Covid-19, 17 novembre: anche l'Abruzzo in zona rossa

18.11.2020 00:50 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Covid-19, 17 novembre: anche l'Abruzzo in zona rossa

Coronavirus Italia. Nel bilancio del 17 novembre ecco la curva epidemica in Italia. Sono venute a mancare anche oggi 731 persone. Il numero delle vittime è il più alto dal 3 aprile. L'incremento dei nuovi casi di coronavirus è di 32.191 (ieri 27.354) su 208.458 tamponi. Le regioni che ha segnato il maggior incremento nel numero dei casi sono Lombardia (8.448), Veneto (3.124), Campania (3.019) e Piemonte (2.606).

Ricordiamoci che viviamo in un momento di grande incertezza, anche dal punto di vista scientifico, e che occorre mantenere alta l'attenzione. La mobilità è stata il fattore più importante nella diffusione del contagio.

Ancora però non si va verso un stop delle vittime in Italia, salite a 46.464, con un incremento di 731 (ieri 504). Pazienti in terapia intensiva: 3.612. I guariti raggiungono quota 457.798. Gli attualmente positivi sono 697.124 sempre in risalita. La prudenza è sempre d'obbligo.

Dal 18 novembre 2020 anche l’Abruzzo sarà in zona rossa. Le scuole però resteranno aperte. Lo ha anticipato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, nel corso della visita all’ospedale ‘San Raffaele’ di Sulmona. Nella zona rossa ci sono Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d'Aosta, Toscana, Campania, provincia autonoma di Bolzano, Abruzzo. Nella zona arancione ci sono Puglia, Sicilia, Umbria, Basilicata, Liguria, Emilia romagna, Marche, Friuli Venezia Giulia. Nella zona gialla ci sono Lazio, Liguria, Molise, Sardegna, provincia di Trento.

La curva dell’epidemia da Covid-19 in Italia non mostra più un andamento esponenziale, ma piuttosto lineare. L’aumento del totale di nuovi infetti accumulato nella scorsa settimana (+ 10%) è minore rispetto a quello della settimana precedente (+27%); il numero totale di infetti attivi (-8%) è cresciuto meno della settimana precedente (+19%); il numero di nuove ospedalizzazioni (+4537) è minore di quello della settimana precedente (+6137) e di quella ancora prima (+5520). È quanto emerge dai calcoli fatti dal fisico Roberto Battiston, dell’Università di Trento. "Per la prima volta da settembre osserviamo un andamento giornaliero dei nuovi casi positivi molto simile tra le due ultime settimane", ha detto Battiston.

Moderna ha annunciato in un comunicato che il suo vaccino contro il Covid ha una efficacia del 94.5%. L'azienda statunitense prevede di disporre di circa 20 milioni di dosi entro la fine del 2020 da destinare agli Usa. Moderna rende inoltre noto di essere sulla buona strada per la produzione totale di 500 milioni-1 miliardo di dosi nel 2021. Le Borse europee si sono messe a correre per la notizia: Madrid (+3%) guida la corsa seguita da Parigi e Milano (entrambre +2,2%). La prima analisi preliminare ha visto 95 partecipanti con casi confermati di COVID-19. Lo studio COVE ha arruolato 30mila partecipanti e sono state somministrate al campione due dosi di vaccino. Dei 95 casi che hanno sviluppato Covid-19, 90 sono relativi a soggetti che hanno partecipato allo studio e facevano parte del gruppo cui è stato somministrato un placebo e 5 nel gruppo cui è stato somministrato il vaccino.

Coronavirus Mondo. Invece  il grafico che aggiorna i dati in tempo reale della Johns Hopkins University conferma che alle 18:30 del 17 novembre gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di infetti, oltre 11,0 milioni, l'India supera 8,8 milioni e il Brasile 5,8.

Totale contagi mondo 55,292,586. Totale morti mondo: 1,331,895

In Francia i tifosi non potranno tornare negli stadi prima di gennaio. E lo faranno con rigidi limiti di presenza a seconda delle dimensioni del luogo. Lo ha reso noto la presidenza francese. Un ritorno di spettatori "non è possibile a dicembre" dato il recente aumento dei casi di Covid-19 in Francia, che ha portato il governo ad annunciare un nuovo lockdown parziale il mese scorso, ha detto il presidente, Emmanuel Macron, ai funzionari sportivi in una teleconferenza. 

