Cantù: 2-0 nella serie, ma attenti al “fuori tutto” dell’Unieuro Forlì

10.05.2022 21:37 di Paolo Corio Twitter:    vedi letture
Nikolic a canestro.
Nikolic a canestro.
© foto di pallacanestrocantu.com

C’è “fuori tutto” e “fuori tutto”: in gara 2 dei quarti playoff Tabellone Argento, quello dell’Unieuro Forli non prevede sconti speciali per l’attacco di Cantù come nella precedente sfida del PalaDesio. Il “fuori tutto” messo in piedi dalla squadra di coach Dell’Agnello prevede invece di rendere off limits il colorato, riducendo al minimo tanto le penetrazioni degli esterni dell’Acqua San Bernardo quanto i palloni giocabili da Bayehe (8 punti e 6 rimbalzi per una prova comunque positiva) e Cusin (5 punti, 6 rimbalzi in 22’ sempre da lottatore sul parquet). Una tattica difensiva che paga fino alla terza sirena (50-53 per gli ospiti), vista anche la serata difficile al tiro da tre dei brianzoli (3/18 al 30°), e che potrebbe essere ancora più fruttifera se nell’altro colorato Benvenuti (1/11 dal campo) e Bruttini (2/9) non fossero in una di quelle serate in cui ti risulta difficile anche solo imbucare una pallina di carta nel cestino sotto la scrivania. 

Poi, nell’ultima frazione, ecco finalmente riscaldarsi la mano di Trevon Allen, che mette insieme 8 dei suoi 14 punti da top-scorer, mentre Luca Vitali prosegue nel collezionare passaggi vincenti per festeggiare il suo 36° compleanno con la bellezza di 10 assist (4 nel quarto decisivo), che insieme a 6 punti e 5 rimbalzi ne fanno anche per la seconda volta il migliore dei suoi per valutazione (17). Con l’alzarsi delle percentuali di Cantù dalla media come dalla lunga, il “fuori tutto” dell’Unieuro finisce così inevitabilmente per concedere qualcosa anche sotto canestro: abbastanza perché Cusin firmi il 65-55 del 35° che cambia definitivamente l’inerzia a favore di Cantù, prima che la tripla del 68-58 di Da Ros (11 punti con 5/9 dal campo, più 4 assist e 3 rimbalzi) chiuda definitivamente la pratica.

Infine, nel 71-62 che vale il 2-0 per l’Acqua San Bernardo c’è anche quella famosa storia di “quando il gioco si fa duro…”, che questa volta - ed è un’ottima notizia per i biancoblu - vede Stefan Nikolic nel panno del più duro di tutti: 12 punti, con l’appoggio su rimessa dal fondo (assist di Vitali, naturalmente) che apre a inizio dell’ultimo quarto la rimonta finale, ma soprattutto con preziosi canestri messi a segno in mischia in una difficile terza frazione, quando l’attacco di Cantù non riusciva a venire a capo di quel “fuori tutto”. Lo stesso che la squadra di coach Marco Sodini, che ha avuto pochi punti ma tanto impegno difensivo anche dal trio Bucarelli-Severini-Stefanelli, si ritroverà certamente a dover affrontare all’Unieuro Arena giovedì 12 maggio (ore 20.45). Mentre Bolpin (16 punti in 36’), Giachetti (14 e 2 assist, prima di innervosirsi nel finale per una decisione arbitrale a sfavore), Rush (14, 8 rimbalzi) e Lucas (2 soli punti, ma 8 assist) saranno con tutta probabilità i principali rebus difensivi da risolvere per l'Acqua San Bernardo in una gara 3 potenzialmente già decisiva per la serie. (Paolo Corio)