Serie C - Virtus Imola lascia strada a Ferrara all'ultimo minuto

03.05.2021 16:36 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie C - Virtus Imola lascia strada a Ferrara all'ultimo minuto
© foto di Virtus Imola

La Virtus cade per la prima volta. Con il paracadute (importante) della differenza canestri nello scontro diretto che consente ai gialloneri di mantenere il 1° posto in classifica, nonostante la sconfitta.

Ferrara si impone sull’Intech 79-75 dopo aver dominato il match dall’inizio alla fine. Ma con il colpo d’orgoglio finale la Virtus si trova sul -2 a 40 secondi dalla sirena. Dopo il timeout, però, la maggior freschezza mentale degli ospiti emerge e il canestro da sotto di Agusto chiude i conti, anche perchè nel coast to coast successivo Aglio non trova nè fallo nè, tantomeno, canestro.

Si chiude con la grande e giustificata esultanza dei biancoazzurri che espugnano il PalaRuggi “vendicandosi” della sconfitta incassata all’andata.

Ferrara chiude con 63% nel tiro da 2 punti e 33% dall’arco (con 10 triple infilate), ma nel primo tempo la percentuale dalla distanza  erano addirittura al 47%. Numeri che mostrano l’ottima partita dei biancoazzurri. Alla fine anche le 9 triple imolesi non sono male, ma è stato l’atteggiamento generale della squadra ad aver registrato livelli non consoni per la stagione attuale. 

Imola mastica amaro perchè dopo 8 vittorie consecutive non è facile tornare negli spogliatoi a mani vuote. Ma nulla è perduto, anzi. I gialloneri mantengono la testa del girone Sud per la differenza canestri ed ora dovranno mantenerla nell’ultima di regular season in quel di Lugo contro gli Aviators che ancora non saranno certi del 3° posto.

Appuntamento a mercoledì 5 maggio alle ore 20,00, con la diretta streaming dal PalaBanca.

La cronaca.

Nei primi 6’ Ferrara mette in campo una pressione incredibile sugli avversari che stentano a replicare: nel 12-20 che obbliga coach Regazzi a chiamare timeout, ci sono canestri da lontano, pressing asfissiante sui tiratori e difesa solida. La tripla di Cortesi replica a quelle, in apertura, di Barattini e Ranocchi. Al primo intervallo breve, ci si arriva con un 21-33 spaziale per gli ospiti. Nell’ultimo minuto due triple di Ivan Begic offrono ossigeno ai locali, ma la gestione dell’inerzia del match è totalmente nelle mani degli estensi.

Cortesi apre le danze nel 2° quarto con una tripla dall’angolo, tra i gialloneri segna solo Salsini (4 punti) nei primi 4’20” (25-38). La tripla dall’angolo di capitan Agusto allunga sul 29-41 a metà frazione. Al 7’ Barattini si getta in penetrazione per il 33-45, seguito da una magia sotto canestra di Begic che riporta a 10 le lunghezze di svantaggio. A 1’15” Murati prova a sfondare in area e realizza il canestro più il libero aggiuntivo (38-48). E’ un buon momento per la Virtus che continua ad accorciare con un’altra penetrazione di Begic per il 40-48, con cui si arriva all’intervallo.

Al cambio campo, Verrigni infila subito la tripla, con la Virtus che sbaglia diverse conclusioni filate, concedendo spazio agli ospiti. Che ne approfittano con Agusto (40-53). In uno scontro sotto canestro si infortuna Locci. Agusto segna ancora, con Barattini che cerca di far rimanere a galla i suoi (45-55). Il 47-60 è siglato dal contropiede di Cortesi a cavallo di metà frazione: nell’azione successiva Salsini piazza una tripla pesante fronte a canestro e nel ribaltamento strappa la palla in difesa. L’ala è in fiducia e realizza un altro tiro pesante dall’angolo destro per il 53-65 a 2’ dalla sirena. Barattini chiude dalla lunetta la frazione sul 58-65.

Fatica anche in avvio di ultimo quarto la Virtus con Ferrara che riesce a scappare sul 58-69. Begic accorcia dalla lunetta, ma a metà frazione il vantaggio ospite resta cospicuo sul 60-71, con troppi errori al tiro dei gialloneri. A 3’ dalla sirena finale Magagnoli accorcia sul -10, ma la gara si riapre clamorosamente sulla tripla di Ivan Begic che vale il 70-76 a 1’25” dalla sirena. Timeout ospite utile per spezzare il ritmo giallonero. Cortesi fa 1/2 dalla lunetta e nella ripartenza Barattini brucia la retina con la tripla che fa esultare tutto il popolo giallonero. Ferrara sbaglia e nell’affondo dei locali, Aglio si ritrova la palla sotto canestro e per lui è facile realizzare il 75-77 che obbliga coach Furlani a chiamare timeout a 40” dalla fine. Alla ripresa del gioco Agusto trova un varco nell’area su assist di Bianchi e Aglio si cimenta in un coast to coast che non porta frutti. Dall’altra parte Cortesi prende il ferro da lontano, ma il rimbalzo è ospite e, nonostante l’errore di Agusto, Imola non ha più tempo per costruire un’azione da 4 punti.

Finisce sul 75-79 per la festa biancoazzurra.

INTECH VIRTUS IMOLA-FERRARA 75-79

(parziali: 21-33 / 40-48 / 58-65)

Virtus: Salsini 10, Dalpozzo ne, Piani Gentile ne, Aglio 7, Ramilli 1, Murati 5, Locci, Magagnoli 4, Ranocchi 4, Barattini 22, Begic 22, Savino ne. All: Regazzi

Ferrara: Tongue, Tornimbeni ne, Labovic 3, Costanzelli 17, Cattani, Cortesi 19, Bianchi 10, Seravalli 5, Gibertini ne, Verrigni 10, Tengue ne, Augusto 15. All: Furlani

Arbitri: Bersani e Sabatino