Italia - Un ricordo della vittoria a Colonia per Carlo Recalcati

22.05.2020 09:50 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Italia - Un ricordo della vittoria a Colonia per Carlo Recalcati

Nell'intervista concessa come ospite del programma “Effe trasmetto per te”, condotto da Matteo Airoldi su Radio 108, Carlo Recalcati viene sollecitato a un ricordo della vittoria a Colonia nel 2004:

“Fu una partita indimenticabile. Arrivammo a Colonia in preparazione per le Olimpiadi, finalizzati ad altre cose. Avevamo perso la partita precedente contro la Germania, giocammo contro gli Stati Uniti con la mente leggera perché era la loro prima gara appena sbarcati in Europa. Non li aveva ancora visti nessuno, c’era molta attesa, e le attenzioni erano tutte su di loro.

Io avevo la percezione di essere lo sparring partner degli Harlem Globetrotters, ma negli spogliatoi ci siamo detti che avevamo l’occasione di poterli guardare in faccia e di conoscerli in caso di sfida alle Olimpiadi. Ognuno giocava contro il proprio avversario, Pozzecco contro Iverson, era un modo per vederli dal vivo e non dall’esterno.

Forse l’essere snobbati ci diede un po’ fastidio, ricordo in conferenza stampa che il loro coach, Larry Brown, non conosceva i nomi dei miei e li chiamava per numero, ‘quello con la barba, quello che ha il numero 5’, e dissi ai miei che dovevano dimostrare chi erano davvero.

Nessun timore reverenziale, l’idea di fare tanta zona che all’epoca in NBA non era autorizzata, poi in attacco la gestione dei tempi e libertà alla fantasia. Ne è uscita una partita fantastica, tutto il palasport incitava gli USA come fossimo a Boston, e alla fine il gruppo dei nostri tifosi trascinò la gente dalla propria parte”