A2 Femminile - CUS Cagliari: Firenze battuta a Sa Duchessa

A2 Femminile - CUS Cagliari: Firenze battuta a Sa Duchessa

Non poteva esserci inizio d’anno migliore per il CUS Cagliari, che a Sa Duchessa manda al tappeto Firenze, terza forza del Girone Sud di A2 (51-43 il finale). Dopo un inizio sofferto a causa della grande precisione avversaria dall’arco, le universitarie sono cresciute piazzando tra la fine del terzo e l’inizio dell’ultimo quarto il break decisivo per la vittoria. Fondamentale la tenuta difensiva, con appena 13 punti concessi nei secondi 20 minuti. La squadra di Xaxa sale ora a quota 10 in classifica e rafforza la sua posizione in chiave playoff.  

LA GARA – Le due Rossini sono subito in ritmo dai 6,75 m e consentono a Firenze di piazzare rapidamente un primo allungo sul 14-5. Prosperi prova a rintuzzare, ma le gigliate tengono percentuali alte dall’arco e tornano sul +9. Coach Xaxa, alla lunga, riesce a ottenere maggiore attenzione in difesa e a rimbalzo, e al 10’ le universitarie accorciano (17-12).

Il buon momento del CUS prosegue in avvio di secondo periodo, con Puggioni e Gagliano che regalano il -1. Il tecnico ospite Corsini spende il timeout, ma non riesce a impedire il canestro di Prosperi che vale la parità a 19 dopo un lungo inseguimento. La gara prosegue sul filo dell’equilibrio: il quintetto ospite prova a scappare a più riprese, ma le rossoblù trovano sempre il modo di tenersi in linea di galleggiamento, e alla pausa lunga sono a un solo possesso di distanza.

Le cussine rientrano in campo con il piglio giusto: prima Cecili impatta con la bomba, poi Puggioni, con due penetrazioni brucianti, regala il vantaggio sul 37-34. Le cagliaritane stringono le maglie in zona difensiva (appena 7 punti concessi in 10 minuti) e con i liberi di Cecili mantengono il vantaggio al 30’ (41-37).

La tripla di Gagliano e il jumper di Prosperi in apertura di ultimo periodo segnano il massimo vantaggio CUS sul +9. Corsini deve intervenire, e le sue, dopo aver toccato anche le 11 lunghezze di svantaggio, abbozzano una reazione affidandosi a De Cassan, protagonista del -7. Le fiorentine tentano la carta della difesa a zona, ma Puggioni punisce prontamente ricacciando indietro le rivali (51-41). E’, di fatto, il canestro che chiude la contesa: le toscane infatti non riescono più a mettere in discussione il predominio del CUS, che tiene alta la soglia dell’attenzione e al 40’ può festeggiare un successo pienamente meritato.

“Il nostro punto di forza principale è sempre stato la difesa – commenta coach Federico Xaxa – e oggi lo abbiamo ribadito concedendo pochissimo a una squadra che, dalla sua, può contare sulla capocannoniere del girone. Ciò significa che possiamo davvero mettere in difficoltà qualunque avversario in questo torneo. Faccio i complimenti a tutta la squadra per la determinazione difensiva sfoggiata nel secondo tempo, sono molto soddisfatto”.

CUS Cagliari-Il Palagiaccio Firenze 51-43

CUS CAGLIARI: Puggioni 11, Caldaro 6, Cecili 3, Prosperi 13, Ljubenovic 8, Serra ne, Martis ne, Striulli ne, Saias 2, Madeddu ne, Niola, Gagliano 8. Allenatore Xaxa

P.F. FIRENZE: M. Rossini 18, S. Rossini 8, Dell’Olio 2, Poggio 6, De Cassan 5, De Marchi 4, Speziali, Galfano ne, Reani ne, Polini. Allenatore Corsini

Parziali: 12-17; 27-30; 41-37

Arbitri: Mamone e Scolaro