EuroLeague - Pau Gasol: orgoglio culè!

24.02.2021 00:41 di Fabrizio Antonio Brunacci   Vedi letture
EuroLeague - Pau Gasol: orgoglio culè!

"With the third pick in the 2001 NBA Draft, the Atlanta Hawks select Pau Gasol from F.C. Barcelona, Spain " !

Nella notte del 27 Giugno 2001, Pau Gasol, promettentissimo e già fortissimo lungo spagnolo volò nel Mondo del basket americano come soltanto un giocatore iberico prima di lui aveva fatto. Ma si sa, il cerchio della vita è sempre destinato a chiudersi esattamente come le pecore tornano sempre all'ovile e oggi, quasi 20 anni dopo, il fratellone di Marc torna a casa.

Con i catalani giocò per tre stagioni riuscendo a conquistare per 2 volte la Liga ACB e una Copa del Rey. Nel suo anno di grazia riuscì a mantenere una media di 11.4 punti per partita. A livello individuale una volta MVP del campionato e una della coppa. Ma queste sono solo statistiche e numeri. Analizziamo il reale significato del ritorno del figliol prodigo alla casa madre. 

Pau è sempre stato molto legato alla Nazionale e forse ancor di più alla società che lo ha lanciato nel basket che conta, in più non dimentichiamoci che lui è proprio nato a Barcellona. Altro fattore determinante? Sarunas Jasickevicius, attuale allenatore dei culè, è stato compagno di Gasol . Non siete ancora contenti? Anche Nikola Mirotic ha giocato insieme a lui, prima a Chicago e poi a Milwaukee. Insomma, era quasi destino.

Che non avesse tutta questa voglia di ritirarsi lo si era già capito dal molto girovagare in giro per la NBA nelle ultime stagioni. Avrebbe potuto avere un ritiro degno di nota, ma quel che possiamo pensare è che questo ritorno in realtà fosse nell'aria già da tempo. Ed ecco al lieto fine per tutti.

Pau Gasol ha 40 anni, non è più un giovanotto, ma è uno degli ultimi pivot veri rimasti. Negli ultimi anni si è modernizzato aggiungendo il tiro da 3 punti (quello che odiava tanto ai primi tempi della gestione Jackson a Los Angeles), ma in post basso rimane sempre devastante.

Ok : un 1vs1 contro Milutinov forse non gli farebbe più onore come un tempo, ma sono sicuro che riuscirebbe oltre che a tenerlo anche a fare bella figura. Potrebbe inoltre dominare in Liga ACB contro le squadre di media/bassa classifica e sicuramente dare minuti di qualità anche contro le squadre di alta classifica. 

E' un giocatore intelligente e non penso avrà remore nel farsi da parte se ci sarà bisogno di questo, ma il mio pensiero è che potrebbe addirittura essere in campo nei minuti decisivi delle partite. Anche perchè Gasol è il Barcà esattamente come lo è stato Juan Carlos Navarro.

La firma è arrivata a due giorni dalla fine del mercato di Eurolega ed è stata anche una pesca strategica. Pensate cosa sarebbe successo se il buon Pau avesse accettato i milioni (o anche solo qualche centinaio di euro che in pandemia Covid-19 non fanno schifo) da qualsiasi altra squadra e avesse rinforzato i rivali o appunto indebolito il Barcellona?

Aggiungo io: sarebbe stato l'acquisto top per l'Olimpia Milano. Fuori quel Kaleb "Tarcisio" che non ha convinto molti e dentro un giocatore con i fiocchi, un vero lungo che non avrebbe pestato i piedi a Leday e avrebbe fatto rifiatare Hynes.

Ma al cuor non si comanda e noi non vediamo l'ora di vedere in campo uno dei lunghi più dominanti nella storia del basket europeo.
I have a dream: Pau Gasol e Marc Gasol insieme, nella stagione 2021-2022 nel roster del FC Barcelona !