LBA - Brindisi lascia troppo a Venezia che vola con Bramos e Clark

17.01.2021 19:10 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Brindisi lascia troppo a Venezia che vola con Bramos e Clark

La seconda forza del campionato, la New Basket Brindisi, ospita al PalaPentassuglia una Reyer Venezia che sta recuperando la migliore condizione e ha raggiunto all'ultimo tuffo la qualificazione alle Final Eight. Palla a due ore 17:15. All'andata al Taliercio l'umana vinse 75-67, l'unica sconfitta con una big per Brindisi nel girone d'andata.

1Q - Partenza con i fuochi d'artificio: triple in sequenza per Harrison, Bramos e Thompson, con Bramos che da due fa 6-5 con meno di 2' giocati. Venezia passa avanti con cinque punti di Tonut 6-10. Brindisi accorcia con gioco da tre punti di Harrison. La Reyer riparte con De Nicolao e Watt, Harrison è sempre attivo e l'energia cresce: la rubata di Tonut diventa una stoppata di Thompson dall'altra parte del campo. Al 7' Thompson realizza il -1, Bramos da tre vale il 13-17 al 7'. Vidmar fa chiamare minuto a Vitucci, ma la Reyer mantiene l'iniziativa con al tripla di Daye. Perkins comincia a farsi vedere in area, Willis risponde a un'altra tripla di Daye 18-25, ma al gioco da tre punti di Thompson Daye fallisce la tripla sulla sirena 20-25.

2Q - Brindisi continua nel break che arriva a 11-0 con una grande azione difensiva e la panchina in cui Gaspardo (27-25) realizza il sorpasso, ma Watt pareggia al 12'. Harrison esce da 3' di annullamento totale fra le due squadre con il nuovo vantaggio pugliese 29-27. Bramos replica da tre, il tecnico alla panchina mostra il terzo errore ai liberi di Tonut, e Bell da tre punti sorpassa al 17'. Perkins per il +4. Watt va per il -2 nell'ultimo minuto, e al 20' è 36-34.

3Q - Harrison apre le marcature, ma la tripla di Bramos fa partire un parziale della Reyer 0-7 in 2' chiusa da Harrison che pareggia a quota 41 al 23'. Bramos piazza una seconda tripla, e Willis accorcia 42-44. Quando Perkins pareggia, con 5'30" Bramos segna per la terza volta dall'arco. Thompson sbaglia il pareggio e De Nicolao affonda la bomba, poi replica da due e sul 44-52 Vitucci ferma il gioco al 26'. Thompson ricomincia da tre, ma Venezia sente il momento: triple consecutive per De Nicolao e Stone +11, al 28' ripartenza di Brindisi con Krubally, ma Tonut replica immediatamente. Venezia cerca il colpo del ko, ma a campo aperto Thompson vola. Con 1'16" tripla di Tonut (13/26 al momento per i veneti). La Happy Casa sbatte nel muro, Clark si iscrive al tabellino. Qualche screzio tra Krubally e Vidmar; Clark segna da due con 3 secondi, Harrison sulla sirena da tre da una parte all'altra del campo 54-67.

4Q - Clark si presenta all'ultimo giro correndo rapidamente alla doppia cifra personale in 2'30". Udom gli tiene testa al tiro, Visconti gli replica dallarco dopo la bomba del +17 orogranata. Krubally con il 2+1 torna a-11, e De Raffaele chiama timeout. 64-75 al 34'. Watt fa 1/2 ai liberi e Krubally fa il -10. Watt torna in lunetta, 2/2 Stone fa esaurire il bonus al 35' ma Krubally fa 0/2, e De Nicolao sul blocco di Watt mette un'altra bomba. Ancora Krubally e Watt a segno in azione entrando al 38'. Due liberi di Harrison vale il -13, ma il rientrante Clark accelera e segna in faccia a Perkins. Harrison e Udom però non si arrendono ancora ed è -10 a 2' dall'ultima sirena. Thompson con chiude l'attacco e la ripartenza di Venezia è il canestro di Watt. Ed è sempre il centro reyerino a mettere la parola fine dalla partita, dominata con il 16/33 da tre punti e l'allungo decisivo di Wesley Clark.

Il commento: il gioco veloce e aperto di Brindisi contro una squadra ultra organizzata significa regalare spazi che Bramos (6/10 da tre) & C. sanno sfruttare al meglio. La Reyer si è adattata canalizzando a suo favore l'energia a tratti ingenua, ma sempre esplosiva. Una gara dove il valore aggiunto di un gruppo che gioca insieme da anni ha un peso specifico notevole.

New Basket Brindisi - Reyer Venezia 77-89. Boxscore: 23 Harrison, 17 Thompson, 9 Perkins e Krubally, 8 Udom, 3 Bell, Willis e Visconti, 2 Gaspardo per Brindisi; 20 Bramos, 15 De Nicolao e Watt, 14 Tonut e Clark, 6 Daye, 3 Stone, 2 Vidmar per Venezia.