Serie C - Spilimbergo corsara a San Daniele

25.02.2018 23:17 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 112 volte
Serie C - Spilimbergo corsara a San Daniele

Sconfitta casalinga per Il Michelaccio San Daniele che, ieri, è stato superato con il punteggio di 81-78 dalla Vis Spilimbergo, al termine di una bellissima partita. Hanno iniziano bene i padroni di casa che hanno toccato subito i dieci punti di vantaggio, grazie a un attacco ispirato da Bortoluzzi, Bellina e Di Just, ma gli ospiti non hanno mollato e hanno chiuso sotto di sei punti, al termine del primo quarto. Nel secondo periodo la musica non è cambiata: i collinari hanno spinto sull'acceleratore, toccando il +12, ma ancora una volta non sono stati bravi a mantenere il vantaggio e Spilimbergo, sospinto da Manzon e De Simon, si è riportato sul -7 (44-37), all'intervallo lungo. Nel terzo quarto la Vis è sembrata essere più intensa in difesa e più concreta in attacco, mentre Il Michelaccio ha trovato qualche difficoltà a trovare la via del canestro, pur rimanendo, ancora avanti di una lunghezza, al termine del terzo periodo (59-58). A cinque minuti dalla fine Spilimbergo ha raggiunto e superato di 6 punti i collinari e la gara è parsa finita, ma le conclusioni pesanti di Pellarini e Bellina, a pochi secondi dal termine, hanno riportano i locali a -1. Sul fallo, De Simon è preciso dalla lunetta, mentre il ferro ha sputato il tiro del pareggio di Bellina.

Il Michelaccio - Vis Spilimbergo 78-81 

Parziali: (26-20; 44-37; 59-58)

Coach Enrico Sinone analizza così il match: "Era prevedibile che sarebbe stata una partita non facile e che Spilimbergo volesse uscire dal periodo di crisi con una grande prestazione: così è stato. Noi siamo stati bellissimi in attacco nei primi venti minuti: quando troviamo i vantaggi e ci passiamo la palla siamo devastanti e siamo capaci di break importanti. I nostri avversari sono stati bravi a non farsi abbattere dal parziale subito inizialmente, ricucendo ogni volta che abbiamo provato ad allungare. Negli ultimi cinque minuti ha vinto la squadra che aveva più condizione fisica. Noi abbiamo ancora troppi giocatori fuori condizione, appena rientrati da infortuni e nel finale si è visto. Volendo trovare un lato positivo posso dire che sono felice di aver ritrovato tutti i giocatori a disposizione.Sono convinto che ora l'importante sia veramente trovare la miglior condizione fisica e atletica per stare bene tra due mesi, quando inizierà la parte importante della stagione, sperando ovviamente di arrivare al completo e con la consapevolezza della nostra forza e del nostro valore."