permesso di prendere parte alla Supercoppa. Dobbiamo ricordare quanto fatto ma ora inizia una nuova stagione, con altri giocatori. Quanto conquistato deve essere molla per il futuro ma una squadra come Cremona deve sempre ripartire da zero, puntando all’obiettivo di primaria importanza, che è la salvezza. E poi vedere se si riesce a legare maggiormente questa squadra per ottenere qualcosa in più.

Josiph Sobin. È un ragazzo disponibile. Sappiamo quali sono i suoi pregi, fa dell’intensità l’arma più importante. Ci serviva proprio un giocatore con presenza in area. È chiaro che ad oggi non possiamo chiedergli più di tanto ma con il suo arrivo abbiamo cercato di dare maggiore consistenza vicino a canestro.