Turchia. La Turchia osserverà un 'coprifuoco' parziale nei fine settimana, quando sarà permesso uscire di casa solo tra le 10 e le 20. Lo ha annunciato il presidente Recep Tayyip Erdogan, che ha poi annunciato che ulteriori divieti di uscire saranno imposti agli over 65 e agli under 20 in determinati giorni e fasce orarie. Chiusi i cinema fino al 31 dicembre, mentre ristoranti, supermercati, barbieri, centri commerciali rimarranno aperti tra le 10.00 e le 20.00. Inoltre tutti i campionati di tutti gli sport andranno avanti senza spettatori, mentre il calcio a livello amatoriale è sospeso.

OMS. L'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha registrato "dall'inizio dell'epidemia" 65 casi di coronavirus tra il personale presso la sua sede in Svizzera, e tra questi almeno un focolaio attivo di infezioni. È quanto emerge da una mail interna ottenuta dall'Associated Press. La rivelazione arriva nonostante le affermazioni pubbliche dell'organizzazione, secondo cui non ci si sono registrati contagi nella sede di Ginevra. Un portavoce dell'Oms, Farah Dakhlallah, ha confermato l'accuratezza delle informazioni sul conteggio dei casi in una mail inviata all'Ap, ma ha specificato che l'agenzia delle Nazioni Unite non aveva ancora determinato se il virus si è diffuso nei suoi uffici. 

India. L'azienda farmaceutica indiana Bharat Biotech annuncia di avere avviato oggi la fase 3 della sperimentazione clinica su volontari del Covaxin, il vaccino anti Covid 19, sviluppato in collaborazione con l'Indian Council of Medical Research (ICMR) e col National Institute of Virology(NIV). Lo ha reso noto in un comunicato Krishna Ella, presidente e direttore  dell'azienda, che ha i suoi laboratori a Hyderabad, nella cosiddetta "Genome Valley" indiana. La sperimentazione del Covaxin, che coinvolge oltre 25mila volontari, dai 18 anni in su, in 25 diversi centri del paese, sarà la più estesa mai svolta in India. Il Covaxin è il primo dei vari vaccini in fase di studio nel paese ad avere raggiunto la fase 3 dei trials. 

Spagna. In Spagna è record di decessi covid dall'inizio della seconda ondata di contagi da coronavirus. Sono stati 435 i morti covid nelle ultime  24 ore mentre  sono 13.159 nuovi casi registrati dalle autorità sanitarie locali. Dall'Inizio della pandemia la Spagna ha superato il milione e mezzo di casi di coronavirus e i 41mila decessi covid.

Germania. Il contenimento della pandemia del coronavirus "non riesce alla rapidità che speravamo, e molte strutture sanitaria sono oramai ai limiti": lo ha detto Angela Merkel ad una videoconferenza organizzata dalla Sueddeutsche Zeitung, aggiungendo che vi sono ambiti "per i quali abbiamo grandi preoccupazioni e dove l'evoluzione delle infezioni non è sotto controllo, tra cui Berlino". La pandemia del coronavirus è "la sfida del secolo per tutto il mondo e per ciascuno di noi", ha aggiunto la cancelliera, che ha detto anche di "rammaricarsi per il fatto che certe volte alcune cose vadano troppo lentamente", dato che in gioco c'è "la prevenzione del peggio, ossia il sovraccarico del sistema sanitario". 

Il premier britannico Boris Johnson e' risultato negativo a un test sul coronavirus  (eseguito nell'ambito di un progetto pilota), ma resta comunque in isolamento precauzionale per 14 giorni come previsto dalla linee guida del governo sulla pandemia avendo incontrato giovedì scorso un deputato Tory, Lee Anderson,  risultato al contrario poi positivo al Covid sabato.  Lo ha detto oggi ai giornalisti un portavoce di Downing Street nel suo briefing di giornata, assicurando comunque che il primo ministro risponderà domani alle interrogazioni parlamentari del Question Time del mercoledì, in video collegamento con la Camera dei Comuni. Il fatto che Johnson sia stato già contagiato dal coronavirus in primavera, quando fu costretto anche a tre giorni di ricovero in terapia intensiva, e sia poi guarito, non gli garantisce l'immunità in base ai risultati delle ricerche mediche più recenti. Per quanto un secondo contagio sia considerato al momento raro.