A2 - Treviso, Pillastrini: "Verona squadra di qualità, per vincere serve un'altra partita importante"

23.02.2018 12:03 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 169 volte
Fonte: Ufficio Stampa
A2 - Treviso, Pillastrini: "Verona squadra di qualità, per vincere serve un'altra partita importante"

De' Longhi Treviso a caccia della 10° vittoria consecutiva nella trasferta di domenica a Verona contro la Tezenis.

Treviso Basket dopo le 9 vittorie consecutive (l'ultima con la ex capolista Trieste) è terza con 28 punti, mentre Verona è sesta a 26 punti dopo la sconfitta di domenica scorsa per 80-73 a Udine. Coach Pillastrini avrà la squadra al completo per questo derby veneto in terra scaligera. All'andata la De' Longhi TVB vinse 85-72 (28 Brown, 21 Antonutti,16 Udom).

Dichiarazioni Stefano Pillastrini, coach di TVB: "Verona è una squadra di alta classifica, viene da due sconfitte, ma con due squadre forti come Fortitudo e l'ultima a Udine ai supplementari. E' una squadra di qualità, per vincere dovremo fare un'altra partita importante perchè è un campo difficile contro una squadra con panchina lunga, italiani importanti e ottimi USA. Nelle ultime partite stiamo giocando bene e abbiamo mostrato un'ottimo approccio difensivo al di là dell'attacco che sta funzionando bene. Fino allo scorso anno eravamo una squadra di stazza con una grande difesa, quest'anno abbiamo cambiato radicalmente le caratteristiche della squadra che ha una fisicità diversa, più atletismo che stazza e c'è voluto del tempo per avere a punto i meccanismi difensivi che puntano sull'aggressività e sulle rotazioni. Gli infortuni iniziali hanno limitato un po' i progressi in questo senso, ora che siamo al completo e abbiamo potuto lavorare bene insieme ecco che la nostra difesa è aumentata moltissimo di qualità e aggressività, come era nei programmi iniziali, e i risultati si vedono. Abbiamo una panchina lunga e rotazioni che ci permettono di trovare tanti protagonisti diversi e tutti possono dare il loro contributo. Ad esempio Antonutti e Swann sono per noi due elementi del quintetto base, nel senso che sono due giocatori fondamentali, ma con una squadra così profonda possiamo variare il tema e far partire dall'inizio altri elementi che magari hanno bisogno di entrare prima nel ritmo-gara. Una squadra come la nostra e giocatori forti come i nostri, che vogliono vincere, non pensano al quintetto o ai minuti che giocano, ma solo al contributo che possono dare alla squadra. Adesso che le cose vanno bene non ci sono problemi, la squadra dovrà essere brava a tenere questo atteggiamento anche quando arriveranno momenti più difficili, dovremo sempre ragionare di squadra. Domenica vogliamo continuare a vincere, ma non è che le nove vittorie ci regalino un vantaggio iniziale, a Verona dovremo sudarci la vittoria, nessuno ci regala nulla e sarà un'altra battaglia da interpretare bene come abbiamo fatto nelle ultime uscite."