Serie A2 Old Wild West: spettatori ancora vicini al milione, incassi a quota 6.3 mln

17.05.2018 12:25 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 2555 volte
Serie A2 Old Wild West: spettatori ancora vicini al milione, incassi a quota 6.3 mln

Lega Nazionale Pallacanestro comunica il dato di affluenza nei palasport di Serie A2 al termine della stagione regolare 2018/2019. Che ha avuto il suo record di pubblico con il derby di Trieste tra Alma e Gsa Udine, che all’Alma Arena ha raccolto 6.394 spettatori, per 74.036€ di incasso.

In vetta alle classifiche c’è la Consultinvest Fortitudo Bologna, per dato complessivo di spettatori (80.792), media-gara (5.386), incasso globale (1.122.816€) ed incasso medio-gara (74.854€). A seguire, per media spettatori, Alma Trieste (4.800), De’ Longhi Treviso (4.718), Tezenis Verona (3.834), Unieuro Forlì (3.304) e GSA Udine (3.272); quindi Biella (2.794), al settimo posto assoluto e confermando il primato all’Ovest.

IL DATO GLOBALE: SPETTATORI – In base ai dati pervenuti e forniti dalle 32 Società (certificati Siae), i trenta turni di Serie A2 Est ed Ovest hanno visto affluire complessivamente nei palasport un totale di 965.152 spettatori, per una media-gara di 2.011. Il dato rappresenta il secondo migliore nelle ultime cinque stagioni. Lo scorso anno, record ogni epoca per il campionato di Serie A2, gli spettatori furono 1.010.637, per una media di 2.105 a gara. Per la seconda stagione consecutiva la media-gara si attesta quindi oltre quota duemila, ed è un chiaro segnale di apprezzamento del prodotto offerto. Da notare come, nel girone di ritorno, le affluenze siano lievitate di un significativo +6.4% rispetto all’andata. Tutto ciò nonostante per la terza volta nelle ultime quattro stagioni il torneo non abbia goduto dell’eredità della squadra scesa dalla Serie A: ricordiamo infatti come, per motivi diversi, non abbiano partecipato alla A2 la Sutor Montegranaro (nel 2014/2015), la Juve Caserta (nel 2015/2016) e la Vanoli Cremona (nel 2017/2018). La Fortitudo Bologna ha portato finora ai suoi incontri quasi 81.000 spettatori; sono stati 72.000 a Trieste, 71.000 a Treviso, 57.500 a Verona, quasi 50.000 a Forlì e Udine. Sfiorati i 42.000 a Biella prima realtà ad Ovest.

IL DATO GLOBALE: INCASSI – Al termine della stagione regolare gli incassi sono risultati pari a oltre 6.3 milioni di euro, per una media-gara di 13.203€ a partita. I salti in avanti più significativi a Trieste, Udine e Forlì. Guida la graduatoria la Consultinvest Bologna (1.122.816€), seguono Trieste (676.447€), Treviso (401.040€), Forlì (376.170€), Udine (314.951€) e Biella (291.440€) sempre prima all’Ovest. Oltre i 200.000€ incassati anche Siena (268.810€) e Verona (247.106€). A chiudere la Top 10, i numeri molto simili e curiosi di un derby regionale: Ferrara ha incassato 200.658€ e Ravenna 200.503€; la media-gara è stata di 13.377€ a Ferrara, e 13.367€ a Ravenna; quanto a spettatori, 1.828 di media a Ravenna e 1.550 a Ferrara. Questo invece è l’ordine analizzando l’incasso medio per gara (tra parentesi quello della passata stagione): 1) Fortitudo Bologna 74.854€ (73.833€); 2) Trieste 45.096€ (30.979€); 3) Treviso 26.736€ (27.974€); 4) Forlì 25.078€ (21.660€); 5) Udine 20.997€ (15.061); 6) Biella 19.429€ (25.456€); 7) Siena 17.921€ (19.144€); 8) Verona 16.474€ (14.737€).

INDICE RIEMPIMENTO A2 - Come da tradizione LNP, è altrettanto interessante valutare l’indice di riempimento degli impianti: per molte Società, numeri non significativi in termini assoluti lo diventano in quelli relativi al contesto territoriale in cui operano. Se gli indici sono elevati, senza sorpresa, per Fortitudo Bologna (97%), Udine (93%) e Treviso (88%), vanno evidenziati quelli di Legnano (99%) che due stagione ha soldout a Castellanza, o il 79% di Imola. Come sono importanti il 72% di Verona ed il 69% di Trieste su impianti di capienza superiore ai 5300 posti. Nota di merito anche per il 60% di Forlì e Tortona, il 59% di Treviglio, il 57% che Montegranaro (realtà da 13.000 abitanti) ha saputo convogliare a Porto San Giorgio, ed il 56% di Biella, in un altro impianto da oltre 5000 posti. Nel girone Est sono stati occupati il 62% dei posti disponibili, ad Ovest il 42%, la media in A2 è del 52%.

LE 15 PIU’ VISTE AD EST – 1) Alma Trieste-GSA Udine 6.394; 2) Alma Trieste-De’ Longhi Treviso 5.999; 3) Tezenis Verona-Termoforgia Jesi 5.657; 4) Consultinvest Bologna-Dinamia Generale Mantova 5.533; 5) Consultinvest Bologna-De Longhi Treviso 5.547; 6) Consultinvest Bologna-XL Extralight Montegranaro 5.547; 7) Tezenis Verona-Consultinvest Bologna 5.542; 8) Consultinvest Bologna-Andrea Costa Imola 5.531; 9) Consultinvest Bologna-Assigeco Piacenza 5.523; 10) Consultinvest Bologna-OraSì Ravenna 5.514; 11) Consultinvest Bologna-Bondi Ferrara 5.489; 12) Consultinvest Bologna-Alma Trieste 5.442; 13) Alma Trieste-Consultinvest Bologna 5.372; 14) Consultinvest Bologna-Roseto Sharks 5.364; 15) Consultinvest Bologna-GSA Udine 5.351.

LE 15 PIU’ VISTE AD OVEST – 1) Eurotrend Biella-Novipiù Casale Monferrato 3.471; 2) Eurotrend Biella-Givova Scafati 3.293; 3) Eurotrend Biella-Benacquista Latina 3.165; 4) MetExtra Reggio Calabria-Novipiù Casale Monferrato 2.973; 5) Eurotrend Biella-Moncada Agrigento 2.954; 6) Eurotrend Biella-Pasta Cellino Cagliari 2.898; 7) Eurotrend Biella-NPC Rieti 2.828; 8) Eurotrend Biella-FCL Contract Legnano 2.746; 9) Novipiù Casale Monferrato-Bertram Tortona 2.722; 10) Eurotrend Biella-Soundreef Siena 2.720; 11) Eurotrend Biella-Leonis Roma 2.708; 12) Eurotrend Biella-Lighthouse Trapani 2.681; 13) Eurotrend Biella-Virtus Roma 2.681; 14) Novipiù Casale Monferrato-Eurotrend Biella 2.577; 15) Eurotrend Biella-Remer Treviglio 2.557.

TURNI CON PIU’ PUBBLICO – La giornata record è stata la prima di ritorno del 14 gennaio con 40.454 spettatori complessivi (2.528 di media) ed un incasso di quasi 300.000€. (18.588€ quello medio) A seguire, la decima di ritorno del 18 marzo (38.313), la terza di ritorno del 28 gennaio (38.228), la seconda di andata dell’8 ottobre (37.016) e la sesta di ritorno dell’11 febbraio (36.066).