LIVE LBA - Olimpia Milano: cinque minuti fatti bene per stendere la Reyer Venezia

22.11.2020 17:55 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LIVE LBA - Olimpia Milano: cinque minuti fatti bene per stendere la Reyer Venezia

Una versione "minimal" della Reyer Venezia scende in campo al Forum di Assago per la giornata numero nove del campionato di serie A contro la capolista imbattuta Olimpia Milano, praticamente al gran completo. La formazione orogranata sconta diverse assenze per infortunio (Watt, Mazzola) e per contagio coronavirus, ma raggiunge il numero legale per doversi presentare alla gara. In mattinata svolto anche il warm-up per l'inizio della sfida alle ore 16:00, con diretta Eurosport player e diretta testuale su pianetabasket.com.

Nove giocatori in panchina per la Reyer con i giovani Bellato e Biancotto, oltre ai già inseriti Casarin e Possamai.

Nell'Armani è a referto l'infortunato Gigi Datome, ma solo per rispetto regolamentare. Fuori Rodriguez, Hines e Punter.

1Q - 4-0 con Tarczewski e Brooks per Milano, ma Bramos e la tripla di Daye sorpassano 4-5 con 7'30". Fotu porta a otto lo strappo, ma Roll lo chiude 6-8. 2/3 di Bramos con 6'14". Se l'Olimpia cerca di farsi spazio sotto, la Reyer risponde a colpi di triple: Stone lancia l' 8-13. Replica biancorossa con il gioco da tre punti di Roll e il pareggio di Shields al 5', timeout De Raffaele: c'è da discutere della transizione. al rientro la Reyer non cambia il piano partita e le bombe di Chappell e Fotu rilanciano 13-19. Fotu porta a otto lo strappo degli ospiti e l'ennesimo attacco fuorigiri dell'Olimpia vale il minuto chiesto da Messina con 2'20" alla fine del quarto. Delaney e Cinciarini rilanciano Milano, ma è Chappell a chiudere il quarto sul 21-25.

2Q - Ruota gli uomini Messina e tiene alta l'intensità, De Raffaele manda in campo Biancotto. Al 12' Moretti e Delaney agguantano il pareggio 25-25. Ma Casarin da tre porta a 6/10 il tabellino delle triple orogranata, imitato al 14' da Delaney per la prima invece dell'Olimpia 28-28. Anche Stone e Daye segnano da tre; tra loro LeDay accorcia ma da due; è sempre Delaney ad accorciare dalla lunetta al 15' 32-34. Tarczewski pareggia in schiacciata con 4'30" all'intervallo. Con le rotazioni aumentano in maniera importante palle perse e falli per Venezia, ma non l'intensità nel gioco. Fotu sciupa due liberi ma non Shields sul cambio di campo, Milano torna avanti con il break complessivo 9-0 e la bomba di Brooks con 2'30" è timeout per De Raffaele. Daye e Fotu in lunetta fanno 4/4, per il +1 dell' Armani con 1'41". La zona della Reyer funziona fino alla tripla fortunosa (due rimbalzi sul ferro) di Delaney. LeDay risponde alla stoppata di Possamai segnando sul secondo tentativo, ma poi commette fallo su Fotu e con 13 secondi all'intervallo ecco il minuto chiesto da Messina. 1/2 del neozelandese, tiro a vuoto di Brooks 44-39.

3Q - Micov si fa sentire da tre alla prima azione del secondo tempo, Fotu accorcia su rimbalzo d'attacco con tecnico per Messina. Daye sbaglia il libero, mentre Fotu va in lunetta sull'azione successiva, 2/2 46-43 al 22'. La tripla di Roll conforta Ettore Messina. Cerca di correre l'Olimpia, e nel batti e ribatti va a segno LeDay. al 25' a segno Bramos, che lascia per strada il libero aggiuntivo. Fotu viene premiato dal solito rimbalzo d'attacco e un libero di Casarin mette Venezia a -3. Botta e risposta tra LeDay e Fotu (a quota 19 punti segnati) e al 27' arriva il minuto per De Raffaele sul 55-50. Si torna in campo col parziale 5-0 firmato Shields & LeDay per il nuovo +10; Stone ritrova la strada per il canestro, ma poi commette il suo 4° fallo personale e LeDay non perdona 62-52. Moraschini, LeDay e Shields da tre proseguono l'opera mentre la Reyer sparacchia da tre con poco movimento palla. Bramos chiude sulla sirena, con la bomba del 71-55, il break milanese davvero pauroso 16-2. 

4Q - Cinciarini e la tripla di Fotu aprono l'ultimo quarto. Sheield e ancora Fotu a segno ma la tripla di Moraschini è una condanna 78-61 con 7'50". Biligha fallisce due liberi, ma non Chappell ma dagli atteggiamenti si vede che la Reyer difficilmente potrà risalire la china. Delaney recupera il +17 e si va al 35'. Moretti trova la via del canestro, De Raffaele tra zona tre/due e timeout cerca di portare almeno un allenamento competitivo per una squadra che non gioca da due settimane (e non giocherà nemmeno nelle prossime due), senza sbracare ulteriormente. Daye accorcia, il tecnico alla panchina orogranata non è realizzato da Moretti che perde poi palla per opera di Biancotto e si va al 39', in cui segnano Chappell e Shields. Altro recupero di Biancotto che segna, poi prende rimbalzo in difesa e a canestro anche l'altro esordiente Bellato che mette due liberi negli ultimi istanti del match.

Il commento: bastano cinque minuti fatti bene nel terzo periodo per conquistare due punti all'Olimpia Milano.La Reyer è troppo a scartamento ridotto, è troppo poco allenata per Covid e rinvii vari per poter resistere quando in campo entrano i ragazzi della panchina, bravi e volenterosi contro una avversaria che ha un roster troppo lungo per poter resistere alle intemperie novembrine. Complimenti a tutti per la buona volontà di regalarci uno spettacolo decente e per non essersi fatti amle inutilmente.

Olimpia Milano - Reyer Venezia 86-72. Boxscore: 20 LeDay, 16 Delaney, 14 Shields, 8 Roll, 6 Tarczewski, 5 Moraschini, 4 Moretti e Cinciarini, 2 Micov e Biligha per Milano (9-0); 15 Fotu, 10 Daye, 9 Bramos e Chappell, 8 Stone, 7 Casarin, 2 Bellato e Biancotto per la Reyer (5/3).